parte 138
Lunedì 11 Novembre 2002


Vuoi discutere di Bob Dylan, della sua musica, della sua storia?... 
Hai domande da porre, storie da raccontare, emozioni da condividere,  sul grande Bob o inerenti la sua  musica e la sua vita? 
Scrivi a spettral@tin.it e le tue mail saranno pubblicate in queste pagine ogni lunedì.
Il curatore di questa pagina si riserva di pubblicare o meno, del tutto o in parte, le mail spedite a questa rubrica in relazione alla forma ed ai contenuti delle stesse, tagliando o cestinando quelle che dovessero contenere frasi ritenute non pubblicabili o argomenti non inerenti la rubrica stessa.
Napoleon in rags

Apriamo questa puntata con una mail del neo-maggiesfarmiano Alexan "Wolf" (che ha spodestato Anna "Duck" al primo posto nella pagina della Fattoria) e che ho conosciuto nell'ultima reunion di Maggie's Farm a Chiasso

1395) ciao Michele
scusa il ritardo, ma scriverti prima non è stato possibile

volevo intanto ringraziarti per la bellissima giornata di Chiasso
(...)
(Alexan, ho perso il tuo indirizzo e-mail... Me lo puoi ridare così ti comunico l'indirizzo e mail che mi chiedi?...)

sarà stato per il "lavaggio del cervello" di domenica pomeriggio, ma - non
scherzo! - tra domenica e lunedì ho sognato bob
ieri ho ascoltato le NY sessions di BOTT, ma è stata una cosa veloce - ci
ritornerò nei prossimi giorni

ti segnalo un CD Jazz di Michael Moore uscito quest'anno, o forse nel 2001,
per la IRD (magari già lo conosci oppure non è rilevante) - s'intitola "Jewels
and binoculars: the music of Bob Dylan", è tutto strumentale (2 componenti
- cb e perc - oltre al leader che suona i fiati) - e questa è la scaletta
dei brani:
i pity the poor immigrant
4th time around
visions of johanna
dark eyes
two soldiers
highway 61 revisited
with god on our side
dear landlord
sign on the window
percy's song
boots of spanish leather

ho letto la mail di Vites sui concerti - effettivamente non mi stupirei
che Bob abbia un po' di nausea nel rifare Blowin' In The Wind e non ci troverei nulla di
male se la omettesse dai suoi concerti, tuttavia da fan non saprei rinunciare
a LARS o AATW / e allora non so come se ne possa uscire

spero di rifarmi vivo presto
saluti

alexan wolf

Ciao Alexan.
Grazie per la segnalazione del disco. Aggiornerò in settimana la pagina delle covers.
Sul discorso di Paolo e la stanchezza di certi pezzi: proprio ieri l'altro Anna "Duck", con cui sono andato a vedere il concerto di Odetta a Gallarate (assieme alle "elvetiche" Beni e Liaty), mi ha dato un cd fatto in casa con i pezzi "nuovi" recenti di Bob, vale a dire le 4 covers di Zevon, quella di Neil Young, quella degli Stones e - se non sbaglio - una di Van Morrison (non l'ho riconosciuta però), più la recente You're a big girl now e qualche altra. Nel viaggio di ritorno ad Aosta me lo sono sparato nel lettore dell'auto e non ho potuto fare a meno di pensare alla mail di Paolo. In effetti sembra proprio che Dylan, quando canta questi pezzi, abbia un approccio nettamente migliore, più entusiasta, più fresco, più convinto. Tutte cose queste, l'entusiasmo, la freschezza e la convinzione, che sembrano spesso venirgli meno quando deve fare i suoi greatest hits. Paolo scriveva a proposito dello scarso brio del recente Dylan: "Lo testimonia un fatto: in questo tour autunnale del 2002 le cose migliori sono le cover (sì, anche l'orrenda The End of The Innocence è cantata benissimo, con un vigore e una freschezza sorprendenti), mentre invece i suoi brani sono a mio avviso buttati là, svaccati, stonati... Non ne può più lui stesso, è evidente". Non ho ascoltato "The end of innocence" ma posso dare il mio appoggio incondizionato a queste parole per quanto riguarda le altre. Mutineer è veramente bella, Dylan la fa davvero con entusiasmo, come "Boom Boom Mancini" e le altre. Secondo me comunque il fatto è anche un altro, ed è legato agli arrangiamenti dei greatest hits di cui sopra (Blowin', Lars e compagnia) che di fatto è diventato eccessivamente monotono, proprio perchè sempre lo stesso, o quasi. Forse Bob potrebbe almeno tornare a qualche arrangiamento un pò diverso, soprattutto per Blowin'.
Paolo scriveva ancora: "Oppure (Bob) prende ancora più coraggio e fa chessò un tour da solo con un pianoforte (vero, non le tasterine elettroniche...) o magari chitarra acustica. Lo hanno fatto tutti, da Neil Young a Springsteen, perché non lo può fare anche lui??". E mi è venuta in mente questa frase sempre sabato sera, proprio al concerto di Odetta, che era appunto da sola sul palco, accompagnata solo da un pianista, e ha dato a me, Anna, Beni e Liaty sinceramente i brividi, con un concerto entusiasmante (ha fatto anche alcuni pezzi "dylaniani", tra virgolette, "Dink's Song" ed una "Roberta" con strofe di "Alberta". Mentre la vedevo cantare da sola (a 72 anni, solo con la sua voce ed un accompagnamento al piano) ho pensato: "Che sogno sarebbe se al suo posto ci fosse Bob da solo con il piano, o con la chitarra).
Anna "Duck" non condivide la mia idea, e sostiene che un Dylan senza band sarebbe improponibile, o comunque a lei non sembrerebbe il vero Dylan... Che ne pensano gli altri mfarmiani in ascolto?
Ciao Alexan e al prossimo incontro,
Michele "Napoleon in rags"
ps: comunque il discorso relativo alla mail di Paolo prosegue con la mail di Elio "Rooster" qui sotto...


1396) Ciao Michele, portare avanti un discorso su Dylan in maniera critica mi è sempre risultato difficilissimo: è il mio idolo, lo considero il più grande Artista di sempre, qualsiasi cosa fatta da lui a me piace, e, quando si parla di lui, l’ho gia detto altre volte, le dosi minime di equilibrio, imparzialità e critica, che molti in generale mi riconoscono, vengono a mancarmi totalmente. Quello che penso di Dylan è così talmente di parte che preferisco parlarne poco; ascolto musica da sempre, adoro diversi altri artisti sui quali saprei distinguere e esprimermi più razionalmente, ma per Dylan non è così.
Per me niente si può criticare o suggerire ad un personaggio totalmente al di sopra delle parti, che se avesse fatto la metà di quello che ha fatto, e che continua a fare, sarebbe già di gran lunga da considerare come il più importante personaggio di sempre nella storia della musica. Ritengo la sua carriera un qualcosa che mai nessuno potrà minimamente paragonare a quella di qualsiasi altro musicista; una carriera che, a mio parere, ad eccezione dei primi anni, sino a Blonde on blonde, non è nemmeno più inquadrabile da un punto di vista logico, sequenziale, cronologico, ma che va vista come una serie di fasi imprescindibili, l’una collegata all’altra ma, un pò come le strofe di Tangled up in blue, montabili e ricomponibili a scelta, fermo restando il filo conduttore. Dylan non si può, per me, giudicare per una sola di queste fasi, perché la sua opera va vista in termini globali, per quello che questo insieme di cose ha saputo rappresentare per tutti quelli che hanno avvertito quelle emozioni e quelle sensazioni che solo le canzoni di Bob possono dare.

Probabilmente esagero, lo ripeto ancora, ma per me è così. Devo ammettere, comunque, che negli ultimi tempi ho letto diverse considerazioni a sostegno di concetti così integralisti che mi hanno fatto decisamente piacere: Tom Waits che dichiara che di Dylan, per lui, sono fondamentali pure i fruscii dei bootlegs; Pete Townshend dei Who che, al giornalista che gli chiede quale fosse stata l’importanza di Dylan nel suo percorso musicale, risponde “tanto valeva che mi chiedevi io per quale motivo sono nato!”; un lettore di mucchio selvaggio che scrive di aver ascoltato 23 volte, nella stessa giornata, Just like a woman e si chiede se a Bob non gli dobbiamo tutti portare le valigie; Elliott Murphy che sostiene che oggigiorno i concerti di Dylan sono spesso più interessanti dei dischi dai quali provengono le vecchie canzoni, e che di concerti di Bob non puoi perdertene uno, perché ogni notte può essere la notte giusta; Carlo Feltrinelli che, al dubbio postogli in un'intervista sulla possibilità che i cinque volumi di Chronicles che si è aggiudicato nella versione in italiano stronchino anche il più incallito dei dylaniani, risponde che quando finalmente a Dylan daranno il Nobel, tutti smetteranno di averli, questi dubbi; Michele Murino, che ritiene Down in the groove e Self portrait migliori di qualsiasi album di qualsiasi altro artista!

Io di Dylan credo che si possa parlare all’infinito, e prima di ogni altra cosa rispetto i pareri altrui; ma trovo piuttosto inutile ritenere che lui debba fare questa o quell’altra cosa per il futuro, anche perché ci ha puntualmente smentito nel corso della sua carriera, proponendo sempre quello che mai avremmo immaginato. Spero che Bob non interrompa le sue tournèe, cosa che Paolo Vites, nella risposta nelle ultime talkin' alla mia della precedente settimana, crede che Dylan abbia bisogno di fare; io mi auguro che continui a fare, come ha sempre fatto, quello che più gli va, magari pure dei concerti solo con il piano o completamente senza hits, soluzioni che Vites propone come alternative. Ho scaricato tutte le nuove cover e diversi brani tra i meno frequenti che Dylan sta proponendo, ne è uscito un doppio cd che è di una bellezza disarmante, ma ho ascoltato pure tutti Seattle e Eugene e non ho colto quei segnali di svaccamento e stanchezza di cui parla Paolo.

Sul concerto di Milano dello scorso aprile, bruttissimo per Vites, voglio aggiungere che, a parere mio (e di diversi amici di Maggie’s farm con i quali ero al concerto), fu condizionato solo da quelle luci sparateci negli occhi, ma fu molto buono da un punto di vista musicale, con una particolare scaletta e un Dylan solo più nervoso della sera precedente a Ravenna, ma non così svogliato, sofferente e annoiato come Vites lo descrive. E sono di parere differente anche sul fatto che è entusiasta dei concerti recenti di Dylan solo chi non lo ha mai visto prima o lo ha visto raramente, e che è per questi che Bob va in giro e non per i vecchi, come Paolo e come me: io ho visto il primo concerto di Dylan nel 1981 e l’entusiasmo, pur cambiando ovviamente nel tempo, non mi è mai venuto a mancare, e ai suoi concerti più recenti ho visto entusiasmarsi sempre maggiormente i più vecchi dei ragazzi, questi ultimi magari davvero in attesa della ennesima versione di blowin’ e di like a rolling stone che noi non sopportiamo più.

Un saluto a te, a Paolo e a tutti gli amici della farm.

Elio rooster

Ciao Elio
(a proposito, il cd datomi da Anna Duck di cui parlavo proveniva appunto dal lavoro di "scarica e cuci" di Elio).
Grazie per avermi citato insieme ad illustri personaggi (cui dovrei portare le valigie). Comunque mi prenoto per quelle di Bob (le valigie, intendo)... Anzi mi prenoto anche per disfargliele, riempirgli l'armadio e rimboccargli le coperte... :-)
Chi vuole intervenire al dibattito? Fatevi avanti...
Michele "Napoleon in rags"


1397) Ciao Michele,
ho visto la nuova sezione "Maggie's Basement" (la cantina)!
Io sto cercando il concerto in cd'r di Halifax
06/08/2002
e qualche cosa riguardo il periodo sett-ott-nov 2002
sempre in cd'r.
Stefano

Chi ce l'ha contatti Stefano qui:
tamburino66@yahoo.com


1398) Ciao Michele,
Ho un messaggio brevissimo per te. Cerca di
trovare assolutamente Friends Of Mine di Ramblin' Jack Elliot, a me lo ha
regalato Michela, è stupendo ci sono due o tre capolavori e tutti pezzi
eccellenti tra cui due duetti con il mio secondo mito TOM WAITS! Splendida è
He Was Friend Of Mine in duetto con Jerry Jeff Walker, Friend Of Devil molto
meglio di quella dei Dead in duetto con il Dead Bob Weir e un
incredibilmente bella Walls Of Red Wing in duetto con John Prine. Un Must,
credo però ora si trovi solo di importazione, è datato 1998. Unitamente ti
segnalo l'uscita del nuovo disco dei Wallflowers, Red Letter Days e di The Last Dj Di
Tom Petty, entrambi sono molto suggestivi, quello di Petty è un piccolo
capolavoro, quel matto non sbaglia un colpo.
Salvatore "Eagle"

Sal aggiungeva in una mail successiva:

Ciao Michele,
voglio farti i complimenti per come hai sistemato l'articolo che ti ho
inviato (quello su Pat Garrett and Billy the Kid),
come diceva il caro Totò "la morte sua" sono senza dubbio i fumetti
bellissimi. Forse tu non sai che io sono un divoratore di fumetti italiani,
leggo abitualmente Julia, che è il mio fumetto preferito, poi Brendon,
stupendo per i disegni e i classicissimi Diabolik e Dylan Dog solo nel
periodo estivo. Spesso in Julia si trovano riferimenti musicali, una volta
ho beccato un blues di Robert Johnson, aspetto con ansia un riferimento
dilaniano che prima o poi spero metteranno. Colgo l'occasione già che ci
siamo dove posso reperire il fumetto di Pat Garrett e Billy The Kid e la
storia a fumetti di Bob? So che tu hai una fumetteria quindi chi più di te
può consigliarmi! Dalle mie parti le fumetterie si contano sulla punta delle
dita a Caserta ne ho trovato una ma è praticamente dedicata per intero ai
manga.
Un grosso saluto
Salvatore "tHeEaGlE"



Friends of mine - Red Letter Days - The Last DJ

Ciao Sal,
sono io che devo farti i complimenti per il lavorone su quel pezzo ("Quien Es? Quien Es?" - lo trovate nella sezione "Come writers and critics...").
Il fumetto su Billy the Kid di cui ho riportato un paio di vignette a corredo del tuo articolo è quello che vedi qui sotto. E' del compianto Rino Albertarelli. La versione più facilmente reperibile al momento è quella della Hobby and Work. Io credo di averne ancora una copia, devo controllare. Mandami poi il tuo indirizzo che te la invio.

Comunque, consiglio personale (visto che non lo citi tra le tue letture fumettistiche)... Leggi la prima serie di Ken Parker (numeri 1/59). La migliore serie western che abbia mai letto (ma in generale una delle cose più belle in tutti i campi).
Per quanto riguarda la storia a fumetti di Bob (credo ti riferisca a "Le risposte nel vento in formato poster" di Guarnaccia e Tettamanti) io ho solo la mia copia incedibile. Non credo sia più in commercio. Dovresti cercare nei mercatini dell'usato.
Per la seconda parte della tua mail che ho tagliato in passato avevamo provato ma è stato un fiasco e ci ho messo definitivamente una pietra sopra.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"

1399) Ciao a tutti e grazie ad Alessandro Carrera per aver corretto la mia imprecisa traduzione su Moonshiner. Volevo complimentarmi con lui, sto leggendo il suo "La voce di Bob Dylan, una spiegazione dell'America" e volevo complimentarmi con lui e ne consiglio la lettura a tutti coloro che amano perdersi nelle profondità letterarie, teologiche e musicali del Nostro. Sono solo al secondo capitolo ma ho trovato mille spiegazioni alla quasi inspiegabile Visions of Johanna... Grandissimo Carrera!!! Credo ci vogliano persone del suo livello culturale per portare sempre più Dylan anche nelle università (come è già stato fatto) e tentare (come analizza a lungo nel libro) di spezzare quella sorta di falso muro che separa la canzone dall'esser definita poesia. Punto molto sul lato culturale di Bob, grazie a lui mi sono iscritto al liceo classico ed ogni riferimento letterario che trovavo nelle sue canzoni era una spinta ancor maggiore ad immergermi nella letteratura italiana, francese, inglese, americana, comprendendo come diceva il buon Socrate "So di non sapere..." ;-)
Voglio complimentarmi con il lavoro enorme che sta compiendo Matteo Squirrel. Anch'io ho collezionato diverse covers (esattamente 8 cd in formato cda) forse ho qualcosa che gli può essere utile. Che mi contatti sulle talkin'!!
Complimenti a Napoleon per il suo "Incubo psycomotorio"; figa sta cosa del psicomotorio sa molto di ospedale psichiatrico :))ppp (senza offesa ovviamente!!!!). A parte gli scherzi le traduzioni cantabili le trovo fantastiche, così persone che non sanno l'inglese hanno possibilità di ascoltarle eseguite direttamente da me (per poi essere ricoverate nel suddetto ospedale....)
A proposito del video di Milano 2002 (vedo con piacere richiestissimo!!) ero in prima fila e c'erano diverse persone con microtelecamere fatevi vivi vi preghiamooooo!!!!!!!!!!!!
Diego Dolphin

Ciao Diego,
oooohhhhhh! Finalmente qualche complimento per le mie liriche... Tu canti? Allora perchè non le registri e le metti in mp3 sulla rete?... Sarebbe carino, no? Tutte quelle della nostra sezione "Italian versions"... Anzi a pensarci bene potrebbe farlo anche Alessandro Cavazzuti che già lo ha fatto per quelle in inglese. Che ne dici Alessandro?... So che le nostre versioni non sono paragonabili a quelle di Bob però potrebbe essere divertente (se sapessi cantare, suonare la chitarra, fare gli mp3 e metterli in rete lo farei direttamente io)... Beh io lancio l'idea, poi se qualcuno vuol farlo (al limite mediamente va bene anche De Gregori o Tito Schipa, Jr. o Bubola, comunque... Mi accontenterei perfino di Jovanotti!).
'Sto cavolo di video del concerto di Milano 2002 non ce l'ha proprio nessunooo???
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"
ps: grazie per i complimenti ad Incubo Psycomotorio comunque...


1400)Ciao Michele!
Sono appena tornata da una breve ma intensa vacanza romana....fantastica!
(seguita ovviamente dalla tappa obbligata a Firenze...esperienza meravigliosa,
tutto il giorno mi tornavano alla mente le parole di Bobby di Masters of War...
purtroppo ancora attualissime!)
Allora come ti pare il commento a R&C?
(assolutamente interessante! Lo metto nei prossimi giorni e terrò conto delle tue preferenze per quanto riguarda la scelta delle immagini da mettere a corredo. A proposito, con la Benedicta "Hamster" parlavo domenica scorsa a Chiasso di un suo vecchio progetto, tradurre per Maggie's Farm tutto Renaldo and Clara, dialogo per dialogo, battuta per battuta, titoli di testa e coda compresi... Magari prima o poi ci riusciamo... Magari qualcuno potrebbe aiutarla... Magari in due o tre o quattro persone il lavoro diventa fattibile... Magari...
Che ne dici Beni?)

.......a proposito...a Roma mi sono comprata la nuova biografia di Bobby di Sounes...
....la sto divorando!!!!!!!........ è meravigliosa!!!!
un abbraccio
Eleonora Magpie

ps. come è andata alla reunion?

Ciao Eleo
La reunion elvetica è stata come sempre uno "sciallo" (dove ho già sentito questo termine? :-) ). Come detto nella scorsa pagina della posta alla reunion si è aggiunto un nuovo mfarmiano,  Alexan "Wolf". La giornata è stata deliziata grazie a Carlo "Pig" autore dei video cd dylaniani che ci siamo fagocitati a getto continuo (tra cui uno splendido "Toronto '80" con le canzoni cristiane). Da sballo!!!
A proposito, avete visto il lancio del nuovo Dylan tree del Porcile di Maggie's Farm? No? Allora andate a vedere, ci sono novità elettrizzanti.
Tornando alla reunion, Beni mi ha scattato una foto mentre amoreggiavo con uno dei suoi gatti (Artù... o era Seymour?). La vedrete prossimamente su queste pagine (appena la Beni me la manda). So che non potrete resistere fino a quel momento... So che adesso non dormirete la notte... Allora cercate di ingannare l'attesa ascoltando qualche mp3 di Bob da bobdylan.de
Liaty "Linx" (nota come Layeti Paiseni ai lettori delle strips di "Mummy and Zimmy), sempre alla reunion di cui sopra, ha anche scattato una foto al gruppo totale, con Giulio "Horse", Anna "Duck" and company ed anche quella la metterò prossimamente (Anna Duck mi ha minacciato di non metterla perchè lei - a suo dire - viene sempre male in foto ma io naturalmente farò di testa mia ed al limite sostituirò il suo viso con quello di Sabrina Ferilli).
A proposito degli incontri di Maggie's Farm, Salvatore "Eagle" mi ha scritto tempo fa una mail giustamente "incazzata" in cui diceva più o meno: "Reunion di Maggie's Farm? Ancora a Chiasso? Perchè la prossima volta non la fate direttamente al Polo Nord?!!!".
Naturalmente hai ragione, Sal (soprattutto perchè lui è a Napoli). Allora con il criceto la papera e gli altri abbiamo deciso di organizzarne in primavera una più accessibile anche a quelli che - come diceva Totò - stanno sotto allo stivale... Chessò... potremmo fare Firenze (così suggeriva Liaty) o Roma... Vi faremo sapere... In questo modo si potrebbero aggregare tutti gli altri che finora non hanno potuto partecipare per questioni di chilometraggio autostradale/ferroviario, a cominciare appunto da Salvatore "Eagle" (però voglio dare un consiglio a Michela "Lady Hawk": devi venire assolutamente anche tu perchè è risaputo che alle nostre riunioni è pieno di belle ragazze e dunque bisogna vigilare sulla dolce metà), Carlo "Pig", Elio "Rooster" e gli altri romani (Stefano, Bruno "Jackass" - che se non sbaglio è a Roma, giusto? - e qualche altro che mi sfugge), i napoletani Antonio "Cat", Leonardo "Lion" and company... La pugliese Giulia "Rabbit", Elena "Wallflower" e altri che mi sfuggono al momento. Certo resterebbero tagliati fuori magari quelli del nord est (Papa Mario e gli altri veneti o friulani etc.) però magari se si organizza con molto anticipo e ci si mette tutti d'accordo bene facendo combaciare le date e scegliendo un periodo che vada bene a tutti, potrebbero venire anche loro. Tanto più che ad esempio se si facesse a Roma, ossia la città più bella del globo terracqueo, sarebbe anche l'occasione di una splendida vacanza (una due giorni, una tre giorni, una sette giorni...).
Insomma fatemi sapere (tutti quelli che ho citato e quelli che non ho citato per fretta e dimenticanza). Magari scrivetemi il periodo preferito così vediamo se si riesce a far combaciare le date di tutti.
Okkey?
Michele "Napoleon in rags"


1401) Elio "Rooster" mi invia i testi delle recenti covers di Bob. Prossimamente li tradurrò per la nostra sezione "Testi in italiano". Intanto eccoli in inglese:
 
 

CARRYNG A TORCH

I'm carryin' a torch for you
I'm carryin' a torch
You know how much it costs
To keep carryin' a torch

Flame of love it burns so bright
That is my desire
Keep on liftin' me, liftin' me up
Higher and higher

You're the keeper of the flame
And you burn so bright
Baby why don't we re-connect
Move into the light

I've been going to and fro on this
And I'm still carryin' a torch
You must know how much it's worth
When I'm carryin' a torch (alright)

Baby you're the keeper of the flame
And you burn so bright
Why, why, why, why, why, why don't we re-connect
And move on further, into the light

I've been calling you on the phone
`Cause I'm carryin' a torch (yeah)
I can do it all on my own
`Cause I'm carryin' a torch

I'm carryin' a torch for you, baby
I'm carryin' a torch
You know how much it's worth
Because I'm carryin' a torch (one more)

I'm carryin' a torch for you, baby
I'm carryin' a torch
You know how much it's worth
Because I'm carryin' a torch.


THE END OF THE INNOCENCE

Remember when the days were long
And rolled beneath a deep blue sky
Didn't have a care in the world
With mommy and daddy standin' by
But "happily ever after" fails
And we've been poisoned by these fairy tales
The lawyers dwell on small details
Since daddy had to fly

But I know a place where we can go
That's still untouched by men
We'll sit and watch the clouds roll by
And the tall grass wave in the wind
You can lay your head back on the ground
And let your hair fall all around me
Offer up your best defense
But this is the end
This is the end of the innocence

O' beautiful, for spacious skies
But now those skies are threatening
They're beating plowshares into swords
For this tired old man that we elected king
Armchair warriors often fail
And we've been poisoned by these fairy tales
The lawyers clean up all details
Since daddy had to lie

But I know a place where we can go
And wash away this sin
We'll sit and watch the clouds roll by
And the tall grass wave in the wind
Just lay your head back on the ground
And let your hair spill all around me
Offer up your best defense
But this is the end
This is the end of the innocence

Who knows how long this will last
Now we've come so far, so fast
But, somewhere back there in the dust
That same small town in each of us
I need to remember this
So baby give me just one kiss
And let me take a long last look
Before we say goodbye

Just lay your head back on the ground
And let your hair fall all around me
Offer up your best defense
But this is the end
This is the end of the innocence


OLD MAN

Old man look at my life,
I'm a lot like you were.
Old man look at my life,
I'm a lot like you were.

Old man look at my life,
Twenty four
and there's so much more
Live alone in a paradise
That makes me think of two.

Love lost, such a cost,
Give me things
that don't get lost.
Like a coin that won't get tossed
Rolling home to you.

Old man take a look at my life
I'm a lot like you
I need someone to love me
the whole day through
Ah, one look in my eyes
and you can tell that's true.

Lullabies, look in your eyes,
Run around the same old town.
Doesn't mean that much to me
To mean that much to you.

I've been first and last
Look at how the time goes past.
But I'm all alone at last.
Rolling home to you.

Old man take a look at my life
I'm a lot like you
I need someone to love me
the whole day through
Ah, one look in my eyes
and you can tell that's true.

Old man look at my life,
I'm a lot like you were.
Old man look at my life,
I'm a lot like you were.


BROWN SUGAR

Gold coast slave ship bound for cotton fields,
Sold in a market down in New Orleans.
Scarred old slaver know he's doin' alright.
Hear him whip the women just around midnight.
Ah Brown Sugar how come you taste so good
(A-ha) Brown Sugar, just like a young girl should
A-huh.

Drums beating, cold English blood runs hot,
Lady of the house wond'rin where it's gonna stop.
House boy knows that he's doin' alright.
You should a heard him just around midnight.
Ah Brown Sugar how come you taste so good
(A-ha) Brown Sugar, just like a black girl should
A-huh.

I bet your mama was a tent show queen, and all her boy
Friends were sweet sixteen.
I'm no schoolboy but I know what I like,
You should have heard me just around midnight.

Ah Brown Sugar how come you taste so good
(A-ha) Brown Sugar, just like a young girl should.

I said yeah, I said yeah, I said yeah, I said
Oh just like a, just like a black girl should.

I said yeah, I said yeah, I said yeah, I said
Oh just like, just like a black girl should.
 
 

vuoi replicare alle discussioni di questa pagina?
vuoi proporre nuove discussioni ?
vuoi porre domande o parlare di Bob?
scrivi a
spettral@tin.it
vuoi scrivere articoli su Dylan?
Mandali sempre a spettral@tin.it
e saranno pubblicati nella sezione
COME WRITERS AND CRITICS...
clicca qui




 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------