Odds and ends
gli anni cinquanta
aneddoti, curiosità, leggende, gossip, scarti ed avanzi 
dei primi 4 decenni di carriera di Mr. Zimmy

a cura di Michele "Napoleon in rags" Murino

 

 

1951 - Il piccolo Robert Zimmerman, nato a Duluth il 24 maggio 1941, scrive due poesie dedicate ai propri genitori.

Beattie Stone Zimmerman (madre di Bob): "Robert è stato un compositore di versi prodigioso per tutta  la sua giovinezza"

prima metà degli anni '50 - Il rock'n'roll diventa il primo amore musicale di Robert Zimmerman. Ma la musica country di artisti come Hank Williams sarà di lì a poco fonte di ispirazione per lui.

Bob Dylan: Cominciai a cantare circa all'età di dieci anni - dieci o undici - e cominciai con il country&western - Hank Williams, Lefty Frizzel, roba del genere"
 

primavera 1954 - avviene il bar-mitzvah di Robert, una cerimonia di iniziazione religiosa alla quale ogni ragazzo di religione ebraica si sottopone all'età di tredici anni; con essa l'iniziato viene ammesso al culto e da quel giorno è tenuto ad osservare i precetti della propria religione

Bob Dylan: "In città non c'era un rabbino, ed era venuto il momento del mio bar-mitzvah. All'improvviso e in circostanze alquanto strane è comparso un rabbino che è rimasto là solo per un anno. Lui e sua moglie erano scesi dal pullman proprio nel bel mezzo dell'inverno; era arrivato giusto in tempo perchè io imparassi quella roba. Era un vecchio di Brooklyn con la barba bianca, e indossava un cappello nero e abiti neri. Lo avevano fatto sistemare in una stanza sopra il cafè che era il luogo di ritrovo della città; ed era anche un cafè dove si ascoltava il rock'n'roll e dove di solito andavo a passare le serate. Ci andavo tutti i giorni ad imparare quella roba, sia dopo la scuola sia dopo cena. Dopo aver studiato con lui per un'ora o giù di lì scendevo al cafè di sotto e facevo il boogie"

settembre 1955 - James Dean muore in un incidente stradale nella città californiana di Paso Robles. Con lui muore uno degli idoli di Robert in cui il futuro Dylan vedeva "qualcosa di se stesso".

1956 - Robert inizia a suonare il piano in una band da lui formata in compagnia dell'amico Monte Edwardson. Un anno dopo, nel 1957, secondo Edwardson, Robert incominciò ad imparare a suonare la chitarra di cui lo stesso Monte gli insegnò i primi rudimenti

estate/autunno 1956 - Nasce la prima band di Robert composta da Bill Marinac, Chuck Nara e Larry Fabbro e naturalmente dallo stesso Bob. Il nome della band è: Shadow Blasters



1956 - Una delle primissime esibizioni di Bob con gli Shadow Blasters fu una versione di Long Tall Sally di Little Richard ad un concorso organizzato da un College di Hibbing, Minnesota
HIBBING

fine 1956 - Bob forma la sua seconda band: The Golden Chords. Oltre a Bob ne erano membri gli amici Monte Edwardson e Leroy Hoikkala

estate/autunno 1957 - Bob frequenta Echo Helstrom, la sua prima ragazza

Echo Helstrom: Lo conobbi allo L&B Cafè di Hibbing. Fu nel 1957 quando eravamo ancora al liceo. Lui era sempre ben vestito, molto tranquillo, così lo avevo valutato per un santarellino. Invece quando gli menzionai la canzone Maybelline, urlò: "Maybelline! Maybelline di Chuck Berry? Ma certo che l'ho sentita!". Così attaccammo a parlare di Chuck Berry, Fats Domino, Little Richard, Jimmy Reed. Bob pensava che Jimmy fosse favoloso, il migliore!"

Gennaio 1958 - Dylan inizia ad esibirsi al Purple Onion Pizza Parlour di St Paul, Minnesota

Febbraio 1958 - The Golden Chords si esibiscono ad Hibbing davanti ad un pubblico di duecentocinquanta ragazzi ricevendo un notevole successo per una cittadina come Hibbing.

Bob Dylan: "Eravamo la band più rumorosa in circolazione... Non c'era nessun altro che suonasse quello che suonavamo noi; la scena musicale sembrava essere dominata dal jazz, o roba simile. C'era un'altra band in città che aveva una formazione tromba-basso-chitarra e batteria. Essenzialmente roba di quel genere. E dovevi saper suonare la polka"...

Febbraio 1958 - Dylan si esibisce con regolarità insieme a "Spider" John Koerner al Ten O'Clock Scholar, eseguendo canzoni come "They Called The Wind Maria"

Estate 1958 - Nasce l'ultima delle tre band di Bob del periodo di Hibbing: Elston Gunn and The Rock Boppers. Elston Gunn fu dunque lo pseudonimo scelto da Bob anche se, secondo Echo Helstrom la ragazza di Bob dell'epoca, in quello stesso periodo egli assunse il nome d'arte di Bob Dillon mutuato dal personaggio televisivo Matt Dillon, dalla serie "Gunsmoke".

autunno 1958 - Bob, che ora possiede una motocicletta, forma a Duluth insieme ad un suo cugino una nuova band, I Satin Tones con i quali Bob registrò una session per la radio di Hibbing.

1959 - Dylan, che si reca sempre più spesso a Minneapolis, si avvicina al blues mettendo da parte il suo primo amore, il rock'n'roll. Nelle città gemelle, Minneapolis e St.Paul, Bob conosce anche Bonnie Beecher, ragazza alla quale sarà legato in seguito.
L'interesse per il blues fa sì che Bob si allontani sempre più dal pianoforte ed incominci a suonare quasi esclusivamente la chitarra

Giugno 1959 - Bob entra a far parte della band di Bobby Vee in qualità di pianista. In quel periodo Bob è a Fargo, North Dakota, ospite di parenti e viene contattato da Vee

Bobby Vee: A quel tempo nella mia band c'era solo una sezione ritmica, e aggiungendo un pianoforte pensavo che avremmo ottenuto la rock'n'roll band definitiva. Chiedemmo in giro a Fargo e dintorni e un nostro amico ci indicò un tipo che era stato ospite a casa sua per un pò di tempo e che lavorava come cameriere al Red Apple Cafè. Mio fratello si incontrò con lui e assieme andarono alla stazione radio locale per poter utilizzare un pianoforte. Lui strimpellò un pò il piano e suono Whole Lotta Shakin' in tonalità di Do... Poichè aveva riferito a mio fratello di avere suonato insieme a Conway Twitty, il provino finì lì, ed egli venne assunto. Era un tipo piccolo, dall'aspetto tutto arruffato, ma con una grande passione per il rock'n'roll. Tecnicamente era piuttosto limitato... Gli piaceva fare dei battimani un pò come Gene Vincent & The Bluecaps, che avevano in formazione due tipi che battevano le mani. Ogni tanto si avvicinava al microfono, batteva le mani a tempo e quindi se ne tornava di corsa al piano. Voleva che lo chiamassimo sempre col nome d'arte che si era scelto, Elston Gunn. Facemmo qualche concerto a North Fargo ma poi ci rendemmo conto che, non possedendo un pianoforte e non essendo in una condizione tale da poterne acquistare uno e scarrozzarcelo dietro ovunque, forse sarebbe stato meglio tornare ad essere una band di soli quattro elementi. Gli comunicammo che avevamo deciso di non avvalerci più dei suoi servigi di pianista: lui ci rimase un pò male e lasciò Fargo per recarsi a Minneapolis, dove si iscrisse all'università"

Settembre 1959 - Robert si iscrive alla Univeristy of Minnesota



Il John Bucklen Tape

JOHN BUCKLEN

Si tratta di un nastro (o meglio di una serie di nastri) registrati nel 1958 da John Bucklen nella casa di Bob ad Hibbing. Bucklen era un amico di Bob e suo compagno di scuola all'epoca di Hibbing ed è poi è diventato un disc jockey alla radio. Egli è stato molto amico di Dylan (o sarebbe meglio dire di Robert Zimmerman) soprattutto negli anni che vanno dal 1956 al 1959 e i due si incontravano spesso a casa dell'uno o dell'altro per suonare e cantare le canzoni dei loro beniamini dell'epoca come Elvis Presley e Little Richard. Il nastro contiene diverse canzoni suonate e cantate da Bob e da John Bucklen (a due voci) e vari dialoghi tra i due che commentano le loro "prove casalinghe", ridono e scherzano e discutono di rythm and blues, di Johnny Cash, di Little Richard, di musica in genere e di vari altri argomenti.

LA CASA DI BOB DYLAN AD HIBBING - NELLE ALTRE FOTO LA CITTADINA NEGLI ANNI '50

Ad un certo punto del nastro John chiede a Dylan: "What's the best kind of music?" e Dylan risponde senza esitazione: "Rythm and blues!" (Bucklen: "Qual è la musica migliore?" - Dylan: "Rythm and blues!"). Poi Bob continua: "Rythm and blues is something that you really can't explain, see... When you hear it's a good Rythm and blues song, chills go up your spine (risate).When you hear a good Rythm and blues song you wanna cry... When you hear one of those songs..." ("Il rythm and blues è qualcosa che non riesci veramente a spiegare, sai... Quando ascolti una buona canzone rythm and blues senti i brividi salirti lungo spina dorsale (risate). Quando ascolti una buona canzone rythm and blues ti viene voglia di piangere... Quando ascolti una di quelle canzoni...".
In un altro punto i due discutono su una canzone di Little Richard, credo appena ascoltata alla radio:
Dylan: This is Little Richard... Little Richard's got a lot of expression...
Bucklen: You think singing is just jumping around and screaming?
Dylan: You gotta have some kind of expression...
(Dylan: "Questo è Little Richard... Little Richard ha un sacco di espressività..." - Bucklen: "Credi che cantare sia solo saltare qua e là ed urlare?" - Dylan: "DEVI avere una certa espressività...").
Nel nastro sono contenute le seguenti canzoni:
Hey Little Richard (autore: Bob Dylan?)
Buzz Buzz Buzz (di Gray/Byrd)
Jenny take a ride (di Johnson/Penniman/Crewe)
Blue moon (di Hart/Rogers)
Secondo altre fonti esiste anche una "Jelly Jelly" (o "Jenny Jenny") non meglio identificata.
Inoltre nel suo libro "Flowers In The Dustbin," lo scrittore James Miller sostiene che il critico musicale Greil Marcus gli abbia fatto ascoltare un frammento di un'altra canzone probabilmente presente in quel nastro; si tratta precisamente di "We belong together" di Robert and Johnny.


vai alla seconda parte di Odds and ends: gli anni sessanta

vai alla terza parte di Odds and ends: gli anni settanta

vai alla quarta parte di Odds and ends: gli anni ottanta

vai alla quinta parte di Odds and ends: gli anni novanta



 
 
 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------