parte 215
Lunedì 31 Maggio 2004


Tempo fa ho avuto problemi a trasformare in wav dei files flac di concerti di Bob scaricati da sharingthegroove. Ho chiesto lumi a Carlo "Pig" su come fare e siccome magari i miei stessi problemi li hanno avuti anche altri dylaniani che scaricano concerti da sharingthegroove o siti analoghi ecco la risposta di Carlo che può essere di aiuto.
Michele "Napoleon in rags"

2600) Ciao Michele,
il formato flac serve per comprimere senza perdita i files wav, proprio come lo shorten (shn) ma è più
efficiente. Può darsi che il tuo programma di masterizzazione lo accetti in entrata, quindi puoi provare a
creare un cd-audio inserendo le singole tracce flac nella compilation; se vuoi invece scaricare un
programma che ti permette di comprimere e decomprimere in quel formato, vai qui:
http://flac.sourceforge.net/download.html
e scarica uno dei programmi tra gli "extras" per Windows; dBpowerAMP ad esempio ti consente di
leggerli e di decomprimerli. Poi tra i "third part plug-in" c'è un plug-in per farli accettare da Nero come
file audio in entrata e sia qui che sul sito di Winamp trovi pure un plug-in per leggerlo con Winamp.
Carlo "Pig" 


2601) Ciao a tutti.Volevo fare una proposta: perchè non si copiano su dvd i video dei concerti di Bob Dylan che girano attraverso il porcile di maggiesfarm? Ormai un masterizzatore per dvd costa relativamente poco (90-100 euro) e in più su un dvd ci stanno circa quattro concerti interi in ottima qualità, ad esempio tutti i concerti che Bob ha fatto in Italia nel 2003...
Davide

Giro anche qui la proposta a Carlo. Facce sapè, Pig...
Michele "Napoleon in rags" 


2602) Sal "Eagle mi invia":

Il reggae omaggia Bob Dylan

Kingston, 17 maggio 2004 - Una vera chicca per i fan di Bob Dylan e gli amanti dei reggae. Stelle della musica giamaicana come Toots Hibbert, Beres Hammond e Sizzla hanno registrato un album contenente quindici cover «in levare» del grande musicista americano. Intitolato Is It Rolling, Bob?,
il disco uscirà il 10 agosto e potrà contare, fra gli altri brani, sulla Maggie's Farm di Toots Hibbert, sulla Knockin' on Heaven's Door di Luciano e sulla Mr. Tambourine Man di Gregory Isaacs. 


E Sal mi invia anche la foto di un nuovo adepto della fattoria, ovvero suo fratello Francesco!

2603) Ciao Michè.
ecco il capolavoro... con tanto di vinile di Bob Dylan. Francesco è nella fattoria con il nick di Little Crazy Eagle... bello no? L'ha scelto lui...

Sal

Ciao Sal,
benissimo, foto dell'aquilotto pazzo già inserita nella Fattoria con tanto di nome e nick...
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 

2604) Ciao Michele,
gironzolando per la rete, ho visto che Joan Baez sarà in tour in Italia da metà luglio. Su ticketone ci sono le date.

Luca

Ciao Luca
grazie.

Ticketone

Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2605) Ciao Michele,
Sarò presente a Milano per il compleanno di Bob, se vieni ci vediamo lì. Ti scrivo a proposito di The Lonesome Death of Hattie Carroll. Come sai per me questa canzone è stata uno degli apici assoluti dell'ultimo tour, tanto che nella recensione del concerto di Parigi mi sono sentito in dovere di scriverne - certo da dilettante - un po' più approfonditamente.
Saluti
Alexan Wolf
ps: Ci vediamo a Villa Erba a Cernobbio … con una maglietta di Maggie’s Farm noi animali della fattoria ci si potrebbe riconoscere … saluti … Wolf

Ciao Wolf
e grazie di tutto. Una precisazione per chi magari legge solo la pagina della posta e non segue ogni giorno MF. Visto che la discussione sul caso "William Zantzinger/Hattie Carroll" riceveva parecchi interventi l'ho enucleata dalla Talkin' e le ho dedicato una pagina apposita che trovate QUI. Dunque le mail relative all'argomento non le troverete in questa sede ma appunto in quella pagina. Chi mi ha scritto al riguardo non si meravigli perciò di non trovare le sue mail nella Talkin' ma vada nella pagina di cui sopra, dove ovviamente c'è anche quella di cui parla Alexan e tutte le altre...
Naturalmente ci vedremo prossimamente, Wolf, ma per i concerti di Bob visto che alla festa di compleanno di Bob a Milano non ho potuto partecipare essendo a Roma per una serata analoga.
Grazie per il contributo su Hattie Carroll, il dibattito continua...
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2606) Vorrei rispondere a Mario che chiede come arrivare a Villa Erba da Como: se sei in macchina da
Como costeggi il Lago su una strada che si chiama Regina e in cinque minuti (se non c'è traffico) arrivi
a Cernobbio: lì troverai molte indicazioni per Villa Erba.
Per quanto concerne i mezzi pubblici puoi prendere un qualsiasi pullman che costeggi il lago, da piazza
Cavour ad esempio (la piazza più grande di Como, chiunque ti sa dire come raggiungerla). Per sicurezza
chiedi ad un tabaccaio un biglietto per Cernobbio e quale pullman puoi prendere.

Grazie per questa informazione a... ??? Ehm, ho perso la firma... Comunque grazie!
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2607) Michele sai chi è o chi era in realtà il personaggio della canzone 'Joey' ? Hai qualche articolo su questo argomento? Grazie Mario di Roma

Ciao Mario,
trattasi di Joey Gallo, gangster italo americano (lo vedi qui sotto nella foto) che lavorava per il boss Carlo Gambino.

Fu ucciso da altri gangster al ristorante Umberto's Clam house mentre cenava. Era conosciuto come Crazy Joe Gallo. Gli altri gangster non lo amavano perchè non seguiva le regole e perchè includeva neri nella sua banda. Pur essendo un killer spietato non era un gangster tipico poichè si interessava di filosofia, arte e letteratura ed era un discreto pittore. Era però un vizioso, folle e lunatico e non l'eroe che Dylan dipinge. Sembra che abusasse anche di bambini. Tra la fine degli anni '40 e l'inizio dei '50 cercò di sopraffare il boss della mafia Joseph Profaci e la sua famiglia per ottenere il potere sulle strade di New York's. Gallo fu aiutato in questo dai suoi fratelli Larry ed Albert (quest'ultimo era soprannominato Kid Blast). (dal Who's Who di Expecting rain e da http://www.fact-index.com/j/jo/joey_gallo.html).
Almeno su questa canzone sicuramente Dylan (magari influenzato da Levy) ha "cannato" in pieno.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 

2608) Carissimi,

Ho dato un'occhiata alla lista delle canzoni di Dylan che hanno graziato le colonne sonore dei film ed ho notato che manca "Born on the Fourth of July", del 1989, regia di Oliver Stone con Tom Cruise. Il
film e' quello che e' (locandina allegata).

Indimenticabile pero' e' "A Hard Rain's A-Gonna Fall" cantata dal vivo in un bar da Edie Brickell che recita la parte di una folk-singer (quale e'). La voce e l'interpretazione della signora Simon (Paul)
rendono la canzone quasi piu' bella dell'originale.

Saluti e grazie per Maggiesfarm.it,
--R.

Ciao R. e grazie per l'aggiornamento. Ho provveduto ad integrare la nostra pagina relativa ai film con canzoni di Dylan.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2609) Ancora Sal "Eagle" mi  invia quanto segue:

Un quotidiano britannico presenta come "esclusiva" una notizia sui dieci Vip più puzzoni del mondo. A stilarla, per poi presumibilmente passarla al giornale, è Mikael Jagerbrand. E chi è? E chi lo sa? Il foglio londinese non si profonde in chiarimenti: Jagerbrand viene presentato semplicemente come "esperto svedese dello showbiz". Come, dove, quando e soprattutto perché lo svedese ha avuto modo di sniffare tutti questi Vip a distanza ravvicinata non è dato saperlo. Facciamo finta di fidarci. Secondo Jagerbrand, la peggior puzza è quella emessa da Brad Pitt. Come mai? Alcune sue fidanzate del passato
affermano, scrive il giornale, che quando tornava dalla palestra sudato come un maiale non si faceva mai la doccia. Altre hanno testimoniato che non si lavava mai i capelli. Ed alcuni attori hanno riferito che, durante le riprese del film "The Mexican", si mise la stessa camicia per parecchi giorni di seguito. Ma veniamo alla musica. Il più puzzone, al numero 4, sarebbe David Bowie: pare che un tempo il Duca Bianco si facesse la doccia una sola volta alla settimana. Al numero 7 c'è Christina Aguilera, la quale
quando è in albergo non toccherebbe mai saponetta e shampoo. Dopo i Metallica, noni, per i quali non troviamo alcuna "spiegazione", chiude la Top 10 Bob Dylan. L'accusa, a dire il vero, risale a parecchi anni fa: Jagerbrand afferma che la relazione del Profeta di Duluth con Joan Baez terminò perché lei non sopportava più il fatto che lui non si lavasse mai.

Mah!
Michele "Napoleon in rags"
ps: comunque De Sica figlio aveva ripreso questa cosa in un film con Pozzetto in cui Christian faceva la parte di una sorta di vagabondo puzzolente, grande amico di Bob Dylan (diceva lui!). Non ricordo il titolo del film. Comunque non doveva poi essere così puzzolente Bob se Joan gli stava sempre appiciccata. Al riguardo ecco una bella foto con commento.


Joan Baez: "I love you"
Bob Dylan: "I'd love another drink"


2610) è possibile vedere in internet il videoclip per intero della pubblicità veneziana?
Grazie

Simone Zaccagni

Ciao Simone
Expecting rain ne aveva linkato uno di 30 secondi. Non so se da qualche parte è disponibile intero... Qualcuno lo sa?
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2611) Non riesco a votare le 10 migliori canzoni od i 10 migliori album, perchè non saprei proprio escluderne tanti, ma a livello di copertine non ho dubbi: John Wesley Harding con i due indiani ed il falegname che gli stava rifacendo gli infissi a casa...

Simone Zaccagni

Ciao Simone
ok, ho aggiornato la pagina relativa. A proposito è da un po' che non votate per le copertine... Fatevi sentire!
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 

2612) Michele potresti per favore pubblicare il testo in lingua inglese della recensione di Phil Ochs relativo ad 'Hattie Carroll'? Vorrei pubblicarlo su un nuovo sito di Dylan. Grazie.
Mario

Ciao, ok eccola qui.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"

The Art of Bob Dylan's ``Hattie Carroll''
by Phil Ochs
From Broadside 48 July 20 1964; page 2
`After Judy Collins' N.Y. Town Hall concert in which she performed Bob Dylan's ``Hattie Carroll'' (BROADSIDE #43), I overheard a well-known commercial folk singer criticizing it as ``another one of those black and white songs.'' Another act I know said the song was no good because it was too preachy.

It's a sad comment on the folk community when normally intelligent people can totally misunderstand such an important work. I believe this song could add a new dimension to topical songs that has been missing too often in the past. I'd like to use the song as an example to some of the writers who contribute to BROADSIDE.

There are many pitfalls that Dylan might have fallen into while treating such a delicate and difficult subject. It would have been easy to describe the event and ask, ``Wasn't that a terrible shame, don't let her die in vain'', and put the usual sarcastic ``land of the free'' line at the end. I think this all too simple artless approach is what the LITTLE SANDY REVIEW critics are rightfully opposed to.

In line after poetic line Dylan brings out all the pathos and irony of a tragic crime. He never gets trapped trying to fit a thought into a prescribed rhyme form. What more effective beginning could he have chosen than to use the sound of the name William Zantzinger and the description of the weapon, ``with a cane that he twirled round his diamond ring finger,'' to carry over to the man?

He gives the setting in the first verse and asks that those who would shed a tear over the murder to wait and listen to more. In the second verse he describes Zantzinger's connections with ``high office relations in the politics of Maryland who reacted to his deed with a shrug of the shoulder.'' Once again he deftly understates the evil, never making the mistake of calling him a brute or coward and ruining the narration.

Dylan describes Hattie Carroll as a ``maid of the kitchen'', not a downtrodden maid or a poor Negro woman. He brings out the pathos or her life perfectly with ``she never sat once at the head of the table.''

The description of the murder has to be one or the classics of American folk music: ``the cane sailed through the air and came down through the room, doomed and determined to destroy all the gentle, and she never did nothing to William Zantzinger.'' I listened to Bob's third record with him before it was released, and the song that moved him most was Hattie Carroll.

The use of poetry is paramount to his effective narration, and one of his most important techniques is that he always avoids the obvious. Probably the main thing wrong with so many or the songs sent to BROADSIDE is that they overstate the obvious when it doesn't need to be stated at all.

In the last verse, Bob reaches new heights by describing the judge's pounding of his gavel with the following ironic points: ``to show that all's equal'' and that ``the courts are on the level'', and that ``even the nobles get properly handled'', ``the strings in the books ain't pulled and persuaded'', and the ``ladder of the law has no top and no bottom''. Then the judge stares at the man ``who killed for no reason'', ``and spoke through his cloak most deep and distinguished, and handed out strongly for penalty and repentance, William Zantzinger with a six-month sentence.'' And the chorus ends bitterly, Now is the time for your tears.'' With all this he leaves the listener stunned with a sense of injustice.

The understatement, the subtle lyric, the ironic twist, are demonstrated time and again through out the song. There is no empty cry of shame, or bland pleas for decency. There is no justification for a bad song no matter how important the cause, and I sincerely hope some or the BROADSIDE songwriters will learn some of the lessons taught so well in ``The Lonesome Death of Hattie Carroll.''


2613) Ciao sono Giorgia, sono alla ricerca di commenti sul testo Masters of War per una tesina, qualcuno mi può aiutare?

"jiorgia21" <jiorgia21@libero.it>

Chi puo' aiutare Giorgia? 


2614) Ciao a tutti "ragazzi".
Io latito da un pò ma spero di rientrare nel circolo (virtuoso..) fra non molto e ...con qualche novità.
Nel frattempo , e a causa di sopraggiunti impegni (le solite sorprese del week-end...) , chiedo :
-c'è qualcuno che scambia con me i biglietto di Padova/Strà con Como ?? (Per capirci io ho già
da tempo in tasca quello per Padova...e , quel venerdì , ho qualche problemino..).
oppure
-qualcuno è interessato al mio ticket di Padova?? (vincolo però questa offerta al fatto che io riesca
a trovare ancora disponibilità su Como...).

Intanto vi abbraccio tutti e .. a prestissimo!

TONI "Albatros"

Ciao Toni
avevo già messo l'annuncio nel Cosa c'è di nuovo di MF. Lo ripropongo qui per sicurezza.
Ci vediamo ai concerti.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2615) Hola a toda la Farm dalla capitale española! Qui a Madrid la Boda Real (il matrimonio reale) e' appena finito (si e' tenuto sabato 22...), ma la "fiesta" non e' che all'inizio! Che posto incredibile, amigos! Quasi quasi mi trasferisco qui a vivere...
Un abrazo a todos!!!

Stefano "Red Lynx"

Ciao Stefano
beato te! Anche perchè... spanish is the loving tongue...
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2616) ciao a tutti, ho acquistato il biglietto per il Concerto a Stra. Sapete se il posto unico è in piedi o in sedia?

Ciao,
suppongo in piedi.
Qualcuno lo sa? Fateci sapere!
Michele "Napoleon in rags" 


2617) Ciao Michele,
questo è il link ad uno degli articoli dedicati a Dylan su Rai Libro:
http://www.educational.rai.it/railibro/articoli.asp?id=404
nella stessa pagina sono linkati anche gli altri articoli.
Carlo "Pig"

Grazie Carlo
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2618) Ed ecco un'altra notizia inviatami da Sal:

Inedita ed improvvisa alleanza tra Olivia, la vedova di George Harrison, e Barbara, quella di Roy Orbison. Le due donne, riferisce l'emittente radiofonica statunitense Arrow FM 93.1, stanno lavorando assieme su un progetto audiovideo, probabilmente un DVD, che conterrà materiale vario dei Traveling Wilburys. L'estemporaneo gruppo comprendeva, oltre ai due defunti, anche Tom Petty, Jeff Lynne e Bob Dylan. I musicisti si incontrarono per registrare il lato B del singolo "When we was Fab" di Harrison, ma la sessione andò così bene che decisero di fare qualcosa tutti assieme. Ne risultò un album, "volume 1", che nel 1988, dopo essere stato propulso dal singolo "Handle with care", entrò nella Top 20 britannica e nella Top 5 statunitense. Il lavoro che le vedove stanno assemblando dovrebbe raggiungere i negozi entro la fine del corrente anno.


E chiudiamo con l'ultima foto ricordo dalla due-giorni romana con tre animali sulla spiaggia...

2619) Stiamo vedendo tutti assieme la pagina sulla due giorni romana davvero eccezionale..... però di questa foto di ieri al mare che ne pensi?
Anna "Duck", Carlo"Pig" e Elio "Rooster"

It's very nice to stay a week or two ... on the shores of sunny Italy!



 
 


clicca qui



Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION