parte 180
Lunedì 15 Settembre 2003
Vuoi discutere di Bob Dylan, della sua musica, della sua storia?... 
Hai domande da porre, storie da raccontare, emozioni da condividere,  sul grande Bob o inerenti la sua  musica e la sua vita? Scrivi a spettral@tin.it e le tue mail saranno pubblicate in queste pagine ogni lunedì.
Il curatore di questa pagina si riserva di pubblicare o meno, del tutto o in parte, le mail spedite a questa rubrica in relazione alla forma ed ai contenuti delle stesse, tagliando o cestinando quelle che dovessero contenere frasi ritenute non pubblicabili o argomenti non inerenti la rubrica stessa.
Napoleon in rags

1999) Ciao a tutti!!!
Prima di iniziare questa puntata della posta di MF un sentito oltre che doveroso ringraziamento per la bella serata di sabato scorso ad Urbania, la prima della manifestazione 70's Flowers - Racconti e miti di una rivoluzione nell'ambito del Musica Maestra Festival. Una serata dedicata a Bob Dylan alla quale il sottoscritto è stato invitato in rappresentanza di Maggie's Farm, accompagnato dalla Vecchia Guardia costituita da Anna Duck e Carlo Pig. E' stato un grande onore per me partecipare, oltre che un grande piacere naturalmente, e contribuire con il mio modesto apporto di fan e collezionista ad uno splendido spettacolo accanto a mostri sacri e personalità di spicco come Riccardo Bertoncelli, Tito Schipa Jr, Alessandro Carrera e Francesco Meli.
Un grazie a Riccardo Bertoncelli che ha presentato in maniera impeccabile e che mi ha concesso anche molto spazio, più di quanto forse fosse dovuto. Tito Schipa Jr mi ha fatto letteralmente venire i brividi con la sua versione di Mastri Guerrai ed ha ricevuto giustamente l'ovazione di noi che eravamo dietro le quinte e l'applauso entusiasta del pubblico in platea. Tito ha oltre tutto recitato da par suo una delle cose più belle scritte da Bob, quella poesia utilizzata a mò di liner notes per l'album Joan Baez in concert. Un grazie sentito anche a Francesco Meli, professore universitario, docente di Letteratura Americana, con il quale ho parlato a lungo condividendo dietro le quinte l'emozione di dover entrare in scena da un momento all'altro (come si evincerà dal mio racconto della serata - prossimamente su MF - si è trattato infatti di un vero e proprio spettacolo teatrale). Meli ha tenuto un interessante discorso sullo scenario sociale e politico di quegli anni.
Ed un grazie ai Cheap Wine che hanno eseguito alcuni brani di Dylan veramente potenti.
Ma il grazie più grosso va soprattutto alla perfetta "padrona di casa" Lucia Ferrati, vera anima della manifestazione, il cui lavoro è stato a dir poco perfetto e che ringrazio ancora per aver voluto invitarci a questa splendida serata dando spazio nel corso di un evento di tale prestigio alla nostra piccola fattoria.
Michele Murino


2000) Caro Michele,
Questa mia missiva è per salutare il grandissimo Warren Zevon, un cantante a
dir poco straordinario che si è purtroppo spento dopo la sua
lunga battaglia contro il male di cui tutti sappiamo. Come Warren non ne
fanno, e non ne faranno, più, e questa non è una frase fatta: il suo humour
macabro e lucidissimo, il suo sarcasmo pungente, la sua visuale del mondo e
la sua musica è davvero unica, diversa e magica, in un mondo in cui tutti
giocano a copiarsi, sono una lezione per ogni cantautore, come ben sa il
nostro amato Bob, che lo ama tanto da averlo omaggiato con diverse cover dal
vivo (cosa per lui straordinaria!) nella scorsa tournée. Io per parte mia
posso solo incoraggiarvi a correre ad acquistare il nuovo album di Warren,
appena uscito, "The Wind": se ancora non lo conoscete come artista avrete
una bellissima sorpresa, una di quelle nuove amicizie che tanto giovano alla
mente e allo spirito.
Addio Warren, anzi arrivederci, Mr. Bad Example: sei stato il più grandioso
"cattivo esempio" che tutti noi abbiamo mai conosciuto, quello di cui
avevamo davvero, davvero bisogno. Grazie di tutto!

Beni Hamster

Grazie a te Beni e se non lo avete letto qui trovate un bel ricordo di Warren Zevon scritto per MF proprio da Benedicta.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2001) ciao Michele
per rispondere a una domanda fatta il cofanetto con i 15 cd si trova a 147 sterline su amazon.co.uk che
è minore del prezzo attualmente applicato su amazon.com
ci sono poi altri siti americani però dove costa ancora meno (cd universe.com e  deepdiscountcd.com)

Michele Talo

Ciao Michele
e grazie per la risposta (naturalmente Michele si riferisce ai SACD di Dylan di cui ci chiedevano notizie nella scorsa Talkin')
Michele "Napoleon in rags" 


2002) Ciao Michele,
ti invio un mio aneddoto sul non incontro con Bobby. La tournee era quella del 1987, con Tom Petty e Roger McGuinn a suonare prima di lui e poi a dividerne il palcoscenico. L'appuntamento milanese era all'Arena, il 4 ottobre. Era il mio terzo concerto di Bobby, dopo i due ormai storici del 1984 a Verona (la prima data) e a Milano-San Siro.
Ci andai con un mio amico e la mia ex professoressa d'inglese del liceo. Gasato per la compagnia e per l'evento, mi godevo quel pomeriggio di sole sui gradoni che una volta avevano salutato le grandi imprese dell'atletica italiana ma che da tanti ormai passavano il tempo a prendere solo il sole e la pioggia. Eravamo seduti proprio a ridosso della tribuna stampa. Seduti piuttosto comodamente perché l'Arena era ancora praticamente vuota quando sul palco salì Roger McGuinn e solo poco più colorata quando ci fu l'esibizione di Tom Petty. Fu proprio durante l'esibizione del primo che dissi alla mia professoressa: «Lo vedi quel tizio là? Quello là, quello da solo col giubbotto scuro? Ha in testa un cappello di vimini che ricorda tanto quello usato da Dylan quando è venuto in Italia per la prima volta tre anni fa.» Non mi ricordo cosa rispose lei, ma solo che continuammo a parlare del più e del meno in attesa del concerto dell'artista di cui il suo ex studente parlava, parlava, parlava, parlava (e le registrava cassette, cassette, cassette) quando era in sua compagnia (a distanza di anni mi sorge la sensazione che venne al concerto per sfinimento).
Poi appunto il concerto. Poi il giorno dopo. Più giornali possibile per leggerne la recensione. Una in particolare mi bloccò il respiro. Non tanto per l'illustre e adorabile firma che parecchie vite ha alimentato con la testimonianza di quell'America che tanto ci ha scavato dentro (sto parlando di Fernanda Pivano naturalmente), ma per un aneddoto che la stessa Pivano segnalò per dimostrare che the times they are a-changed. In sintesi (e con parole più profane delle sue) il pensiero: «Volete un esempio di come i tempi sono cambiati anche per Bob Dylan? Ricordatevi solo che ancora qualche anno fa non poteva uscire da casa senza trovarsi un esercito di fan al seguito. Ieri invece, giubbotto scuro e cappello di vimini in testa, si è messo sui gradoni dell'Arena, a poca distanza da un'ancora vuota tribuna stampa, ad ascoltare uno dei concerti di apertura al suo. Ad ascoltarlo in santa pace, senza che anima viva lo riconoscesse e gli andasse vicino anche solo per salutarlo.»
Avete capito? Era Dylan lo stesso tizio che avevo fatto notare alla mia professoressa per il suo strano cappello. A qualche metro da me. E neanche io lo riconobbi. Lo avessi fatto e mi fossi avvicinato a lui con ogni probabilità mi avrebbe regalato un grugnito, ma volete mettere? Anche questo avrebbe fatto curriculum e lo avrei potuto far valere a mio piacimento con qualche bella ragazzotta a cui, in tono solenne, avrei fatto capire di che personalità si trovava al cospetto, uno insomma mandato a quel paese da Bob Dylan. E chi mi avrebbe potuto resistere allora?
Niente. Uno dei miei grandi amori artistici tutto bello e riposato ad ascoltare il concerto di un suo caro amico. E io che mi occupo del suo cappello. Ma va a ciapà i ratt Corrado!

Corrado "The Elephant"
 

Grazie al nostro "Elephant"... Davvero bello il racconto... E' quello che sostengo sempre anche io... Volete mettere esser mandati al diavolo da Bob! Io non vedo l'ora...
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2002) Care amiche ed amici,
vi scrivo per informarvi su alcuni miei concertini a settembre a Roma insieme ad alcune/i amiche/i e
colleghe/i ai quali vi invito caldamente a partecipare perché ritengo ne valga la pena.
Il luogo è la festa della Rinascita ai mercati generali, sul palco piccolo vicino all'enoteca (Folkenoteca).
Il contesto è una rassegna di interpreti e di programmi folk, rock e d'autore che durerà praticamente
tutto il mese, proponendo ogni sera artisti e generi diversi, sempre originali ed interessanti.
Per quanto mi riguarda, ecco le mie date.
- venerdì 12, assieme ad Antonella Giaccaia Lo Cascio eseguiremo un programma di canzoni italiane
(gruppi progressive e cantautori impegnati) rigidamente anni 70 (chi mi conosce sa che sono un
dogmatico 77ino);
- giovedì 18 avrete poi la possibilità di sentire una delle voci del folk americano più belle che ci siano
sulla piazza, quella di Manola Colangeli, che eseguirà insieme a me il programma tipico del nostro
gruppo - gli OLD BENCH - che spazia dal folk traditional americano per toccare la grande produzione
dei folksingers degli anni 30, 60 e - bisogna dirlo? - 70;
- giovedì 25, infine, col mio vecchio pard Antonello "Dylan Doc" Amalfitano suoneremo canzoni
americane con forti punte di Dylan e di West Coast.
Come vedete, non c'è che l'imbarazzo della scelta.
Ci vediamo ai mercati generali. Un abbraccio collettivo. Ciao.
Voster, semper voster, Franco Fosca

Ciao Franco
ok, messaggio ricevuto!
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2003) ciao michele, sono luca. senti, non è che tu sai se ci sono dei siti contenenti traditional americani???? e semmai ci sono nei negozi delle raccolte di traditional??? grazie

Ciao Luca
Purtroppo non sono molto informato. Qualcuno può scrivermi per dare una mano a Luca... Grazie in anticipo.


2004) Volevo segnalarti un paio di cosette nella pagina
http://www.maggiesfarm.it/bell.htm

- nella foto ci sono 5 persone ma ne nomini solo 4: quello in basso è Carlo
Talamini, nostro "vicepresidente", anche lui ha partecipato molto più di noi
altri a organizzare la serata, con Michele Talo;

- il link all'articolo sul quotidiano locale "Corriere delle Alpi" è
scaduto, ma io l'ho salvato, quindi se vuoi puoi cambiare il link a:
http://it.geocities.com/bl_dylan/piloni/piloni2.html

Ciao.
Francesca

Ciao Francesca
ok! Grazie per le segnalazioni. In effetti non conoscevo il nome di quella persona e dunque lo avevo omesso. Provvederò ad aggiungerlo al più presto così come per il link che mi segnali.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2005) Ciao Michele
Ecco la copertina di mucchio selvaggio extra in edicola nella terza decade di settembre
Elio "Rooster"
 

Il secolo di Bob Dylan

Assieme ai Beatles, Bob Dylan è stato senz'altro l'artista rock che più di qualsiasi altro ha influito sulla
cultura e sul costume della sua epoca. In queste pagine ci siamo concentrati sui suoi favolosi anni '60,
spingendoci peraltro anche fino ai giorni nostri.

Ciao Elio
ok grazie!
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2006) Ciao a tutti,
non riesco a trovare in commercio il video del "Bob Dylan 30th anniversary concert" qualcuno può
aiutarmi?
Marina

techno_r@libero.it 


2007) Ciao Michele ti segnalo che
Rockin'In The Free World (sito di Neil Young) si è trasferito al nuovo indirizzo
http://rusty81.altervista.org/Index.htm
ma non dimenticate anche il redirect, più comodo da ricordare.....
http://www.rockinfreeworld.webitaly.net/

Queste le principali novità presenti con il nuovo update:

Revisione della discografia e inserimento nuove recensioni

Recensione del nuovissimo Greendale (a cura di S.Esposito)

Greendale: un analisi (a cura di S.Esposito)

Greendale: Neil racconta la storia - I testi (Traduzioni in arrivo)

Greendale (CNN Italia)

Articolo da Billboard + altri aggiornamenti

Intervista a Neil (Engl)

Intervista a Neil Young (English)

Recensione di On The Beach (a cura di S.Esposito)

Recensione di American Stars n' Bars (a cura di S.Esposito)

Le Rarità di CSN&Y

I Tour della Reunion CSN&Y (odds & ends)

Recensione del libro di traduzione testi a cura di Marco Grompi (WEB)

Aggiornamento Set List del nuovo tour

Talkin Loner

Completamento della sezione testi e traduzioni

Il WEBMASTER
Salvatore Esposito

Ciao Sal,
ok provvedo a modificare il link. Grazie.
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2008) Ciao Michele,
un altro grande se n'è andato.... Johnny Cash

ciao Emanuele "Louse" 


2009) Ciao Michele
qui c'è una pagina che annuncia la morte, questa mattina, di Johnny Cash

http://www.rockol.it/News.asp?idnews=56716

A presto,
Giorgio Brianese


2010) Caro Michele
ti scrivo dopo tanto tempo e mi dispiace di essere stato assente
e purtroppo ti scrivo per una notizia che rattristera' certamente i veri dylaniani..
non so se hai gia sentito della morte di Johnny Cash.
Una grandissima perdita per il mondo della musica (non solo folk).
So dirti solo questo, per ora.
A presto (c'e' gia qualche idea di organizzazione per la data di Roma? Non vorrei finire per andarci da
solo, mi fai sapere come vi state organizzando? grazie!)

Ciao

Pierpaolo "MrMouse"

Ciao ragazzi
ho saputo di Cash grazie ad una telefonata di Salvatore Eagle mentre ero impegnato nella serata dylaniana ad Urbania e sono rimasto molto colpito anche io. Domani dedicheremo ampio spazio a Johnny Cash su MF grazie proprio a Sal.
Per MrMouse: per Roma naturalmente ci si incontrerà. A tempo debito su MF metteremo l'annuncio preciso del luogo d'incontro. A presto dunque.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2011) Ciao!
Qui c'è l'articolo che "il manifesto" ha dedicato ieri alla scomparsa di Johnny Cash:

http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/13-Settembre-2003/art94.html

e qui il ricordo pubblicato in rete da "Rockol":

http://www.rockol.it/News.asp?idnews=56723

Qui invece trovi la recensione di "Rockol" a "The wind" di Warren Zevon:

http://www.rockol.it/Recensione.asp?idrecensione=2531

A presto,
Giorgio Brianese

Ciao Giorgio
grazie per la segnalazione
Michele "Napoleon in rags"


2012) Caro Michele
queste poche righe solo per dirvi che la "battaglia" intrapresa qualche tempo fa dal sottoscritto (e non
solo) con quella "famosa" rivista musicale, cui avevo solo accennato in una delle mie prime mails, si è
virtualmente conclusa (come direbbe Pizzul...) "a favore della causa".
Nel senso che, dopo ben 10 numeri e quasi 2 anni di ritardo, il "Mucchio Selvaggio Extra" (questo il
nome della "misteriosa" rivista) si è finalmente deciso a pubblicare "qualcosa di consistente" su Dylan. Il
n.11 della suddetta rivista (in uscita a fine settembre) conterrà infatti un lungo articolo (a firma Testani
e Cilìa) dedicato nientepopodimeno che al "più grande scrittore rock di tutti i tempi", cioè al "Nostro".
Aspettate e vedrete!!! Prima di chiudere solo altre due cose; la prima è che mi dispiace tanto per la
scomparsa del grande (anzi grandissimo) Johnny Cash e che vorrei unirmi idealmente al dolore di Bob e
di tutti i dylaniani del mondo in questo triste momento. Ci mancherai molto vecchio Johnny! La seconda,
invece, riguarda l'osservazione di Marco a proposito della nuova canzone di Ben Harper "Diamonds on
the inside". Effettivamente anch'io ho avuto la medesima sensazione la prima volta che l'ho sentita.
Questa canzone è incredibilmente somigliante a "I shall be released". Se uno non conoscesse bene le
parole della canzone di Dylan potrebbe addirittura scambiarla per una sua cover! Ho anch'io il vago
sospetto che il "buon" Ben si sia, non ispirato, ma più che ispirato al più celebre motivo di Bob!!! Voi
che ne dite?

Ciao a tutti da Cagliari! A presto!

Stefano

Ciao Stefano
ok per la canzone di Ben Harper che prima o poi riuscirò a sentire anch'io.
Per il resto grazie per la tua opera di convincimento :o)
Ora prova a convincere la Rai a mandare in onda Renaldo and clara in italiano ;o))))
Ciao
Michele "Napoleon in rags" 


2013) Il suonatore Jones e altre storie - Viaggio nella canzone d'autore

I "Servi disobbedienti"
(Roberto Petruccio e Marcello Canzoniere, organizzatori del ciclo "Anime Salve - Canzone d'autore", in programma ogni giovedì al "Vicolo De' Musici - Folkosteria")

presentano:

"Il suonatore Jones e altre storie..."

Rassegna di concerti dedicati alla canzone d'autore e al folk

Dal 5 al 28 Settembre alla "Festa Nazionale della Rinascita" (Roma, Via Ostiense, area degli ex Mercati Generali) presso lo  spazio "Folk-enoteca".

Programma dal 15 al 19 Settembre:

- Lunedì 15 Settembre:

Lilli e il vagabondo (Cristina De Laurentiis [Voce], Marco De Annuntiis [Chitarra e armonica]) - Cover Folk-rock.

 - Martedì 16 Settembre:

Filippo Lombardo in "Tra la Via Emilia e il West - Viaggio in Italia e oltreoceano...".

- Mercoledì 17 Settembre:

I Servi disobbedienti in "Da San Siro a Spoon River - Cover dei cantautori italiani e brani inediti".

- Giovedì 18 Settembre:

Orfeo cantore (Franco Fosca e Antonella Giaccaia) in "Canterò soltanto il tempo...- Rassegna di canzoni degli anni '70".

- Venerdì 19 Settembre:

Littlebeatle in "The ballad of apple - Omaggio ai Beatles".
 

Inizio concerti: ore 22.00
Per info: www.servidisobbedienti.net
Roberto (Servi disobbedienti) 328/2874962

Potete trovare il programma completo sul nostro sito
www.servidisobbedienti.net, che debutterà in rete nei prossimi giorni.

Prima di salutarvi vi diamo un'altra notizia: a metà Settembre riaprirà il "Vicolo De' Musici - Folkosteria" e da Ottobre avrà inizio la nuova stagione di serate dedicate alla canzone d'autore.

Vi aspettiamo!

A presto.

Roberto Petruccio e Marcello Canzoniere, i "Servi disobbedienti".

P.S.: Visitate il nostro sito!
 
 

vuoi replicare alle discussioni di questa pagina?
vuoi proporre nuove discussioni ?
vuoi porre domande o parlare di Bob?
scrivi a
spettral@tin.it
vuoi scrivere articoli su Dylan?
Mandali sempre a spettral@tin.it
e saranno pubblicati nella sezione
COME WRITERS AND CRITICS...
clicca qui

 
WHEN WE FIRST MET...
La "prima volta" con Dylan
Raccontate il vostro primo "incontro" con Bob ed i vostri racconti appariranno in questa rubrica...

Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it

 
BUONGIORNO
PRINCIPESSA!
sito dedicato a Nicoletta Braschi
clicca qui



MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------