TALKIN' BOB DYLAN BLUES
la posta di Maggie's Farm


Questo spazio di Maggie's Farm è destinato a chiunque voglia discutere di Bob Dylan, della sua musica e di tutto quello che può riguardarlo. Se avete domande da porre o semplicemente volete dire la vostra su un argomento legato a Bob inviate una e-mail al seguente indirizzo: spettral@tin.it
specificando che volete venga pubblicata in questa sede (precisate sempre se volete o meno che la vostra e-mail sia affiancata al vostro testo).

Chiunque voglia poi replicare o rispondere agli argomenti presentati potrà inviare una e-mail allo stesso indirizzo. In questo modo speriamo di sviluppare discussioni interessanti su Bob capaci magari anche di chiarire dubbi e fornire risposte ai fans più giovani. Attendiamo le vostre e-mail per inaugurare questo spazio di Maggie's Farm che abbiamo voluto chiamare "Talkin' Bob Dylan Blues" prendendo spunto dai tanti blues parlati della prima produzione dylaniana.
 


1) Saluti a tutti i dylaniati in linea. La mia domanda è: qualcuno sa spiegarmi cosa
vuol dire il "vd" di alcune canzoni di Bob dei primissimi anni '60 (vd blues, vd waltz, vd city, vd gunner blues)?
Giorgio '67, Roma



 

2) Ho sentito dire che Bob ha interpretato alcune canzoni dei Beatles (per esempio
"Yesterday"). Qualcuno ha una lista e i dati completi e sa dirmi se sono reperibili
in qualche modo? Ciao, Luciano Secondi

Ciao a Michele Murino e a tutti i Dylaniati.
Provo a rispondere alla domanda di Luciano Secondi sulle pagine di Maggie's Farm.
Da quanto ho potuto leggere in un gruppo di discussione su Dylan (Remarq), sembra che His Bobness abbia cantato in rare occasioni dal vivo "Yesterday" e "Nowhere Man"
Sembra che esista anche un Bootleg intitolato "Almost went to see Elvis" che comprende una versione completa di "Yesterday" registrata in studio con George Harrison ai tempi della loro collaborazione per "New Morning".
Ma ora propongo un tema di discussione:
Quali sono a vostro parere, i migliori cinque libri in lingua inglese dedicati alla musica (non contano le biografie in senso stretto)di Dylan? Marco
Risponde Andrea:I due volumi di Paul Williams: "Performing artist 1 e 2" al primo posto.
"Oh no, not another Bob Dylan book" di Humphries-Bauldie "On the road with Bob Dylan" di Sloman "Tangled up in tapes" di Dundas o "Positively Bob Dylan" di Krogsgaard (praticamente tutte le registrazioni live e studio esistenti di Bob) molto bello anche il "Dylan" del grande Johnatan Cott.
E naturalmente "Lyrics 1962-1985" del caro Bob...
So per sentito dire che anche "One foot on the highway" di non ricordo chi, sia un bellissimo libro



 

3) Ciao a tutti voi di Maggie's Farm. Mi chiamo Romano. Ho 35 anni.
Colgo l'invito del vostro spazio per raccontare la mia storia dylaniata.La mia passione
per Bob è un pò strana nel senso che è relativamente poco che lo
colleziono. Quando avevo intorno ai 18 anni e fino ai 29/30 ascoltavo
esclusivamente musica italiana ma facendo un pò di nomi capirete dove
voglio arrivare. Mi piacevano e mi piacciono tuttora Fabrizio De Andrè,
Francesco De Gregori, Francesco Guccini, Massimo Bubola ed altri
cantautori simili. Dai nomi vi sarete resi conto che sono tutti chi più
chi meno stati influenzati dal grande Bob. Ascoltavo certe cose ma
chiaramente non avevo capito che l'originale era Dylan. Ad esempio mi
piaceva moltissimo Via della povertà di De Andrè però non possedevo il
disco originale. Quando poi l'ho trovato ho scoperto che la canzone era
Desolation row di Dylan (credo tradotta da De Gregori o da De Andrè/De
Gregori). Io ovviamente conoscevo il nome di Dylan anche se non lo avevo
mai ascoltato granchè (conoscevo giusto Blowin' in the wind e poco
altro). Non vi dico la mia sorpresa quando scoprii che anche un'altra
canzone che io adoravo di De Andrè aveva quelle origini. Comprai infatti
il vinile di Rimini di De Andrè e cosa ti leggo? Avventura a Durango,
Romance in Durango, autori: Bob Dylan e Jaques Levy. Mi dico ma allora
qui c'è qualcosa di strano. Leggo un' intervista a De Andrè nella quale
Fabrizio dice che l'unico vero poeta della musica leggera è Bob Dylan.
Inoltre un amico mi dice: ti piace De Gregori? Sì anche a me abbastanza,
allora ti piacerà sicuramente Dylan. Ed io pensavo:"e ridagli!" (ho
scoperto in seguito che De Gregori adora Dylan e gli ha rubato parecchie
cosette: Buonanotte fiorellino è Winterlude. Cercando un altro Egitto è
secondo me praticamente Talkin World War III Blues. Il suono delle
campane - scritta da De Gregori originariamente per Locasciulli e poi
incisa anche da Francesco - è musicalmente Stuck inside of Mobile with
the Memphis Blues again. Compagni di viaggio tratto dall'ultimo disco di
De Gregori è quasi Simple twist of fate per quanto riguarda il testo. E
per la cronaca Camicie rosse di Bubola è Billy e sulla musica di Johnny
lo zingaro, sempre di Bubola, si può cantare All along the watchtower).
Tenete conto poi di un'altra cosa fondamentale. La sola musica straniera
che ascoltavo all'epoca era quella dei Beatles dal momento che mia
sorella aveva tutti i dischi. Mi piacevano molto ed in particolare le
cose di Lennon (come ho scoperto in seguito quando è stato chiarito che
la firma Lennon/McCartney era un pro forma ma che in realtà da un certo
anno in poi ognuno dei due componeva per conto suo).Ebbene leggendo vari
libri sui Beatles leggo che John Lennon praticamente adorava Dylan (Ma
anche Harrison, Mc Cartney e Starkey non scherzavano). Guardo il
film Imagine di Lennon e in una canzone (mi sembra God) egli canta
qualcosa tipo "I don't believe in Zimmerman, I don't believe in Beatles,
I believe in me, Yoko and me" (nel contesto della canzone pur dicendo
"non credo in Dylan" chiaramente Lennon diceva che per lui Dylan era
importantissimo). Mi dico: Compriamo qualcosa di Dylan! Vado in vacanza a
Londra, entro in un negozio di dischi e non so cosa comprare. Vedo su
uno scaffale una musicassetta dal titolo "Bob Dylan Greatest Hits". (era
la prima raccolta di hits) Okay finalmente sentirò qualcosa di questo
Dylan. Mi piacque anche se non alla follia. Per un pò di tempo non
pensai più a Dylan.
Un giorno scattò la molla dalla quale nacque la mia passione. In Tv,
forse su rai 3 danno un concerto. Si chiama Hard rain. Inizio a
guardarlo e dico: ah! è Dylan! Sentiamo un pò! Sono rimasto
letteralmente folgorato. Un capolavoro dietro l'altro, mi sembrava di
conoscere quella musica da sempre. Leggo il testo in italiano nei
sottotitoli e mi viene la pelle d'oca. Si parte con A hard rain's
a-gonna fall. Stupenda. Poi una donna va a cantare sullo stesso
microfono con Bob. Dopo qualche secondo la riconosco come Joan Baez (la
conoscevo abbastanza di fama). Canzoni bellissime (Deportee, Blowin in
the wind cantata in uno strano modo come non avevo mai sentito prima).
Quando la Baez se ne va tra gli
applausi Bob attacca Shelter from the storm e poi Idiot wind. Ho le
lacrime agli occhi e non capisco il perchè ma leggere il testo in
sovraimpressione e contemporaneamente ascoltare la voce di Dylan mi
provoca questo effetto, soprattutto ogni volta che ripete "Come in, she
said I'll give ya shelter from the storm". Dico: devo avere tutto quello
che quest'uomo ha scritto e cantato perchè è grande!!! A maggior ragione
quando tempo dopo vidi su TMC, o almeno così mi sembra di ricordare,
tutto il concerto del Madison Square Garden di Bob and friends per
celebrare i 30 anni di attività (commento di Angelo Branduardi) e rimasi
folgorato, tra le altre cose, da Masters of war dei Pearl Jam, da Boots
of spanish leather di Nancy Griffith e Carolyn Hester e da My back pages
di Dylan e compagni).
E così è stato. Negli ultimi anni ho comprato praticamente tutti i cd
ufficiali, tutte le videocassette ufficiali disponibili. Ho scaricato da
Internet una marea di canzoni.
Vi dico brevemente che di Dylan adoro quasi tutto ed in particolare il
periodo che va dal 1969 (sì sì compreso Self portrait) al periodo
"cristiano rinato" (compreso Shot of love, album secondo me
incredibilmente sottovalutato). I capolavori comunque a mio modesto
avviso restano Blood on the tracks, Planet waves, alcune cose di New
morning, qualcosa di Desire,
moltissimo di Slow train coming e Saved e molto di Street Legal. Con
questo non voglio dire che il Dylan pre 69 o post 80 non mi piaccia anzi
ma dovendo restringere il campo...
Ho da poco visto il film Renaldo & Clara nella versione
integrale di quattro ore e, fermo restando che molte cose sono da interpretare,
mi piace molto soprattutto nell'uso che Dylan fa della
camera con delle inquadrature incredibili (avete presente la scena in cui
Ronnie Hawkins/Bob Dylan parla con la ragazza bruna in una lunghissima
scena di dialogo?...) Sempre in Renaldo & Clara ho scoperto la migliore
versione mai ascoltata di It ain't me babe con un arrangiamento
incredibile molto meglio dell'originale (Dylan si è spesso
divertito a stravolgere completamente la musica delle sue canzoni spesso
migliorandole). Questa è la mia storia dylaniana. In conclusione una domanda
per i bob fans in ascolto. Qualcuno ha qualche idea per interpretare il significato
del testo della mitica
"All along the watchtower". Ho letto varie interpretazioni su Internet ma non mi
hanno convinto granchè. Qualcuno ha qualche idea? Ciao, Romano


4) ciao Michele, grande idea quella di chiamare a raccolta i dylan fans !!!
In questo momento faccio solo un augurio a Talkin' Blues perchè diventi una "vivace" piazza virtuale di discussione, in attesa ovviamente che bobby diventi nuovamente realtà ... cioè carne, ossa  e la sei corde on stage !!!
ciao fabio '66 fabio.artoni@jackson.it


5) ciao a tutti i dylaniati.
ho notato, che su uno dei tanti siti dedicati al nostro Bob, la "rolling thunder revue tour band" è chiamata GUAM. ma perchè viene chiamata così? e soprattutto che cosa significa GUAM ?qualcuno può aiutarmi?
ciao Ele75
Risponde Marco: Ho trovato in "Rolling Thunder Logbook" che Guam é il nome del gruppo che accompagna Dylan nella Rolling Thunder Revue; Sam Shepard si riferisce a loro nel capitolo "A dressing room marked Guam" come "a band of aces".
La formazione:
T-Bone Burnett
Howie Wyeth
Dave Mansfield
Steve Soles
Rob Stoner
Luther Rix
Mick Ronson
Scarlet Rivera
(notare che i vari McGuinn, Baez e co. NON fanno parte dei Guam)
ne fa cenno anche Glen Dundas in "Tangled up in tapes"
mistero risolto


6) sono Paolo e mi serve il testo della canzone Love Minus Zero /No Limit.
Se poi mi mandi anche la traduzione, beh, tanto meglio!
CIAO!

Ecco subito accontentato il nostro amico Paolo. Love Minus Zero/No Limit è una delle canzoni di Dylan che amo di più. E' apparsa sull'album "Bringing it all back home" del 1965 (album conosciuto anche con il titolo "Subterranean Homesick Blues") ed ha uno dei più bei testi che abbia mai ascoltato. Da ricordare è anche la bella versione che di questo pezzo fece Eric Clapton eseguendola durante il celebre "30th anniversary concert celebration" dedicato a Bob e tenuto al Madison Square Garden il 16 ottobre 1992. Michele

                LOVE MINUS ZERO/NO LIMIT
                words and music Bob Dylan

                My love she speaks like silence,
                Without ideals or violence,
                She doesn't have to say she's faithful,
                Yet she's true, like ice, like fire.
                People carry roses,
                Make promises by the hours,
                My love she laughs like the flowers,
                Valentines can't buy her.

                In the dime stores and bus stations,
                People talk of situations,
                Read books, repeat quotations,
                Draw conclusions on the wall.
                Some speak of the future,
                My love she speaks softly,
                She knows there's no success like failure
                And that failure's no success at all.

                The cloak and dagger dangles,
                Madams light the candles.
                In ceremonies of the horsemen,
                Even the pawn must hold a grudge.
                Statues made of match sticks,
                Crumble into one another,
                My love winks, she does not bother,
                She knows too much to argue or to judge.

                The bridge at midnight trembles,
                The country doctor rambles,
                Bankers' nieces seek perfection,
                Expecting all the gifts that wise men bring.
                The wind howls like a hammer,
                The night blows cold and rainy,
                My love she's like some raven
                At my window with a broken wing.
 

AMORE MENO ZERO/NESSUN LIMITE**
parole e musica Bob Dylan

Il mio amore parla come il silenzio
senza ideali o violenza
non ha bisogno di dire che lei è fedele
ma è pura come il ghiaccio come il fuoco
La gente porta rose
e fa promesse di continuo
il mio amore ride come i fiori
i regali per San Valentino non possono comprarla

Nei negozi ed alle fermate degli autobus
la gente parla di situazioni
legge libri ripete citazioni
scrive conclusioni sul muro
Alcuni parlano del futuro
il mio amore parla teneramente
lei sa che non c'è successo come il fallimento
e che il fallimento non è affatto un successo

La cappa e la spada penzolano
le signore accendono le candele
Nelle ceremonie dei cavalieri***
persino la pedina serba rancore
Statue fatte di fiammiferi
crollano l'una dentro l'altra
il mio amore fa l'occhiolino, a lei non importa
lei sa troppo per discutere o giudicare

Il ponte a mezzanotte trema
il medico di campagna passeggia
le nipoti dei banchieri aspirano alla perfezione
accettando tutti i regali che i saggi portano
Il vento picchia come un martello
la notte soffia di pioggia
il mio amore è come un corvo
alla mia finestra con un'ala spezzata

** Questa è la traduzione letterale del titolo. Si tratta di una
espressione gergale utilizzata in U.S.A. nel linguaggio degli
scommettitori

*** Si tratta di un riferimento al gioco degli scacchi. E'
un'espressione con la quale si indica una mossa del cavallo. Inoltre a
proposito di questa frase c'è da segnalare una curiosità. Nelle
intenzioni iniziali di Dylan doveva essere il titolo dell'album che
avrebbe dovuto chiamarsi appunto "Ceremonies of the horsemen".
Successivamente Bob cambiò idea chiamando il suo nuovo lavoro "Bringing
it all back home" (sembra con riferimento al "riportare tutto alle
origini", cioè alle radici della sua formazione musicale).



 
 

7) qualcuno conosce gli accordi (le tab sarebbero il massimo ma non chiedo tanto) di "the cough song" , sono un principiante chitarrista e ho qualche difficoltà..... ciao fabio66 fabio.artoni@jackson.it

Precisazione di Michele Murino: "The cough song" è un pezzo strumentale di Bob Dylan del 1963 anche conosciuto con il titolo di Mexican rag o ancora con quello di Suze (dal nome di Suze Rotolo la ragazza di Bob dell'epoca). E' stato pubblicato su "Bootleg series vol. 1/3". Il titolo "The cough song" (la canzone della tosse) è dovuto al fatto che ad un certo punto Bob inizia a tossire e il pezzo viene interrotto.



 
 

8) Ciao Michele sono Andrea. Potresti indicarmi un bel sito dove trovare gli spartiti per chitarra di Dylan? Grazie
Il mio indirizzo di posta :challa@libero.it
 

Risponde Giovanni: degli ottimi siti per gli spartiti sono:

http://www.uvm.edu/~ksherloc/dylan/

http://http.tamu.edu/%7Ebkf3938/guitar/bob.html

http://hem.passagen.se/obrecht/backpages/


9) Ciao, sono Eleonora e sto cercando disperatamente una traduzione di "Like a rolling stone"....Non è che per caso tu puoi aiutarmi??? Ti ringrazio fin d'ora
un bacione
Eleonora

Presto fatto, Eleonora... Ecco i mitici versi di LARS:

COME UNA PIETRA CHE ROTOLA
parole e musica Bob Dylan

Una volta vestivi così bene
gettavi una moneta ai mendicanti nel fiore dei tuoi anni
non è vero?
la gente ti avvisava "attenta ragazza!"
sei destinata a cadere
tu pensavi che stavano tutti scherzando
eri solita ridere
di tutti quelli che tentavano di rimanere a galla
ora non parli così forte
ora non sembri così superba
nel tuo dover elemosinare
il tuo prossimo pasto

come ci si sente
come ci si sente
senza una casa
come una completa sconosciuta
come una pietra che rotola?

Sei andata alle scuole più prestigiose
tutto ok signorina solitaria
ma sai che ti piaceva solo ubriacarti
nessuno ti ha mai insegnato
come vivere per la strada
ed ora dovrai abituartici
dicevi che non saresti mai scesa a compromessi
con il vagabondo misterioso
ma adesso ti rendi conto
che lui non sta vendendo alcun alibi
mentre tu fissi nel vuoto dei suoi occhi
e dici "ci mettiamo d'accordo?"

come ci si sente
come ci si sente
a contare sulle proprie forze
senza un posto dove andare
una completa sconosciuta
come una pietra che rotola?

Non ti sei mai voltata intorno per vedere lo sguardo aggrottato
dei giocolieri e dei clowns
quando tutti loro facevano trucchi per te
non hai mai capito che non è bello
lasciare che altri ti divertano
eri solita andare sul cavallo cromato
con il tuo diplomatico
che portava sulla sua spalla un gatto siamese
adesso è dura dal momento che ti sei accorta
che in realtà non era come ti diceva
dopo che ti ha portato via tutto quello
che poteva rubarti

come ci si sente
come ci si sente
a contare sulle proprie forze
senza un posto dove andare
come una completa sconosciuta
come una pietra che rotola?

La principessa sul campanile
e tutta la gente carina
sta bevendo e pensando
che ce l'hanno fatta
e si scambiano tutti preziosi regali
ma tu faresti meglio
a prendere il tuo anello di diamanti
faresti meglio ad impegnartelo babe
Eri solita ridere
del Napoleone in stracci
e del linguaggio che egli usava
và da lui ora, ti sta chiamando
non puoi rifiutare
quando non possiedi più nulla
non hai nulla da perdere
sei invisibile ora
non hai segreti da nascondere

come ci si sente
come ci si sente
a contare solo su se stessi
senza un posto dove andare
come una completa sconosciuta
come una pietra che rotola?

LIKE A ROLLING STONE
words and music Bob Dylan

Once upon a time you dressed so fine
You threw the bums a dime in your prime, didn't you?
People'd call, say, "Beware doll, you're bound to fall"
You thought they were all kiddin' you
You used to laugh about
Everybody that was hangin' out
Now you don't talk so loud
Now you don't seem so proud
About having to be scrounging for your next meal.

How does it feel
How does it feel
To be without a home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?

You've gone to the finest school all right, Miss Lonely
But you know you only used to get juiced in it
And nobody has ever taught you how to live on the street
And now you find out you're gonna have to get used to it
You said you'd never compromise
With the mystery tramp, but now you realize
He's not selling any alibis
As you stare into the vacuum of his eyes
And ask him do you want to make a deal?

How does it feel
How does it feel
To be on your own
With no direction home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?

You never turned around to see the frowns on the jugglers and the clowns
When they all come down and did tricks for you
You never understood that it ain't no good
You shouldn't let other people get your kicks for you
You used to ride on the chrome horse with your diplomat
Who carried on his shoulder a Siamese cat
Ain't it hard when you discover that
He really wasn't where it's at
After he took from you everything he could steal.

How does it feel
How does it feel
To be on your own
With no direction home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?

Princess on the steeple and all the pretty people
They're drinkin', thinkin' that they got it made
Exchanging all kinds of precious gifts and things
But you'd better lift your diamond ring, you'd better pawn it babe
You used to be so amused
At Napoleon in rags and the language that he used
Go to him now, he calls you, you can't refuse
When you got nothing, you got nothing to lose
You're invisible now, you got no secrets to conceal.

How does it feel
How does it feel
To be on your own
With no direction home
Like a complete unknown
Like a rolling stone?



 

10) Ciao complimenti per il magnifico sito, io sono interessato ad un testo in inglese di Dylan "blowing in the wind" richiestomi dalla mia professoressa di inglese.
SCossa

Eccoti subito accontentato con le liriche originali della più famosa canzone di Mr. Zimmermann (citata anche dal Pontefice!!!). A proposito di questa canzone una voce che circolò intorno al 1963 era quella messa in giro da un giovane autore di testi (probabilmente in cerca di pubblicità) che sosteneva che Bob avesse copiato il pezzo da lui... C'è qualcuno che ci ha mai creduto?...

BLOWIN' IN THE WIND
words and music Bob Dylan

How many roads must a man walk down
Before you call him a man?
Yes, 'n' how many seas must a white dove sail
Before she sleeps in the sand?
Yes, 'n' how many times must the cannon balls fly
Before they're forever banned?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Yes, 'n' how many ears must one man have
Before he can hear people cry?
Yes, 'n' how many deaths will it take till he knows
That too many people have died?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many years can a mountain exist
Before it's washed to the sea?
Yes, 'n' how many years can some people exist
Before they're allowed to be free?
Yes, 'n' how many times can a man turn his head,
Pretending he just doesn't see?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

Ciao, Michele "Napoleon in rags" Murino



 
 

11) Ciao, sono Lino.
Mi piacerebbe avere la traduzione della canzone (secondo me stupenda !!!) "Simple twist of fate". Potreste gentilmente pubblicarla nella sezione del sito dedicata alle mail dei lettori ?
Grazie mille !!!
Lino.

Concordo con il nostro amico Lino... Simple twist of fate è STUPENDA (in realtà tutto l'album Blood on the tracks è LEGGENDARIO). Ecco di seguito la traduzione (a proposito, una mia osservazione personale: credo che anche il grande Francesco De Gregori adori questa canzone perchè ho ritrovato dei rimandi e delle atmosfere a questo classico dylaniano in una canzone del "principe" romano, vale a dire "Compagni di viaggio" presente nell'album "Prendere e lasciare" - se non avete ancora ascoltato questo LP il consiglio è di farlo subito, è molto dylaniano...). Michele Murino.

SEMPLICE SCHERZO DEL DESTINO
parole e musica Bob Dylan

Sedevano insieme nel parco
mentre il cielo della sera diventava scuro,
lei guardò verso di lui e lui sentì un brivido percorrergli le ossa.
Fu allora che si sentì solo e desiderò di aver proseguito dritto
ed aspettò un semplice scherzo del destino.

Camminarono lungo il vecchio canale
un pò confusi, lo ricordo bene
e si fermarono in uno strano hotel con una luce al neon lampeggiante.
Lui sentì il calore della notte investirlo come un treno merci
muovendosi con un semplice scherzo del destino.

Un sassofono suonava da qualche parte in lontananza
mentre lei camminava sotto i portici.
Mentre la luce apparve improvvisamente attraverso un'ombra
dove lui si stava svegliando,
lei lasciò cadere una monetina nella tazza di un cieco al cancello
e dimenticò un semplice scherzo del destino

Lui si svegliò, la stanza era deserta
non la vide da nessuna parte.
Disse tra sè che non gliene importava, spalancò completamente la finestra,
sentì un vuoto dentro che proprio non poteva spiegare
causato da un semplice scherzo del destino

Sente il ticchettio degli orologi
e cammina con un pappagallo che parla,
la cerca sulle banchine di fronte al mare dove tutti i velieri fanno ritorno.
Forse lei lo ritroverà ancora per una volta, ma per quanto tempo dovrà aspettare
una volta di più un semplice scherzo del destino

La gente mi dice che è un peccato
un sapere ed un sentire esagerato.
Io ancora credo che lei fosse la mia gemella, ma ho perduto l'anello.
Lei nacque in primavera, ma io nacqui troppo tardi
diamo la colpa ad un semplice scherzo del destino
 

Un residuo dubbio sulla traduzione sopra riportata (e qui dò ragione a
Tito Schipa jr., autore delle traduzioni dei testi di Dylan in tre
volumi pubblicati da Arcana) lo conservo sulla mia
traduzione della parola "twist"... Effettivamente Schipa lo traduce con
"discontinuità", il che è esatto a rigor di dizionario... Io però non
vedo cosa Dylan avrebbe voluto significare con "semplice discontinuità
del destino"... Cioè: come può il destino essere discontinuo?... Il
destino può essere beffardo, crudele, segnato etc... ma discontinuo?...
Nella natura stessa del destino c'è l'ineluttabilità, il fatto che gli
uomini non possono modificarlo... Quindi, se il destino è uno,
predeterminato e superiore al potere degli esseri viventi, non può
cambiare (la discontinuità, invece, implica una modifica di stato,
un'incoerenza, un'aberrazione, un cambiamento dal bianco al nero, dalla
luce al buio etc...). Quindi, secondo me, attribuire al destino un senso
di discontinuità è quanto meno azzardato... Se c'è un aggettivo che ben
si adatta al destino, casomai, è proprio "continuo"(ovvero: io posso
fare di tutto per cambiare il mio destino ma esso "continua" ad essere
sempre lo stesso... Questo, ovviamente, se vogliamo dare al termine
"destino" o "fato" il significato comune legato all'ineluttabilità di
cui sopra, quello che vi davano anche i latini ed i greci
impersonificandolo addirittura con una divinità - se le mie reminiscenze
scolastiche a proposito delle Parche e delle Moire non sono fallaci).
Perciò il concetto di discontinuità in questo caso mi sembra molto
tirato per i capelli... Io, quindi, ho tradotto a senso con l'unico
sostantivo che ha un senso in quella canzone, cioè "scherzo", mandando
al diavolo per una volta la traduzione letterale... Del resto in più di
un verso, analizzando il contesto, la frase "scherzo del destino" è
l'unica che abbia un senso... Come quando Dylan, ad esempio, dice "Lei
nacque in primavera, ma io nacqui troppo tardi
diamo la colpa ad un semplice scherzo del destino"... Dare la colpa ad
una discontinuità del destino in questo caso non mi dice molto...
Comunque il fatto che io abbia usato in senso lato il vocabolo "scherzo"
non è farina del mio sacco... Ho solo utilizzato l'accezione che dà al
termine "twist" un altro traduttore di Dylan (di cui però non ricordo il
nome) ma che, sono sicurissimo, tradusse il titolo con "semplice scherzo
del destino".
Comunque ho meditato quasi una giornata intera sui possibili significati
che Dylan avrebbe potuto sottintendere utilizzando quel termine (poi
magari si scoprirà che aveva usato "twist" per mere ragioni metriche) ma
non mi è venuto in mente nulla di logico...
(un'ipotesi sarebbe quella di chiedere direttamente a Dylan ma sono
tre ore che provo ed il suo telefono continua a rispondere
"occupato"...)



 

12) Ho una domandina da porre:

Cosa significa PA recording e Soundboard recording?
(nota di Michele Murino: sono sigle che si riferiscono ai bootleg)
grazie ancora
Elena

Allora, risponde Paolo:

Ciao,
allora PA (in italiano "impianto voci") e soundboard (che potremo
tradurre con banco missaggio), significano entrambi che il nastro è
registrato da mixer e non dal pubblico (audience).
Non é detto però che il nastro PA sia migliore di un buon audience,
specialmente adesso che con i dat portatili la registrazione "sul campo"
é migliorata nettamente.
Se come spesso succede il nastro PA é preso e riversato così com'é su cd
(cioé senza una postproduzione), i vari strumenti suonano troppo
"separati" e si perde il senso "live" del concerto. L'amalgama e il
"corpo" degli strumenti si perde molto; se per caso suoni la chitarra
elettrica, é più o meno l'effetto che ottieni suonando senza
amplificatore direttamente nel mixer.
Quindi meglio un ottimo audience che un PA troppo "freddo".
Scusa tutte queste disserzioni, ma il tecnico del suono che é in me (ho
un piccolo studio di registrazione) viene fuori se stimolato da domande
come la tua.



 

13) Ciao a tutti,
ho un'altra domanda a proposito del tape trading. Devo acquistare una piastra a doppio deck "seria", che marca mi consigliate Technics, Teac, Pioneer ? (nella mia città non riesco a trovare la Tascam e poi costa troppo!).
Grazie.
Elena.

Risponde Giovanni
Ciao,
allora la cosa migliore a mio avviso é il metodo empirico: dovresti provare "sul campo" le tre meccaniche di registrazione. Portati dietro una cassetta che conosci bene e esegui una copia su un nastro di buona qualità (dopo aver effettuato le opportune regolazione dei vari apparecchi). Giudica quindi il risultato con una buona cuffia. La Teac é la marca che ha la maggior fama nel settore della registrazione consumer (fra l'altro la Tascam appartiene alla Teac) di prezzo ancora
abbordabile. Anche le altre marche hanno meccaniche affidabili comunque. Non ti consiglio però di fare scambi usando la doppia velocità. La qualità é molto inferiore e non é giusto nei confronti degli amici con cui scambiamo materiale. Questo a mio avviso é un punto fermo imprescindibile.
Buoni scambi e soprattutto buon divertimento
ciao



 

14) Complimenti !
Veramente un bellissimo sito!
Vorrei che ci fossero molti più siti del genere così completi, dettagliati e utili per chi come me ama un certo tipo di musica e crede che la musica appunto sia qualche cosa di più della roba vuota e superficiale che c'è in giro.
"asm"

Cosa dire? Grazie per le belle parole e "Bob bless you",
Michele


15) Carissimo Michele,
mi chiamo Leonardo e sono un grandissimo fan di Bob Dylan. Ti voglio
prima di tutto fare i complimenti x il tuo sito, che è forse quello +
completo e ben fatto tra quelli che ho trovato in lingua italiana. Ho
letto praticamente tutto il materiale ed ora ti devo assolutamente
chiedere una cosa : Dove diavolo posso trovare il film di Bob
"Renaldo and Clara"?
Se ti può interessare la mia canzone preferita è "Desolation Row" e x
quanto riguarda il disco ti giuro che mi ci perdo ! Mi piacciono troppo
e tutti ! (parlo solo di quelli che possiedo)
GRAZIE ANCORA.
Leonardo

Grazie per le belle parole sul nostro sito, Leonardo. Ok, archiviamo il
tuo voto a favore di Desolation row che è effettivamente una delle più
belle canzoni di Bob (ci sbilanciamo ed aggiungiamo "ed in assoluto una
delle migliori di sempre", massì!!).

Per quanto riguarda Renaldo and Clara ho provato a contattarti
privatamente ma ogni e mail che ti mando mi viene rispedita indietro dal
mail administrator... Devono esserci problemi con il tuo account, fatti
vivo con me e dimmi come posso fare a spedirti la posta.



 
 

16) Ciao, ho sentito parlare di una scazzottata al Village tra Bob e
A.J.Weberman e mi piacerebbe saperne di più...
Leonardo

WEBERMAN ERA UNO DEI PIU' SFEGATATI FANS DI DYLAN E NEGLI ANNI SESSANTA
SICURAMENTE LO SEGUIVA DOVUNQUE... POI AVVENNE QUELLO CHE WEBERMAN
RITENNE UN TRADIMENTO DA PARTE DI BOB... DYLAN INFATTI COMINCIO' AD
ABBANDONARE IL GIRO DEGLI ATTIVISTI DI SINISTRA ED IN GENERE IL
MOVIMENTO PER I DIRITTI CIVILI CHE AVEVA INVECE APPASSIONATI SOSTENITORI
IN JOAN BAEZ, PETE SEEGER ED ALTRI E DEL QUALE DYLAN AVEVA COMUNQUE
FATTO PARTE... SE LEGGI ATTENTAMENTE IL TESTO DI "MY BACK PAGES"
TROVERAI MOLTI RIFERIMENTI DI BOB A QUEL PERIODO CHE TUTTAVIA EGLI
RINNEGA 0 COMUNQUE NON RIMPIANGE PARTICOLARMENTE (CRIMSON
FLAMES=SINISTRA)... IL FATTO E' CHE DYLAN AVEVA PROBABILMENTE CAPITO CHE
QUEI CIRCOLI ERANO ABBASTANZA STAGNANTI ED ECCO LA FAMOSA FRASE "ERO
MOLTO PIU' VECCHIO ALLORA SONO MOLTO PIU' GIOVANE ORA"... DYLAN QUINDI
COMINCIO' ANCHE A COMPORRE CANZONI DIVERSE DALLE SOLITE (BELLISSIME
COMUNQUE) CANZONI DI PROTESTA, TERMINE CHE COMUNQUE DYLAN DISCONOSCERA'
AFFERMANDO DI NON AVERE MAI SCRITTO CANZONI DI PROTESTA IN SENSO
STRETTO, CONFORTATO IN QUESTO ANCHE DALLE AFFERMAZIONI DELL'ALLORA AMATA
JOANIE (BAEZ)... WEBERMAN ACCUSO' DYLAN DI ESSERSI VENDUTO AL SISTEMA,
DI FARE CANZONI COMMERCIALI E MELENSE (VEDI ALBUM COME NASHVILLE SKYLINE
SELF PORTRAIT NEW MORNING PLANET WAVES), DI VOLER ESCLUSIVAMENTE FARE
SOLDI, DI ESSERE DIVENTATO UN TOSSICODIPENDENTE E DI ESSERE PASSATO
DALLE DROGHE LEGGERE ALL'EROINA (WEBERMAN PRATICAMENTE E' CONVINTO CHE
QUASI OGNI SINGOLA CANZONE DI DYLAN NASCONDA RIFERIMENTI ALL'USO DI
EROINA DA PARTE SUA), DI SOVVENZIONARE MOVIMENTI ISLAMICI NON MEGLIO
IDENTIFICATI, DI ARMARE GLI ISRAELIANI ETC... WEBERMAN FONDO' ALLORA IL
DYLAN LIBERATION FRONT VOLENDO APPUNTO LIBERARE DYLAN DA SE STESSO
CONVINCENDOLO A TORNARE SUI PROPRI PASSI E SCRIVERE DI NUOVO CANZONI
SOCIALMENTE IMPEGNATE... INIZIO' UNA VERA E PROPRIA CACCIA ALL'UOMO E
WEBERMAN ED I FANATICI DEL SUO GRUPPO INIZIARONO A PEDINARE DYLAN
DOVUNQUE, APPOSTANDOSI FUORI CASA SUA, CERCANDO PROVE DELLA SUA PRESUNTA
DIPENDENZA DALL'EROINA ROVISTANDO NELL'IMMONDIZIA DI CASA DYLAN... ED
ALTRE AMENITA'... RESTA FAMOSA UNA CONVERSAZIONE TELEFONICA TRA WEBERMAN
E DYLAN (OTTENUTA DAL PRIMO DOPO AVER ROTTO I *** A BOB PRENDENDOLO
PRATICAMENTE PER DISPERAZIONE) CHE E' STATA ANCHE DIFFUSA TRAMITE UN
BOOTLEG... BOB ERA COMPLETAMENTE STUFO DI QUESTA SITUAZIONE, SI SENTIVA
BRACCATO DOVUNQUE, SI TROVAVA GENTE APPESA AGLI ALBERI DI FRONTE CASA
SUA CHE LO SPIAVA... NON SO SE SAI CHE QUANDO FU ORGANIZZATO IL MITICO
CONCERTO DI WOODSTOCK LA CASA DI DYLAN ERA PRATICAMENTE A POCHISSIMI
CHILOMETRI DAL LUOGO... TI SEI MAI CHIESTO COME MAI DYLAN NON
PARTECIPASSE A QUELL'EVENTO? EBBENE APPENA BOB SEPPE CHE IL CONCERTO ERA
STATO ORGANIZZATO PRATICAMENTE A CASA SUA (PROBABILMENTE GLI
ORGANIZZATORI VOLEVANO SFRUTTARE LA COSA) SCAPPO' VIA DI CORSA VOLENDO
EVITARE A TUTTI I COSTI QUELLO CHE EGLI RITENEVA UN DRAMMA PER LUI CHE
SAREBBE STATO ACCLAMATO COME IL PROFETA, IL DEPOSITARIO DELLE VERITA',
IMMAGINE CHE DYLAN NON VEDEVA L'ORA DI TOGLIERSI DI DOSSO...
SI RIFUGIO' QUINDI PER VENDETTA IN INGHILTERRA DOVE PARTECIPO' ALL'ALTRO
FAMOSO CONCERTO GEMELLO QUELLO DELL'ISOLA DI WIGHT COMUNQUE MOLTO PIU'
TRANQUILLO E MENO PERICOLOSO PER LUI... I PRIMI VERSI DI IDIOT WIND BEN
INQUADRANO QUELLA SITUAZIONE E PENSA CHE WEBERMAN E' CONVINTO CHE BOB
L'ABBIA SCRITTA PER LUI... COMUNQUE UN GIORNO WEBERMAN PASSO' I LIMITI E
SI RECO' A CASA DI DYLAN CON INTENZIONI DECISE TANTO CHE FECE SPAVENTARE
SARA, LA MOGLIE DI BOB, ED I BAMBINI DI BOB... DYLAN NON ERA IN CASA MA
QUANDO TORNO' E SEPPE QUELLO CHE ERA SUCCESSO SI FIONDO' FURIOSO AL
VILLAGE DOVE SAPEVA AVREBBE TROVATO WEBERMAN... IL TIPO STAVA USCENDO DA
UN SUPERMERCATO, SE RICORDO BENE, E DYLAN GLI PIOMBO' ALLE SPALLE
COMINCIANDO A PESTARLO DI BRUTTO... WEBBY FU INVESTITO DA UNA GRAGNUOLA
DI PUGNI E CALCI E, PAROLE SUE, MENTRE VENIVA PESTATO A SANGUE
PENSAVA:"MA QUESTO E' BOB DYLAN? IL TIPO CHE IO AMAVO E CHE AVEVA
SCRITTO QUELLE STUPENDE POESIE?"... PERSONALMENTE IO AVREI FATTO
ESATTAMENTE QUELLO CHE FECE DYLAN... NON SO TU... COMUNQUE OGGI WEBERMAN
VIVE SULLA GLORIA DI QUEI GIORNI ED IL SUO SITO (NON SO SE LO HAI VISTO
ATTENTAMENTE) E' UNA SORTA DI SUA AUTOCELEBRAZIONE (IO CREDO CHE IN
REALTA' EGLI AMI DYLAN DAL MOMENTO CHE HA FATTO SI' CHE EGLI DIVENTASSE
UN PERSONAGGIO E QUINDI VIVE DI LUCE RIFLESSA)... PENSA CHE WEBBY E'
RIUSCITO AD INTERPRETARE IN CHIAVE "EROINA" ANCHE LA STUPENDA E
DOLCISSIMA I'LL BE YOUR BABY TONIGHT (THAT BIG FAT MOON GONNA SHINE LIKE
A SPOON. SPOON= CUCCHIAIO CHE PER WEBERMAN EQUIVALE AD EROINA) INSOMMA
DI FANTASIA NON NE MANCA A COSTUI.

MICHELE NAPOLEON IN RAGS



 

17)Sono una fan appassionata di Bob Dylan e mi piacerebbee procurarmi la videocassetta del concerto Hard Rain, mi sono rivolta al newsgroup di Dylan finora con scarsi risultati...Io vivo
a Roma ma è stato difficile procurarmi anche Pat Garrett& Billy the Kid, l' interpretazione di Bob Dylan come Alias è fantastica seppur breve. Ora potreste darmi una mano? Cercherei anche il poster della copertina di Desire, ma va bene anche la vostra main page
Grazie di aver creato questo sito benchè molti giovani qui in Italia non sanno neppure chi sia Dylan.
Ah, ma perchè dovete dire che Idiot Wind sia dedicata a Sara? Anche io sono gelosa, ma se qualcuno avesse scritto una canzone come Sara per me crederei che quello stesso non possa avermi dedicato la seconda!
m.dalia@flashnet.it

Allora, grazie per la tua mail Dalia (è questo il tuo nome, giusto?)...
Sono d'accordo con te per quanto riguarda l'interpretazione di Bob in "Pat Garrett & Billy the Kid" di Sam Peckinpah... Grandissima anche se breve... Se non fosse stato il grandissimo poeta e musicista (nonchè cantante) che è Dylan avrebbe avuto sicuramente una grande carriera anche come attore...La sua presenza scenica è stratosferica e ogni volta che appare sullo schermo in quel film lo spettatore non può fare a meno di distogliere lo sguardo da lui... Un critico cinematografico (al momento mi sfugge dove ho letto questo aneddoto) lo aveva paragonato addirittura al grande Charlie Chaplin per quanto riguarda la sua presenza scenica... Quello che personalmente rimpiango è il fatto che Dylan, al quale era stato proposto il ruolo di Woody Guthrie nel film sulla vita del grandissimo folksinger, nonchè mèntore di Dylan, abbia rifiutato la parte dopo averla in un primo tempo accettata... Parte che è poi andata (se la memoria non mi inganna) a David Carradine.
Non so se esiste un poster della copertina di Desire o della foto della nostra main page (la mitica posa di Bob con braccia a croce da "Renaldo and Clara" mentre interpreta una superba "Isis")... Qualcuno in ascolto può aiutare Dalia?...
Grazie per i complimenti al nostro sito... Io comunque non sarei sicurissimo che i giovani in generale non apprezzino Dylan... Proprio di recente ho conosciuto diversi diciottenni che ascoltano solo i dischi di Mr.Zimmerman e la cosa mi ha confortato e se la scienza della statistica
è affidabile sono in molti i giovani dylaniati...
Per quanto riguarda a chi è dedicata "Idiot wind" io ho scritto che è dedicata a Sara Dylan (ex consorte di Bob, da nubile Sara Lowndes)... In effetti questo è quello che generalmente si crede... Comunque hai ragione anche tu, Dalia, dal momento che con le canzoni di Bob non si sa mai esattamente cosa pensare... Molti ritengono che non si riferisca a Sara... Qualcuno pensa sia una canzone in cui non si parla di una donna specifica ma di una situazione e qualcuno identifica l'oggetto del testo di Idiot wind con il pubblico o l'opinione pubblica in genere, un pò
come nel caso della mitologica It ain't me babe... C'è poi quel buontempone di A.J.Weberman (vedi risposta precedente a Leonardo) che non ha dubbi di sorta... Secondo lui Dylan ha scritto "Idiot wind" esclusivamente pensando a lui, Weberman in persona...
Io personalmente propendo per l'ipotesi Sara Dylan... Il fatto che poi, come giustamente fai notare tu, Bob abbia scritto quel capolavoro di canzone dal titolo "Sara" pubblicato in Desire, il disco successivo a"Blood on the tracks" in cui appare invece "Idiot wind", potrebbe semplicemente significare che in quel periodo Dylan tentava un riavvicinamento con la sua amata Sara... E' noto che i rapporti burrascosi tra i due furono caratterizzati da alti e bassi e si passava
dall'odio all'amore... Ecco quindi che la tenera e poetica "Sara" potrebbe risalire ad un periodo in cui la fiamma era ancora accesa e Dylan faceva di tutto per non farla spegnere... Qual è l'opinione degli altri dylaniati in linea? Proponete le vostre tesi e le inseriremo in
questa sede... Ciao Dalia, e scrivici ancora
Michele



 
 

18) Ciao complimenti per il sito ECCEZIONALE ... Mettero il link nel mio sito e divulghero' il tuo a tanti semiDylaniani come me con la voglia di diventare genuini e profondi Dylaniani ...
Io sono "quasi" un neofita di Dylan ... anche se è anni che lo ascolto ...
Non avevo mai avuto una discografia completa (che mi sto facendo) e non avevo letto delle biografie (che ho fatto)Dylan lo conobbi a 12 anni in seguito alla passione inculcatami da gente
adulta per De Andre' (mio vero amore) e da Via della Povertà sono finito a Dylan ... e poi il resto ... Ci sono arrivato anche da Springsteen che conosco nel profondo ... e nel quale (solo il primo Boss) c'e' un'influenza Dylaniana spesso dimenticata dal fan medio che neapprezza la versione (pur sempre magnifica) piu' rockettara.
COMPLIMENTI ANCORA ... dobbiamo resistere in un mondo di Spice Girls, Masini e altre xxxxate commerciali ... o che si è perso "faber" (l'Amico Fragile").

CIAO
Pasquali  Stefano

Website : http://www.fis.unipr.it/mc/pasquali/

Risponde Michele "Napoleon in rags": Grazie per l'entusiasmo Stefano... Condivido confermo e sottoscrivo il tuo pensiero e mi associo nel ricordo dell'inarrivabile, immenso Fabrizio De Andrè...
Nota n°1: per chi non lo sapesse "Amico fragile" è una stupenda canzone di De Andrè pubblicata sull'album "Volume 8" (quello scritto in collaborazione con il grande Francesco De Gregori)... Quindi il "Faber" di cui parla Stefano è ovviamente Fabrizio De Andrè... Nota n°2: "Via della povertà" è la versione di Fabrizio della famosa "Desolation row" di Dylan. Il testo della versione italiana è firmato De Andrè/De Gregori, e quest'ultimo ha suonato la chitarra ritmica e l'armonica in questo pezzo reperibile sull'album di De Andrè dal titolo "Canzoni" del 1974 (vedi anche sezione "Dylan e i cantautori italiani" della nostra "Maggie's Farm").
Nota n°3: del "Boss" Springsteen ricordo una stupenda "Chimes of freedom" (canzone di Dylan dall'album "Another side of Bob Dylan")... Se non l'avete procuratevela perchè è davvero eccezionale)... Credo eseguita durante un concerto per Amnesty International (ah, la memoria...).
Altra curiosità riguarda "Dancing in the dark", bellissima canzone di Bruce che Dylan ha eseguito diverse volte dal vivo come omaggio al suo "fratellino" Springsteen... E non dimentichiamo il bellissimo duetto Dylan/Springsteen che hanno cantato la dylaniana "Forever young" il 2.9.95 quando Bob fu introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame.


19) Ecco di seguito una lettera inviataci dal nostro amico Leonardo che
riguarda la doppia videocassetta con il concerto del Madison Square
Garden, l'omaggio ai 30 anni di attività di Dylan in cui una folta
schiera di star interpretarono le canzoni di Bob, svoltosi il 16 ottobre
1992. La festa culminò con l'arrivo sul palco di Dylan che eseguì Song
to Woody, It's all right mà (I'm only bleeding), Girl from the north
country e, insieme con tutti gli altri artisti, Knockin' on Heaven's
door, oltre alla mitica My back pages in compagnia di Tom Petty, Neil
Young, George Harrison, Roger McGuinn ed Eric Clapton.
Nota: in minuscolo le osservazioni di Leonardo. In maiuscolo le risposte
di Michele "Napoleon in rags"...
 

Ciao, ho comprato il concerto per i 30 anni di carriera di Bob :  molto
bello, ma il problema, e credo sia quello su cui + si discute, è
l'arrangiamento. Chi dice che le canzoni vanno bene così, liberamente
reinterpretate dagli artisti che le cantano e c'è chi dice che, dato che
era un omaggio a Bob, si sarebbero dovuti attenere di +
all'arrangiamento "classico" di Dylan...

GIUSTO... IO SONO D'ACCORDO CON LA LIBERA INTERPRETAZIONE... TENUTO
CONTO ANCHE DEL CALIBRO DEGLI ARTISTI INTERVENUTI SAREBBE STATO
ASSURDO PRETENDERE CHE TENTASSERO DI IMITARE L'ARRANGIAMENTO ORIGINALE
DI DYLAN... LO STESSO DYLAN QUANDO ESEGUE LE PROPRIE CANZONI DAL VIVO
LE CAMBIA MOLTISSIMO, SPESSO ADDIRITTURA UTILIZZA UNA MELODIA DEL
TUTTO DIVERSA DA QUELLA DEI DISCHI ORIGINALI O COMUNQUE LE RIARRANGIA
IN MANIERA COMPLETAMENTE DIFFERENTE... TRA I BOOTLEG CHE POSSEGGO HO
ASCOLTATO VERSIONI REGGAE DI IF YOU SEE HER SAY HELLO E BLOWIN' IN
THE WIND, VERSIONI HEAVY METAL DI ISIS, VERSIONI HONKY TONK DI I PITY
THE POOR IMMIGRANT,LA VERSIONE DI IT AIN'T ME BABE CHE APPARE IN RENALDO
AND CLARA NON ASSOMIGLIA PER NIENTE ALL'ORIGINALE MA SECONDO ME E' UNA
DELLE MIGLIORI COSE DI BOB. BOB HA SEMPRE SOSTENUTO CHE E' INUTILE
RIPRODURRE LE CANZONI COME SUONAVANO SU DISCO PERCHE' TANTO QUELLA
VERSIONE ESISTE GIA' E TANTO VALE FARNE DI NUOVE. IO SONO D'ACCORDO CON
LUI.

Io sono a metà, ma ti confesso che sono + per l'arrangiamento
"classico". Il problema di riarrangiare una grande canzone, perchè, dati
i contenuti del concerto, si parla solo di grandi canzoni, è secondo me
molto insidioso. In pratica, o l'arrangiamento è così ben fatto da
ricreare nell'ascoltatore una grande emozione, o la canzone ha fatto
completamente cilecca ! Prendiamo l'esempio di "Just like a woman"
cantata da Richie Heavens : questa versione secondo me è veramente
magnifica ! Ma se prendiamo "Love minus zero/no limits", interpretata da
Eric Clapton, beh ...
Devo confessare che non riesco a togliermi dalla memoria la secondo me
straordinaria versione di Bob di "MTV unplugged", e questa non le si
avvicina neanche un pò !

JUST LIKE A WOMAN DI HEAVENS E' UNA DELLE PERLE DI QUELLA SERA MA A ME
NON E' DISPIACIUTA NEANCHE LOVE MINUS ZERO CHE PERO' RICONOSCO INFERIORE
ALLA VERSIONE DYLANIANA

Dylan da solo è stato magnifico ! "It's all right mà (I'm only
bleeding)" che è tra l'altro una delle canzoni secondo me + belle di Bob
è stata veramente magnifica. Straordinaria !

CONCORDO... MA LA MIGLIORE VERSIONE DI QUESTA CANZONE LA SENTIRAI SE
AVRAI L'OCCASIONE DI GUARDARE IL VIDEO HARD TO HANDLE  CON TOM PETTY AND
THE HEARTBREAKERS...OVVIAMENTE E' IL MIO GIUDIZIO PERSONALISSIMO

I toni non cambiano per "Girl from the North country",
anche se non mi azzardo oltre perchè era la prima volta che la
sentivo !

MEGLIO L'ORIGINALE SECONDO ME... E ANCORA MEGLIO LA VERSIONE SDOLCINATA
E MIELOSA MA CHE IO ADORO CANTATA INSIEME CON JOHNNY CASH IN NASHVILLE
SKYLINE... COMUNQUE ANCHE LA VERSIONE DEL MADISON NON E' MALE ANCHE SE
LA VOCE DI BOB NON E' GRANCHE'... COMUNQUE ASCOLTA PIU' VOLTE MY BACK
PAGES CHE SECONDO ME E' STUPENDA...

Sapevo, poi, che c'erano stati problemi con la voce in "Song
to Woody", ma non credevo l'avessero addirittura tagliata ! Mi sarebbe
piaciuto molto ascoltarla.

CI SONO ALTRE CANZONI TAGLIATE NELLA CASSETTA UFFICIALE (A MEMORIA CITO:
I WANT YOU DI UNA RAGAZZA DI CUI NON RICORDO IL NOME, WANTED MAN ANCHE
QUI NON RICORDO IL NOME DELL'ARTISTA, E IF NOT FOR YOU DI GEORGE
HARRISON)

Mi sapresti dire con che criterio è stata fatta la scelta delle canzoni
? Possibile che non ce ne sia neanche una da "Blood on the tracks",
album secondo me memorabile ?

IN EFFETTI E' VERO... PROBABILMENTE PERO' QUELL'ALBUM E' COSI PERSONALE
ED APPUNTO MITICO CHE NESSUNO SE L'E' SENTITA DI CIMENTARSI CON QUEI
CAPOLAVORI ASSOLUTI... O FORSE E' STATO SOLO UN CASO, CHI LO SA...

"Like a rolling stone" e "Leopard-skin pill-box hat", sono carine, ma
niente di +, anche se il fascino di "...rolling stone" rende il compito
+ facile a John Mellencamp che le interpreta.

SOTTOSCRIVO... JOHN MELLENCAMP NON MI DISPIACE ANCHE SE CREDO CHE B0B LO
TENGA UN PO' TROPPO IN CONSIDERAZIONE... PENSA CHE UNA VOLTA LESSI
UN'INTERVISTA A DYLAN IN CUI BOB ESALTAVA MELLENCAMP DICENDO CHE QUESTI
SAREBBE RIMASTO NEGLI ANNI COME UNA GRANDISSIMA STAR PARAGONANDOLO
ADDIRITTURA A LUI (E POI DICONO CHE BOB NON HA UN CUORE D'ORO...)

Per "Blowin' in the wind", che dire ? Stevie Wonder è un
mago e l'ha eseguita in modo veramente sublime.

ANCHE QUI SONO D'ACCORDO... PERO' MOLTI DYLAN FANS CHE CONOSCO ODIANO
QUELLA VERSIONE E SOSTENGONO CHE STEVIE L'ABBIA ROVINATA TRASFORMANDOLA
IN QUEL MODO... A ME PIACQUE E CREDO CHE PIACQUE ANCHE A BOB...

Buona anche "Boots of spanish leather", che, tra l'altro, dà
strane sensazioni cantata da una donna, ed in alcuni punti quasi in modo
lirico.

SO CHE NESSUNO MI CREDE MA QUASI SEMPRE QUANDO RIVEDO IL VIDEO E
RIASCOLTO QUEL PEZZO MI VIENE DA PIANGERE (PER LA COMMOZIONE OVVIAMENTE,
NON IN SENSO IRONICO)...

"Gotta serve somebody" mi è piaciuta, l'organo di Booker T. le ha
giovato. Molto, molto bella "Foot of pride" di Lou Reed, autore della
bellissima "Walk on the wild side" (Mai sentita ?)

VERAMENTE NO... NON CONOSCO MOLTO DI LOU REED ANCHE SE CREDO, A NASO,
CHE MI PIACEREBBE... IL FATTO E' CHE COLLEZIONO TALMENTE TANTA ROBA GIA'
SOLO DI DYLAN CHE NON HO MATERIALMENTE IL TEMPO DI ASCOLTARE MOLTO
ALTRO... CONSIDERA POI CHE STO PIAN PIANO RICOMPRANDO TUTTO QUELLO CHE
RIGUARDA DE ANDRE' DE GREGORI GUCCINI BATTISTI JOAN BAEZ...

Carina "Masters of War" di Eddie Vedder e Mike McCready (Pearl Jam)

IO LA TROVO STRAORDINARIA PIU' CHE ALTRO PER L'INTERPRETAZIONE DI VEDDER
CHE QUASI VA IN TRANCE MENTRE LA CANTA IMMEDESIMANDOSI AL 100 PER 100
CON LE STUPENDE LIRICHE... PRATICAMENTE VEDDER LA RECITA, SECONDO ME CON
GRANDE EFFETTO (HAI NOTATO IL SEGNO DELLA CROCE NEL FINALE?)...

"The times they are a-changing" mi è piaciuta molto. Tracy Chapman l'ha
eseguita veramente molto bene.

ABBASTANZA D'ACCORDO... L'HA PRATICAMENTE ESEGUITA ALLA DYLAN SENZA
MODIFICARLA MOLTO...

"It ain't me, babe", di Johnny Cash e June Carter Cash,ti dirò, non mi
esalta poi tanto.

SAI QUAL E' STATO IL PROBLEMA CON QUELLA CANZONE? JOHNNY NON SI E'
"INTONATO" CON LA MOGLIE, CIOE', SE ASCOLTI ATTENTAMENTE, SEMBRA CHE I
DUE CANTINO IN DUE TONALITA' DIVERSE (CHE SAREBBE ANCHE GIUSTO IN
REALTA' PURCHE' LE DUE TONALITA' FOSSERO AMALGAMATE COSA CHE SECONDO ME
NON E')... ECCO PERCHE' L'ASCOLTO DEL PEZZO HA UN SENSO DI "STONATO"...
COMUNQUE IO ADORO JOHNNY CASH CHE E' UN GRANDISSIMO E PENSA CHE BOB LO
IDOLATRA ADDIRITTURA E DI TANTO IN TANTO HA DETTO CHE E' IL SUO CANTANTE
PREFERITO. HAI SCARICATO DA INTERNET LA BELLISSIMA TRAIN OF LOVE DI
DYLAN ESEGUITA DA BOB AL TRIBUTO PER JOHNNY CASH L'ANNO SCORSO?

"What was it you wanted" di Willie Nelson mi è piaciuta molto, e sono
veramente curioso si ascoltare l'originale.

E' MOLTO SIMILE... WILLIE NELSON E' UN ALTRO GRANDE... HAI MAI SENTITO
HEARTLAND DI BOB E WILLIE INSIEME? COMUNQUE DAMMI RETTA, APPENA PUOI
ACQUISTA "OH MERCY" (IL DISCO IN CUI E' CONTENUTA WHAT WAS IT YOU
WANTED) CHE E' UN CAPOLAVORO...

Carina anche "I'll be your baby tonight", che non si allontana molto
dall'arrangiamento "originale". Poi, "Highway 61 revisited" è fatta in
modo straordinario da uno sconosciuto (per me) Johnny Winter, che però
sembra poter fare veramente tutto con la sua chitarra elettrica !

QUEL PAZZOIDE DI WINTER E' VERAMENTE ECCEZIONALE... (SARA' ANCORA
VIVO? A VEDERLO QUELLA SERA NON SEMBRAVA SCOPPIARE DI SALUTE...) L'UNICA
COSA CHE NON MI PIACE DELLA SUA ESECUZIONE DI QUELLA SERA E' CHE SI
MANGIA COMPLETAMENTE LE PAROLE... PREFERISCO NETTAMENTE LA VERSIONE CHE
DI QUELLA CANZONE WINTER FECE NEGLI ANNI 60...

"Seven days", interpretata da Ronnie Wood, mi è piaciuta,

SEVEN DAYS E' UNA DELLE CANZONI DI DYLAN CHE PREFERISCO ANCHE SE QUANDO
PARLO CON LA GENTE MI DICE "SEVEN CHE?" MAI SENTITA NOMINARE (AH, BEATA
IGNORANZA!!!)

ed è bellissima "Just like a woman" di Richie Havens, che suona la
chitarra in un modo mai visto ! "When the ship comes in" non mi è
piaciuta proprio !

POTRESTI AVERE RAGIONE SU QUESTO... E' ECCESSIVAMENTE LENTA PERO' HA UN
CERTO FASCINO E, COME DISSE BRANDUARDI CHE COMMENTAVA IL MEGACONCERTO
PER T+3 (SE RICORDO BENE) TI PORTA CON L'IMMAGINAZIONE IN UN FUMOSO PUB
IRLANDESE NEGLI ANNI '60...

Forse, per come era incazzata quella sera dopo i fischi Sinead O'Connor
avrei preferito avesse cantato lei "Masters of War", che è secondo me è
una canzone che va cantata con grande cattiveria, alla Dylan potremmo
dire, "sputando fuori le parole" !

NON CI HO MAI PENSATO... OTTIMA OSSERVAZIONE... CHISSA' COSA NE VENIVA
FUORI... RICORDIAMO A CHI NON LO SAPESSE CHE SINEAD O'CONNOR AVREBBE
DOVUTO INTERPRETARE NEL SUO OMAGGIO A DYLAN LA STUPENDA "I BELIEVE IN
YOU", CANZONE DI DYLAN TRATTA DALL'ALBUM "SLOW TRAIN COMING", IL PRIMO
DEL PERIODO CRISTIANO, UNA CANZONE IN CUI DYLAN PARLA DI DIO... MA PRIMA
CHE SINEAD INIZIASSE A CANTARE FU INVESTITA DA UNA SALVA DI FISCHI E DI
"BOOOO" A CAUSA DI UN GESTO CHE LA RAGAZZA AVEVA FATTO TEMPO PRIMA...
SINEAD AVEVA INFATTI STRAPPATO IN DIRETTA TV UNA FOTO DEL PAPA IN SEGNO
DI PROTESTA PER NON RICORDO PIU' QUALE MOTIVO (QUALCUNO SE LO
RICORDA?...). LA CONTESTAZIONE A SINEAD O' CONNOR QUELLA SERA AL MADISON
SQUARE GARDEN FU TALMENTE VIOLENTA CHE LA RAGAZZA, VEDENDO CHE LE URLA E
LE INVETTIVE DEL PUBBLICO (OLTRE 20.000 PERSONE) NON ACCENNAVANO A
DIMINUIRE, NONOSTANTE IL TASTIERISTA AVESSE PIU' VOLTE INIZIATO
L'ATTACCO DI "I BELIEVE IN YOU", COLTA DA UNA SPECIE DI CRISI DI RABBIA
COMINCIO' AD URLARE VERSO IL PUBBLICO I VERSI DI "WAR" CANZONE DI
COLE/BARRETT FAMOSA NELL'INTERPRETAZIONE DI BOB MARLEY... AL TERMINE
DELLA CANZONE SINEAD ANDO' VIA DAL PALCO IN LACRIME CONSOLATA
DALL'ABBRACCIO DIETRO LE QUINTE DI KRIS KRISTOFFERSON.

"Just like Tom Thumb's blues" e "All along the watchtower" mi sono
piaciute.

BEH, LE CANTAVA UN CERTO NEIL YOUNG... CHE TRA L'ALTRO HA AVUTO L'ONORE
DI ESSERE NOMINATO IN UNA CANZONE DI BOB (INUTILE CHIEDERTI QUAL E'
VERO?... ROBA DA PRIMA ELEMENTARE). A PROPOSITO SAPEVI CHE LA BOBFEST
DEL MADISON SQUARE GARDEN E' STATA VOLUTA ED ORGANIZZATA PROPRIO DA NEIL
YOUNG CHE HA DOVUTO SUDARE SETTE CAMICIE PER CONVINCERE BOB CHE PROPRIO
NON NE VOLEVA SAPERE? (SEMBRA CHE BOB CONTINUAVA A DIRE:" MA CHE FESTA E
FESTA... NON SONO MICA MORTO!!"). INFATTI SE NOTI NEL GRAN FINALE
L'UNICO A CUI BOB STRINGE LA MANO E' PROPRIO NEIL YOUNG...

Carina "I shall be relased" interpretata da Chrissie Hynde. Un pò meno,
sinceramente, "Don't think twice, it's all right" nella versione di Eric
Clapton. "Emotionally yours" mi è piaciuta, ma era la prima volta che la
sentivo quindi non ho nessun altro termine di paragone.

MOLTO DIVERSA DA QUELLA DI BOB MA NATURALMENTE CIO' E' DOVUTO
ALL'INTERPREAZIONE "NEGRA" DEI CANTANTI (THE O'JAYS)... QUELLA DI BOB
COMUNQUE E' UGUALMENTE BELLA (FA PARTE DELL'ALBUM "EMPIRE BURLESQUE)...

Belle "When I paint my masterpiece" di The Band e "You ain't going
nowhere" di Mary Chapin Carpenter/Rosanne Cash/Shawn Calvin. Mi è
piaciuta anche "Absolutely sweet Marie" di George
Harrison, sono carine anche le due cantate da Tom Petty, License to kill
e Rainy day women n. 12 e 35. "Mr. Tambourine man", interpretata da
Roger McGuinn era, mi pare, la tipica versione dei Byrds, ed era bella.

ESATTO... PIU' VIVACE DI QUELLA DYLANIANA CHE A VOLTE ECCEDE NELLA
LENTEZZA

Poi arriva "uno che puoi chiamare "Bobby", uno che puoi chiamare
"Zimmy"..." (ovvero Dylan) come lo presenta Harrison e credo sulla sua
"It's all right mà (I'm only bleeding)" non ci sia niente da dire !
Bellissima !

E PENSA CHE QUALCHE BUONTEMPONE DI CRITICO IL GIORNO DOPO IL CONCERTO
SCRISSE CHE LA VOCE DI DYLAN FACEVA SCHIFO, CHE SEMBRAVA QUELLA DI UN
CANE FERITO... DE GREGORI RISPOSE CON UN ARTICOLO PUBBLICATO SULL'
UNITA' DICENDO CHE E' ASSURDO PRETENDERE DA DYLAN QUALSIASI CALLIGRAFIA
DEL BEL CANTO... AGGIUNGENDO POI LA FAMOSA FRASE (PER CUI DE GREGORI
MERITA DI ESSERE RICORDATO IN ETERNO ANCHE SE NON AVESSE SCRITTO LE
CANZONI CHE HA SCRITTO) CHE RECITAVA "Dylan non HA una voce! Dylan E'
una voce!"...
PER LA CRONACA LA CITAZIONE DI GEORGE HARRISON CHE PRESENTA BOB CON LA
FRASE "LO POTETE CHIAMARE ZIMMY, LO POTETE CHIAMARE BOBBY, IO LO CHIAMO
LUCKY..." E' STATA PRESA DA HARRISON PARI PARI DALLA BELLISSIMA "GOTTA
SERVE SOMEBODY" DI BOB (PRESENTE NELL'ALBUM SLOW TRAIN COMING) MENTRE IL
TERMINE "LUCKY" CON CUI HARRISON CHIAMA DYLAN RISALE AL PERIODO DEI
TRAVELING WILBURYS, IL SUPERGRUPPO DI AMICI NATO QUASI PER SCHERZO E CHE
VEDEVA INSIEME HARRISON, DYLAN, TOM PETTY, ROY ORBISON E JEFF LYNNE IN
CUI OGNUNO AVEVA UN SOPRANNOME. QUELLO DI DYLAN ERA APPUNTO "LUCKY" E
CREDO GLI SIA STATO DATO PROPRIO DA GEORGE HARRISON... GLI ALTRI ERANO:
NELSON (HARRISON), OTIS (LYNNE), LEFTY (ORBISON), CHARLIE T. JR
(PETTY)... INSIEME HANNO INCISO 2 STUPENDI ALBUM E DIVERSI SINGOLI...

Bellissima anche la seguente "My back pages" con una strofa per uno.

E' LA SECONDA CANZONE DI QUEL VIDEO CHE MI FA VENIRE LA PELLE D'OCA

Da brividi "Knockin' on heaven's door" eseguita alla fine da Bob
con tutti a fare da coro e con la chitarra di Eric Clapton che
accompagnava il motivo di "Pat Garrett & Billy The Kid".

PERSONALMENTE MI FA MORIRE DAL RIDERE LA FACCIA DI BOB QUANDO QUALCUNO
GLI DA' UN MAZZO DI FIORI... SE RICORDO BENE FA UNA FACCIA INCREDIBILE
NON SAPENDO CHE FARE (SE NON SBAGLIO POI LO OFFRE AD UNA DONNA...)

QUALCHE ALTRO BOB FAN VUOLE DIRE LA SUA SU QUESTO MITICO CONCERTO?
L'INDIRIZZO LO CONOSCETE...



 
 

20) Ciao a tutti i dylaniani, mi chiamo Arcangelo e ho 15 anni. E' da molto
poco che ascolto il grande Bob ma lo adoro come se lo ascoltassi da
sempre. Tutti i miei coetani mi insultano per questo, ma io vado avanti
ascoltando giorno per giorno il sommo poeta americano. Volevo chiedere
un paio di cosine.
1)Vorrei sapere tutti i libri che ha scritto Dylan.
2)Vorrei sapere come procurarmi il film "Renaldo e Clara".
3)Vorrei lanciare un appello per conoscere dei miei coetanei che
ascoltano Dylan.
Vi prego rispondetemi almeno voi e pubblicatemi nello spazio TALKIN'.
Ti faccio i complimenti per il magnifico sito
(che è davvero il migliore su tutti tra quelli in lingua italiana) e
saluto tutti
Arcangelo "Mr. Tamburino" Esposito
tcsesp@tin.it
 

ALLELUJAH... GRAZIE DELLA LETTERA E DEI COMPLIMENTI ARCANGELO,
INCREDIBILE MA VERO... ALLORA NON E' VERO CHE DYLAN NON HA FANS TRA I
GIOVANISSIMI... LA COSA MI RIEMPIE DI GIOIA E SPERO CHE COME TE CI SIANO
TANTISSIMI ALTRI FANS DEL GRANDE BOBBY... CONSIGLIO PERSONALE: NON
PREOCCUPARTI PER GLI INSULTI DI CUI SEI FATTO OGGETTO DA PARTE DEI TUOI
COETANEI E SE PROPRIO VUOI RISPONDERE PER LE RIME A CHI EVIDENTEMENTE
NON SA DI COSA PARLA FAI PRESENTE CHE BOB DYLAN HA INCISO OLTRE 40
DISCHI UFFICIALI, CHE DAI SUOI CONCERTI SONO STATI TRATTI OLTRE 600
DISCHI BOOTLEG, CHE DA 40 ANNI CONTINUA A FARE CONCERTI "SOLD OUT", CHE
E' STATO CANDIDATO 2 VOLTE PER IL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA, CHE
SONO STATE INCISE DA ALTRI ARTISTI PIU' DI MILLE COVERS DI SUE CANZONI,
CHE I SUOI VERSI SONO STATI CITATI (CASO PRATICAMENTE UNICO) DA VARI
PRESIDENTI AMERICANI, DAL PONTEFICE E DA PERSONALITA' DELLA LETTERATURA,
DELL'ARTE E DELLA POLITICA IN GENERE, CHE HA RICEVUTO UNA LAUREA HONORIS
CAUSA IN MUSICA DALL'UNIVERSITA' DI PRINCETON (UNA DELLE PIU'
PRESTIGIOSE DEGLI U.S.A), CHE E' STATO NOMINATO COMMENDEUR DES ARTS E
DES LETTRES DAL PRESIDENTE FRANCESE (E SAPPIAMO QUANTO I FRANCESI SIANO
NAZIONALISTI E QUANDO CONFERISCONO UNA COSI' ALTA CARICA SCELGONO
QUALCUNO CHE LA MERITA VERAMENTE), CHE HA VINTO UN NUMERO INFINITO DI
DISCHI D'ORO DI PREMI ED ONORIFICENZE VARIE PER LA PROPRIA OPERA, CHE E'
STATO INTRODOTTO NELLA ROCK AND ROLL HALL OF FAME ED IL SUO NOME E'
SCRITTO A FIANCO DI QUELLO DEI PIU' GRANDI DI TUTTI I TEMPI, CHE COME
MUSICISTA E POETA HA INFLUENZATO GLI ARTISTI DELLA PROPRIA GENERAZIONE
COME NESSUN ALTRO AL MONDO E SUOI FANS DICHIARATI NONCHE' DISCEPOLI
IDEALI SONO STATI E SONO ARTISTI DEL CALIBRO DEI BEATLES, ROLLING
STONES, BRUCE SPRINGSTEEN, DAVID BOWIE, NEIL YOUNG, JOAN BAEZ, LEONARD
COHEN, FABRIZIO DE ANDRE', FRANCESCO DE GREGORI, LUCIO BATTISTI,
FRANCESCO GUCCINI, EDOARDO BENNATO TANTO PER CITARNE SOLO ALCUNI E CHE
PERFINO IL GRANDISSIMO ELVIS PRESLEY HA FATTO UNA COVER DI 4 CANZONI DI
DYLAN... CHE SOPRATTUTTO E' SEMPRE ANDATO CONTRO GLI SCHEMI E LE MODE:
HA FATTO IL FOLK QUANDO VENDEVA IL ROCK'N'ROLL, HA INCISO DISCHI COUNTRY
E DI BALLATE QUANDO ANDAVA DI MODA LA PSICHEDELIA E LA SPERIMENTAZIONE
(PENSIAMO A JOHN WESLEY HARDING ED A NASHVILLE SKYLINE), HA INCISO
DISCHI GOSPEL CON TESTI RELIGIOSI QUANDO SPOPOLAVA LA DISCOMUSIC E
L'HARD ROCK (SLOW TRAIN COMING, SAVED, SHOT OF LOVE), HA AVUTO IL
CORAGGIO DI PUBBLICARE FORSE L'ALBUM PIU' ANTI-COMMERCIALE MAI
REALIZZATO DA UNA ROCKSTAR CON IL SUO "SELF PORTRAIT" SOLO PER NON
ACCONDISCENDERE ALLE RICHIESTE DELLA MODA, DEL PUBBLICO E DEI
DISCOGRAFICI, INSOMMA HA SEMPRE FATTO QUELLO CHE GLI PAREVA NON
LASCIANDOSI CONDIZIONARE DAL MERCATO, COSA CHE SOLO I PIU' GRANDI
POSSONO PERMETTERSI... SOPRATTUTTO HA PRATICAMENTE DA SOLO RIVOLUZIONATO
IL MODO DI SCRIVERE CANZONI CON UNO STRAVOLGIMENTO DEL CONCETTO STESSO
DI POP SONG E L'INTRODUZIONE DELL'USO DELLA POESIA E DELLA LETTERATURA
REALIZZANDO ALBUM CHE RESTERANNO NELLA STORIA DELLA MUSICA PER SEMPRE E
CON CANZONI CHE DA SOLE SIMBOLEGGIANO MEGLIO DI CHIUNQUE ALTRO LA FORZA
DELLE IDEE DI UN'INTERA GENERAZIONE OLTRE A RESTARE LA BANDIERA DI
PRINCIPI DI PACE E FRATELLANZA UNIVERSALE (PROVA A FAR ASCOLTARE A CHI
TI INSULTA CANZONI COME CHIMES OF FREEDOM, THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN,
MASTERS OF WAR, A HARD RAIN'S A-GONNA FALL, WITH GOD ON OUR SIDE O ALBUM
COME BLOOD ON THE TRACKS, OH MERCY E BLONDE ON BLONDE). A CHI DOVESSE
SOSTENERE CON TE CHE E' UN ARTISTA ORMAI FUORI MODA FAI PRESENTE CHI HA
VINTO BEN TRE GRAMMY AWARDS NEL 1997 (TRE ANNI FA QUINDI, NON TRENTA)
CON L'ALBUM "TIME OUT OF MIND" (MIGLIOR ALBUM DELL'ANNO, MIGLIORE
INTERPRETAZIONE ROCK, MIGLIOR LAVORO NELLA CATEGORIA FOLK), CHE A LUI
SONO DEDICATI OLTRE 130.000 SITI WEB SU INTERNET, CHE IN TUTTO IL MONDO
SI DISCUTONO TESI UNIVERSITARIE SULLA SUA MUSICA E SULLA SUA POESIA, CHE
SEMINARI E TAVOLE ROTONDE SULLA SUA OPERA CONTINUANO A PROLIFERARE AI
QUATTRO ANGOLI DEL GLOBO.
PER QUANTO RIGUARDA I LIBRI SCRITTI DA DYLAN O CHE LO RIGUARDANO SONO
DAVVERO TANTI. QUELLI SCRITTI DA BOB ESSENZIALMENTE SONO:

Bob Dylan : In His Own Words
Tarantula
Lyrics, 1962-1985 : Include tutti gli scritti ed i disegni
Lyrics, 1962-1999 : aggiornato al 1999

DA AVERE INVECE A LIVELLO DI BIOGRAFIE E SAGGI:

Bob Dylan : A Biography di Anthony Scaduto

Invisible Republic : Bob Dylan's Basement Tapes di Greil Marcus

No Direction Home : The Life and Music of Bob Dylan di Robert Shelton

Jokerman, vita e arte di Bob Dylan di Clinton Heylin

Performing artist volumi 1 e 2 di Paul Williams

Oh no, not another Bob Dylan book di Humphries-Bauldie

On the road with Bob Dylan di Sloman

Tangled up in tapes di Dundas

Positively Bob Dylan di Krogsgaard (praticamente tutte le registrazioni
live e studio esistenti di Bob)

Dylan di Johnatan Cott.

PER QUANTO RIGUARDA RENALDO AND CLARA O ALTRI FILM INTROVABILI COME
DON'T LOOK BACK, EAT THE DOCUMENT, HARD TO HANDLE ETC... L'UNICA E'
FARSELI DUPLICARE DA QUALCHE COLLEZIONISTA CHE NE POSSEGGA UNA COPIA
ESSENDO ORMAI FUORI CATALOGO (MA STA PER USCIRE IN U.S.A. UN DVD CON
DON'T LOOK BACK).
ALLORA DYLAN FANS IN ASCOLTO CONTATTATE IL NOSTRO AMICO ARCANGELO ED
AIUTATELO COME POTETE...
CIAO ARCANGELO E RISCRIVICI PURE QUANDO HAI ALTRE DOMANDE DUBBI O
CURIOSITA SUL GRANDE BOB,
MICHELE "NAPOLEON IN RAGS" MURINO



 

Chiunque voglia replicare alle discussioni può inviare una e mail all'indirizzo riportato all'inizio di questa pagina.
 
 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è una  produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------