TALKIN' BOB DYLAN BLUES
la posta di Maggie's Farm

Ventitreesima parte



180) Ciao a tutti voi di Maggie's Farm,
di recente ho letto che Things have changed è stata inserita tra le 20 canzoni del 2000 secondo il Los Angeles Times (è al quinto posto nella classifica).
Perciò vorrei proporre a tutti gli amici in ascolto una specie di sondaggio dal momento che il nuovo millennio è alle porte: quali sono secondo voi le dieci canzoni di Bob (attenzione: SCRITTE da Bob, non solo interpretate) che meriterebbero di essere inserite in una ipotetica antologia della musica del 1900? Non valgono le poesie, solo le canzoni in senso stretto, musica e parole e solo quelle scritte interamente da Bob, quindi niente traditionals rielaborati o canzoni scritte con altri. E' dura vero?
La mia classifica comunque è la seguente:

1) IDIOT WIND
2) TANGLED UP IN BLUE
3) ALL ALONG THE WATCHTOWER
4) IT AIN'T ME BABE
5) VISIONS OF JOHANNA
6) SAD-EYED LADY OF THE LOWLANDS
7) THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN'
8) A HARD RAIN'S A-GONNA FALL
9) LIKE A ROLLING STONE
10) BALLAD OF A THIN MAN

Ciao, Giovanni

Caro Giovanni, effettivamente non è facilissimo scegliere nella sterminata produzione dylaniana. Tuttavia se ci si riferisce alle canzoni che hanno significato qualcosa in questo secolo, che hanno cambiato la storia, per così dire, al di là quindi dei gusti personali di ogni singolo ascoltatore (nella tua classifica in alcuni casi credo che ti sia lasciato influenzare appunto dai tuoi gusti personali)... beh io penso che la classifica delle prime dieci dovrebbe essere la seguente, ovviamente questa è la mia opinione... Cosa ne pensano gli altri amici in ascolto? Fatevi sentire e magari alla fine facciamo una media con classifica finale.

1) BLOWIN' IN THE WIND
2) THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN'
3) A HARD RAIN'S A-GONNA FALL
4) LIKE A ROLLING STONE
5) MR. TAMBOURINE MAN
6) IT'S ALL RIGHT MA' (I'M ONLY BLEEDING)
7) MASTERS OF WAR
8) DESOLATION ROW
9) ALL ALONG THE WATCHTOWER
10) CHIMES OF FREEDOM


181) Ciao Michele,
non ho visto tutte le puntate di Alcatraz, ma da quando ho iniziato a
vederlo mi sono chiesto perchè non c'erano mai canzoni di Dylan, visto che a
volte erano quasi suggerite nelle giaculatorie di Jack... ed ecco che in
ognuna delle puntate di lunedì e di martedì (doppia) compare finalmente il
nostro:
1) "You belong to me" con un video straziante su tanti disastri ecologici
2) "Subterranean homesick blues" col video originale e un cerchio attorno ad
Allen Ginsberg. Ero l' unico a non avere ancora notato che l' uomo sullo
sfondo a sinistra è lui?
3) "Like a rolling stone" con varie sequenze di tossicodipendenza ma anche
spezzoni da "Hard rain" e "Hard to handle"
.... e poi Springsteen, Tom Waits, De Andrè con "La domenica delle salme" di
cui ho trovato, e subito perduto, sulla rete un' analisi molto approfondita
che mi ha illuminato sulle citazioni letterarie e i passi oscuri; ma se la
ritrovo te la mando.
Non sarà mica vera la storia di Antonio sulla manna di cd-r bootleg? è un
espediente letterario vero?... a proposito: la "r" di cd-r non sta per "rom"
che significa "read only memory" (quindi il contrario), ma per "recordable".
E a proposito di cd-r c'è una novità che a te farà piacere: per contrastare
le multinazionali che controllano la tecnologia del dvd, il governo cinese
ha lanciato un nuovo standard che è già supportato da alcuni software di
masterizzazione, il svcd (super video cd); senza dilungarmi troppo in
nozioni tecniche ti annuncio che fra poco ci si potranno scambiare i video
come Hard Rain su cd-r in qualità vicina a quella dei dvd, ma soprattutto
non deteriorabile con l'uso e con le duplicazioni.
Ciao, Carlo

Ciao Carlo, allora andando con ordine:
purtroppo non ho visto le puntate di Alcatraz che citi (di recente passo le serate televisive a guardarmi le puntate di X-Files che registro la domenica)... Peccato perchè mi incuriosiva vedere questi montaggi. Comunque non capisco la scelta di You belong to me per filmati di disastri ecologici (sarebbe stato ovviamente più logico una A hard rain's...) ma forse c'è qualcosa che mi sfugge e c'è un significato nascosto in questa scelta (tipo "La terra appartiene a noi?"...).
O forse volevi scrivere "She belongs to me"... anche se non cambia molto il concetto...
Per quanto riguarda il video di Subterranean homesick blues io ero a conoscenza che uno dei personaggi sullo sfondo (dietro Dylan con i cartelli) con un bastone in mano era il poeta e scrittore Allen Ginsberg... forse l'avevo letto da qualche parte o forse me ne ero accorto da solo visto che è abbastanza inconfondibile la sua figura... La cosa divertente, non so perchè, è che in quel video sia lui che l'altro tipo con cui parla (a proposito a questo punto bisognerebbe capire se è anche lui un personaggio famoso) mi hanno sempre dato l'impressione di due spazzini, di quelli con bastone appuntito per raccogliere le cartacce...
Sono d'accordo invece con la scelta di Like a rolling stone con gli spezzoni relativi alla tossicodipendenza ed il tutto mi ricorda il bel video dei Rolling Stones che interpretano appunto il classico di Dylan con questa ragazza bionda che va alla deriva nelle strade di una città...
Per quanto riguarda invece La domenica delle salme di De Andrè... se ritrovi quel testo mandamelo pure che mi interessa moltissimo (è una delle mie canzoni preferite di Fabrizio).
Grazie per le solite preziose informazioni finali relative al discorso cdr (a proposito anche io credo che quello di Antonio fosse un espediente letterario altrimenti mi faccio subito dare da lui le coordinate di questo posto magico in cui ti piovono in testa bootleg di Dylan...).
Ciao e alla prossima, Michele
P.s.: a ruota Carlo mi aveva poi spedito un'altra mail che recitava: "Spero di averti indotto a guardare Alcatraz, altrimenti mercoledì sera ti saresti perso "Blowin' in the wind" nella tua versione preferita: quella con Baez del '76 in cui usavano le chitarre come tamburi... adesso è anche la
mia preferita. Carlo"...
Beh, Carlo, benvenuto tra noi... (a proposito, sabato 15 sono in Francia a Chateau Arnoux con l'amico Andygi a vedere Joan Baez in concerto... Proverò a saltare sul palco e convincerla a fare Blowin' a due voci con me nella parte di Bob ma ho l'impressione che sarà alquanto difficile... chissà perche? eh eh eh... ehm!)



 

E a proposito di Andygi ecco una sua mail (cosa inusitata visto che è parte in causa di Maggie's farm...) con alcune interessanti segnalazioni:

182) Ciao Michele,

Grandi novità discografiche:

AA.VV. Stolen Roses - Tributo ai Grateful Dead (Bob esegue Friend of the devil) esce il 25 luglio

AA.VV - The songs of pete Seeger Vol 2 (Joan Baez e Jackson Browne - Guantanamera

Roger McGuinn - Treasures from the folk den (duetto con Joan Baez)

L'estate si riscalda!

Articolo di Paolo Carù su Buscadero del concerto di Dylan a Milano

Alla prossima

Andrea Garutti


183) Caro Michele, vorrei approfittare dei tuoi archivi e della tua competenza di dylanologo - diciamo "appassionato dylaniano" che suona molto meglio - per soddisfare una curiosità: Dylan ha suonato a volte in concerto altri strumenti oltre alla chitarra e all'armonica, ma quali ? e quando ? Ti spiego il motivo della domanda: ascoltavo ieri sera una toccante versione di Tomorrow's A Long Time con accompagnamento di pianoforte fatta a Locarno, Svizzera, il 5 ottobre 87, ma chi suona il piano ? La registrazione non è delle migliori ed il suono è coperto dalle urla disumane del pubblico, ma potrebbe essere proprio Bob !
All'epoca Dylan era accompagnato dagli Heartbreakers di Tom Petty ed io ricordo di aver visto sul palco unoplendido pianoforte a coda nel concerto all'Arena di Milano proprio il giorno prima, ma di certo Bob non lo hasuonato !
Mi ricordo invece di averlo visto alle tastiere nel concerto del 91 a Milano, ma è stato un assolo di pochi istanti, credo in Maggie's Farm, e poi ho letto tempo fa in un articolo-intervista sul giornale inglese "Q" di una Ring Them Bells con Dylan al piano in un concerto dell'89, credo negli USA ma non ricordo dove.
Mi piacerebbe che ci raccontassi tutto quello che sai sull'argomento ! Grazie e ciao - Anna

PS: se non conosci già l'intervista che ho citato ti posso inviartene una copia, è molto interessante e soprattutto divertente il racconto della caccia alla volpe durata qualche settimana che il giornalista inglese intraprende prima di riuscire ad intervistare Bob !

Ciao Anna... Dunque... bella domanda! Per quello che so Bob ha suonato dal vivo i seguenti strumenti: chitarra (classica, acustica ed elettrica, sia rythm che lead), armonica (qui non sono espertissimo ma credo nelle varie tonalità esistenti, quante sono? boh! Due, tre, di più? Attendo ragguagli dagli esperti di armonica), pianoforte (anzi sembra che in realtà il primo strumento che Bob abbia mai imparato a suonare fosse proprio il piano che, se non ricordo male, aveva in casa essendo di proprietà dei genitori...). Sempre se non ricordo male era proprio il pianoforte che Bob suonò all'inizio della sua carriera quando fu "assunto" da Bobby Vee per una tournee, quando non era ancora Bob Dylan, ma semplicemente un giovanissimo Robert Zimmermann che si limitava a suonare per altri senza cantare. Resta famoso sempre per quanto riguarda il discorso pianoforte il mitico video di Ballad of a thin man (che però non moltissimi conoscono essendo un out take, o meglio una scena tagliata nel montaggio finale, dal film-documentario del 1966 dal titolo "Eat the document") in cui uno scatenato Bob suona il piano per tutta la durata del brano accompagnato da Robbie Robertson alla chitarra solista e dagli altri membri di The Band. Grandissima versione live.
Poi c'è il discorso tastiere... Mmm non sono sicurissimo che le abbia suonate ma propendo per il sì (e tu lo confermi nella tua mail)... Poi magari saremo sommersi da mail che ci diranno che le ha suonate numerosissime volte... beh, fateci sapere...
Sicuramente ha suonato l'organo (in New Morning, ad esempio, lavoro di studio ma credo anche in altre occasioni dal vivo).
Dylan ha anche suonato, sembra strano ma è vero, il sax tenore (sicuramente
il 19 novembre 1981 quando l'amico di Dylan, Larry Kegan, costretto su una sedia a rotelle
cantò "No money down" di Chuck Berry come ultimo bis del concerto mentre Dylan lo accompagnava appunto suonando il sassofono).
Mmm quindi, ricapitolando... Chitarra classica, acustica, elettrica, armonica, piano, organo, tastiere, sax tenore... Non male direi... Non mi ricordo di altri strumenti suonati da Bob dal vivo... invito quindi chi avesse altri dati in merito a farsi sentire...
Ciao Anna e alla prossima, Michele "Napoleon in rags"
ps: ok per l'intervista che non posseggo... potremmo metterla nella pagina della posta...


184) Ciao Michele,
sai mica dirmi in che bootleg posso trovare le seguenti canzoni: One Irish rover (Bob e Van Morrison insieme), A pirate looks at forty (se non ricordo male Bob la canta con Joan Baez in qualche concerto degli anni 80), Hallelujah (canzone di Leonard Cohen che so che Bob ha eseguito) e Nowhere Man di John Lennon? Grazie, Fausto.

Ciao Fausto,
allora: One Irish rover lo puoi trovare sul boot "Alias - The sideman story vol. 3", la canta praticamente Van Morrison anche se la voce di Bob in sottofondo si sente di tanto in tanto e suona l'armonica e la chitarra. Esiste anche un bel video di questa versione con Bob e Van Morrison ad Atene con sullo sfondo l'Acropoli.
A pirate looks at forty la puoi trovare sullo stesso boot prima citato nella versione di Bob e Joan Baez dal vivo durante Peace Sunday Rally del 6-6-82 a Pasadena.
Hallelujah di Leonard Cohen la trovi o su "The critics choice vol.7" o su "Bob Dylan - Shining at the Beacon" che fanno entrambe riferimento alla versione live del 4-8-88.
Infine il classico dei Beatles dal titolo Nowhere man lo puoi trovare sul già citato "Shining at the Beacon". Si tratta di una canzone eseguita il 20 ottobre 1990 a Edmonton, New York.
A proposito di reperire sui boot covers eseguite da Bob, qualcuno mi sa dire se esiste da qualche parte la beatlesiana Here comes the sun che ho letto da qualche parte che Bob ha eseguito (sembra che abbia attaccato le prime strofe e poi abbia rinunciato all'idea di cantarla per intero...)?
Ciao da Napoleon


185) Ciao Michele, mi è venuta in mente un' idea.
Più volte consultando in newsgroup mi sono reso conto che i collezionisti di
bootleg di Dylan che vi scrivono non hanno alcun bisogno di acquistarne, se
lo fanno è per scelta propria, infatti esistono delle vere e proprie
Dylan-comunity i cui membri si scambiano cd-r; ci sono anche alcuni italiani
che interagiscono con esse e che dispongono di collezioni di centinaia di
cd-r.
Molti, come me, non si sono ancora avvicinati veramente allo scambio
(praticamente tutti i miei boots sono originali), e molti altri hanno solo
pochissimi titoli; la mia idea non credo sia originalissima perchè mi
sembra che le già citate Dylan-comunity la applicano per gli shows recenti,
ma te la spiego con un esempio:
1) qualcuno, ad esempio io, propone un titolo attraverso le pagine di
Talkin' Bob
2) le persone interessate ad esso mi scrivono una e-mail per prenotarsi
3) Io ordino le persone in una catena (se sono molte in un albero) e ne
pubblico l' ordine sulle pagine di Talkin' Bob
4) spedisco un cd-r alla prima persona della catena, la quale lo copia e lo
rispedisce (il primo cd-r per non sommare eventuali errori di
masterizzazione) alla persona che la segue nella catena.
5) Il cd-r che ho spedito arriva a te che te lo tieni.
Cosa ne pensi? Secondo me sarebbe efficace, ma non sono sicuro che sia
realizzabile in modo che sia un beneficio per tutti e che tutti vogliano
condividere il proprio materiale. Anzi forse è meglio che non pubblichi la
lettera per non creare false aspettative, in caso non pensi che sia subito
realizzabile. Intanto te lo propongo come attività futuribile...
Fammi sapere. Ciao, Carlo

Ciao Carlo, pubblico invece la tua idea in modo che possa essere valutata dagli interessati... Io devo però confessare che non ho ben capito il meccanismo... Nel tuo esempio, tu cosa ci "guadagni"?... E poi in che senso "errori di masterizzazione" (voglio dire: il secondo della lista dovrebbe spedire al terzo una copia e così via, quindi eventuali errori si accumulerebbero comunque)?... Non ho poi capito il punto 5: quando scrivi "a te arriva" è un "tu" generico? Cioè ti riferisci alla prima persona della lista?... Insomma, chiariscimi le idee (poi magari è tutto chiaro e sono io che non ho capito, cosa molto probabile vista la mia assoluta inesperienza in questo campo di duplicazioni e scambi... io mi sono sempre soltanto limitato ad acquistarli i boot... come direbbe Fantozzi, sono un "esordiente totale"...).
Ciao, Michele


Chiunque voglia replicare alle discussioni può inviare una e mail al seguente indirizzo: spettral@tin.it
 
 
 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------