parte 223
Lunedì 9 Agosto 2004


2738) Ciao Michele!
Ho appena letto con molto interesse un articolo apparso su Repubblica che preannuncia un grande tour che si terrà in autunno negli Stati Uniti e al quale parteciperanno moltissime star del rock (Bruce Springsteen, i Rem, i Pearl Jam, James Taylor, Jackson Browne, John Mellencamp, Baby Face Ben Harper e altri ancora: il cartellone spero non sia ancora definitivo).
Il tour sarà un carrozzone musicale che avrà come scopo da un lato il sostegno popolare a J.F. Kerry e ovviamente dall’altro una forte ed estrema opposizione a Bush.
Non sono uno di quelli che si è particolarmente scandalizzato per la pubblicità degli slip femminili... anzi mi sono pure fatto due risate vedendo lo spot... ma in questo caso sarei parecchio deluso se Bob non trovasse il tempo o l’attenzione per dare il suo sostegno ad una battaglia che mai come oggi le persone di senso civico (o se preferite di buon senso) porteranno avanti.
Non voglio trovargli le solite giustificazioni del caso del tipo: lui ormai è apolitico (non è vero: ha suonato per Bill Clinton, si è impegnato per il Live aid o Farm aid e non era il ‘63) lui fa quello che vuole e nessuno deve criticarlo (faccia quello che vuole ma io lo critico), o magari non gli piace molto Kerry (“conoscendo” i Pearl Jam o i Rem non credo che impazziscono per il candidato, ma sanno che in questo momento è fondamentale non fare gli “snob”… forse in Italia qualcuno dovrebbe imparare.
Spero di sbagliarmi ... Voi cosa ne dite?
Intanto me ne vado in Valle d’Aosta dalle tue parti a riposarmi un po’ nella Valtournanche.
Un saluto a tutti e buone vacanze!!
Matteo Squirrel

Ciao Matteo (se passi da Aosta vieni a trovarmi),
non ho letto l'articolo che citi. Ad ogni modo anche io in effetti non so quanto a Dylan possa andare a genio Kerry. In realtà dalle interviste sia passate che recenti (diciamo dagli anni 70 in avanti) non giurerei che a Dylan possa andare a genio qualche politico o qualche candidato alla carica presidenziale.
Ci sono state delle eccezioni come tu ricordi, come quando suonò all'insediamento di Clinton alla Casa Bianca, o quando ebbe parole di apprezzamento per Jimmy Carter.
Io però per quanto non lontanissimi nel tempo (almeno l'episodio Clinton) ho l'impressione che il Dylan di questi giorni, o meglio di questi ultimi anni, poco si adatterebbe ad una situazione del genere, per quanto come tu scrivi il suo sarebbe certamente un segno importante qualora Dylan dovesse unirsi al gruppone anti Bush.
Comunque la tua "proposta" mi sembra interessante per una eventuale discussione.
Che ne pensate? Chi ritiene che Bob dovrebbe dare un segnale in questo momento ed in questo modo?
Fateci sapere.
Michele "Napoleon in rags"


2739) Ciao a tutti,
volevo dire la mia sulla questione sollevata nell'ultima Talking... riguardo De Andrè e Bob Dylan... non me ne vogliano i fans di De Andrè ma secondo me la questione non si pone nemmeno... non perchè voglio sminuire l'importanza del cantautore (o dei cantautori) italiani ma perchè Dylan è di una portata talmente grande a tutti i livelli, musicale, sociale, politico, poetico, letterario, artistico in genere, di una rivoluzionarietà e di una importanza tale che De Andrè o qualunque altro non gli si potrà mai avvicinare nemmeno.
Secondo me la questione della lingua sollevata da Napoleon in rags è relativamente importante... in effetti non c'è controprova, sono d'accordo, ma secondo me per la natura stessa di De Andrè, in ogni caso non avrebbe mai raggiunto il livello di Dylan. Spero di non essere lapidato ma la penso così.
Ciao a tutti.
Francesco
ps: per quanto riguarda l'idea di rivoluzionare lo show di Dylan attuale voto a favore... mi sembra che con Willie Nelson non sia cambiato granchè... o sbaglio?


Franco qualche settimana fa aveva proposto una classifica delle canzoni più brutte di Bob.
Ecco un nuovo intervento:

2740) Canzone più brutta di Dylan...? Mmm, da farci una classifica magari no... però io non ho mai sopportato All the tired horses... Non ho mai capito che senso aveva fare una cosa del genere... La trovo quanto di meno dylaniano possa mai essere pensato... Sono d'accordo con Michele che Got my mind made up è mooolto fiacca ma secondo me è comunque meglio di All the tired horses... Magari di peggio potrebbe esserci un altro brano di Self Portrait che non sopporto, Little Sadie...
Ciao,
Rocco

Ciao Rocco,
perchè Little Sadie...? è così carina... a me piace quella veloce anche se Vites ha scritto che è semplicemente ridicola (almeno così mi sembra di ricordare... confermi Paolo? Se non lui, allora è stato Heylin... da qualche parte l'ho letto).
Il fatto è che trovare una canzone brutta di Bob è difficile, veramente brutta voglio dire, veramente inascoltabile, secondo me... Provocatoriamente mi piacerebbe sapere - se proprio fosse costretto - quale sceglierebbe Elio "Rooster" (che qualcuno ricorderà aver messo al primo posto in una ipotetica classifica dei migliori dischi di tutti i tempi, l'intera produzione di Bob in blocco e a seguire gli altri...)... :o) Cosa sceglieresti Elio?
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2741) Ciao Michele
ti mando questo articolo che parla del video promozionale di tweedlle dee.. (ne avevo accennato tempo fa) alcuni spunti interessanti anche per esaminare la sua pubblicità di victoria secrets
buone ferie
Michele Talo

Dylan & York
Range connection on music video
By LINDA TYSSEN WILLIAMS
Mesabi Daily News
Last Updated: Wednesday, October 17th, 2001 10:46:10 PM

SHERMAN OAKS, Calif. -- She made movies with Jerry Lewis and Marlon Brando and Elvis Presley.
She romanced Arnold the Pig on "Green Acres,'' played Marilyn Monroe and bombed the Batmobile. She was Nicolas Cage's mother-in-law in "Family Man'' and is even in a new Tom Cruise movie.
But for Aurora-born actress Francine York, it's hard to top the latest adventure, a TV commercial promoting the new album of another Iron Ranger -- rock legend Bob Dylan.
In a telephone interview from her Sherman Oaks, Calif., home, York called Dylan an icon. "I have worked with some stars,'' she said, but Dylan was someone out of the ordinary.
The commercial shot in Los Angeles promotes Dylan's "Love and Theft,'' produced by Columbia Records and described by critics as one of the "most anticipated'' music releases of the year. According to Dylan's Web site, the record company took an "unusual step of creating a specially crafted television commercial featuring Bob Dylan in a key role.'' The commercial, the first of its kind, began appearing in mid-September.
York didn't even audition for the role, she said. "They just called me for it out of the clear blue sky. They said, 'How about Francine York?'''
The commercial features Dylan playing poker in a seedy Los Angeles restaurant. With him are four other players who seem to be cheating. There is no dialogue, but a song from the album plays throughout. A 60-second version can be viewed on bobdylan.com.
The commercial is directed by Kinka Usher, the same director York worked with for a Qwest commercial, which has appeared on The History Channel and on ABC's "Nightline.''
For the Dylan commercial, the director cast her as a "broken-down Mae West'' trying to look at the dealer's cards. "I didn't know how it was going to turn out,'' she said, but "working with Bob Dylan was incredible.'' She said they got along well. "He liked me. I kidded him. I told him, 'I don't always look like this,''' she said about the blue shadow on one eye and nothing on the other, as the director had wanted her to wear an eyepatch.
York said she enjoyed Dylan's "droll sense of humor'' and how he would tell jokes and then laugh. According to York, Usher didn't have much luck directing Dylan. "You don't direct Bob Dylan. He directs himself,'' she said.
"Everybody was afraid to talk to him, but I kept talking.'' But then, York has had some 40 years in Hollywood talking with stars.
Born Francine Yerich to Frank and Sophie Yerich, she spent her childhood watching and critiquing movies at the local theater. She won the Miss Eveleth pageant, modeled sweaters for a New York sportswear company, was Miss San Francisco, studied modeling in California and worked as an LA showgirl. Then came her first break -- "Secret File Hollywood.'' It premiered at Aurora's Tacora in 1960.
York enjoyed her work with Dylan. "All his songs say something,'' she said. "You have to listen and listen to them,'' she said, noting that she especially liked the song, "Tweedle Dee and Tweedle Dum.''
At age 65, York is "still going strong.'' She looks forward to the premiere of the murder mystery film "Vanilla Sky'' with Tom Cruise in December. "Hopefully they will leave enough of my stuff in it,'' she said. She will be making a film in Tucson, Ariz., called "Remember Donut,'' in which she plays the mother of actor John Savage, and there is a possible movie to be made in Canada next year, "if the world holds together.''
For York it was a "thrill'' working with fellow Minnesotan Dylan. "He is certainly an interesting character.''
York only wishes her mother and father were still alive to share in her latest success. But then, she said, her mother must have talked to God when she got to heaven and said, "You've got to get more work for my daughter.''

Per i non anglofili riassumo che l'articolo parla di Francine York, l'attrice che prese parte al commercial TV per promuovere l'album di Bob "Love and Theft".
Francine dichiara che Dylan è un'icona. "Ho lavorato con molte star, ha detto, ma Bob Dylan è qualcuno al di fuori dell'ordinario".
Nello spot, diretto dal regista Kinka Usher, Dylan aveva il ruolo di un giocatore di poker in un ristorante di Los Angeles. Con lui altri quattro giocatori ed in sottofondo la musica di Tweedle Dee and Tweedle Dum.
Il regista ha chiesto alla York di fare il ruolo di una "Mae West malmessa". "Lavorare con Bob Dylan è stato incredibile - ha dichiarato l'attrice - Ci siamo trovati bene. Gli sono piaciuta. E a me è piaciuto molto il suo senso dello humor, come era capace di fare battute". E per quanto riguarda il regista e Dylan: "Non si può dirigere Dylan. E' Dylan che dirige se stesso".
"Tutti avevano paura di parlare con Dylan ma io no. E' stato emozionante lavorare con lui. E' un personaggio interessante"

Grazie a Michele per questo articolo e alla York per averci confermato che "Dylan è un personaggio interessante" e soprattutto "un tipo fuori dall'ordinario..." :o)...
Michele "Napoleon in rags"


Un po' di classifiche.
Ben due voti a favore di Nashville Skyline per la classifica della copertina migliore (NS balza così al quarto posto):

2742) Buongiorno, mi chiamo Claudia e ho 16 anni , vorrei votare per "Nashville Skyline".


2743) Salve, la mia copertina preferita è "Nashville "Skyline".
a presto Gianmarco


2744) Ciao, sono Stefano, appassionato dylaniano dalla Svizzera italiana, complimenti per il sito, ecco la mia lista (provvisoria dal quarto posto in giù, i primi 3 sono scolpiti nel granito):

1) Blood on the tracks (passionale, sofferto, serrato, bluesy, autentico... riascoltarlo ogni volta mette i brividi!)
2) Highway 61 revisited (il selvaggio e sottile suono mercuriale allo stato brado... e poi per Like a rolling stone, la madre di tutte le rock songs)
3) Blonde on blonde (il selvaggio e sottile suono mercuriale allo stadio più maturo, una miscela di rock decadente e allucinato)
4) Time out of mind (passionale, sofferto, notturno, bluesy, magico... il capolavoro degli anni 90, anche in senso generale)
5) Bringing it all back home (il selvaggio e sottile suono mercuriale in stato nascente)
6) The freewheelin' Bob Dylan (per Blowin' e per Masters e poi per Hard rain e ancora per Don't think e poi ancora .....)
7) The times they are a-changin' (il folk della denuncia, un pugno di ferro rivestito dal velluto folkie)
8) Oh mercy (la rinascita dalle proprie ceneri coincide con il suo capolavoro degli anni 80, notturno, "malato", quasi spettrale...)
9) Desire (un classico, frizzante, fresco e ramingo)
10) "Love & theft" (un viaggio spazio-temporale nella musica made in USA) parimerito con Planet waves (strano e stralunato, ma dall'innegabile fascino vintage)

Ciao Stefano
bella classifica e bei commenti, lapidari ed efficaci. Prossimamente aggiornerò la classifica generale.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2745) Bit Torrent: Bob Dylan 1996-07-05 Ferrara, Italy

Saluti da Roberto

Bob Dylan
1996-07-05
Ferrara, Italy Piazza Municipale

http://bt.easytree.org/torrents-details.php?id=3116

Disc One
1. Drifter's Escape
2. Lay Lady Lay
3. All Along The Watchtower
4. Just Like A Woman
5. Watching The River Flow
6. Silvio
7. Mr. Tambourine Man (acoustic w band)
8. Masters Of War (acoustic w band)
9. Mama, You Been On My Mind (acoustic w band)

Disc Two
1. Knockin' On Heaven's Door (acoustic->electric)
2. Ballad Of A Thin Man
3. Maggie's Farm
4. It Ain't Me, Babe (acoustic w band)
5. Rainy Day Women # 12 & 35

BobTalk
Thank you! Mille grazie! Mille grazie! (after Ballad Of A Thin Man).

Andate qui
Occorre registrarsi (registrazione gratuita - cliccate "signup"), poi usando "search" inserite "Bob Dylan Ferrara" e accederete al concerto da scaricarsi in bit torrent (flac).


2746) The secret of Dylan's charm revealed!!

Artur J

"Bob Dylan is really a planet to be discovered."
                     - Tom Waits


2747) Ciao Michele, sesta parte della mia selezione fotografica.
Ho dovuto fare spazio alla bellissima foto del 1978 pubblicata su Mojo di recente, così come trovo molto bella quella scattata alla partecipazione al concerto con Willie Nelson. Ma anche tutte le altre, a parer mio, meritano di far parte di questo divertente e impossibile giochino che sto facendo.
Elio "Rooster"

Ciao Elio,
ok. Ho linkato la nuova pagina... Cliccate qui per visualizzare le nuove dieci foto della Top 100 di Elio "Rooster" (e con queste siamo a quota sessanta). Molto bella quella recente con Bob di profilo e la chitarra in mano e splendida quella sul palco con visuale allargata agli altri membri della band (immagino sia quella di Mojo di cui parli).
Ciao
Michele "Napoleon in rags"



clicca qui



Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION