Modern Times
-preview-

di Michele Murino

30.6.06

BOB DYLAN ESCE CON UN NUOVO ALBUM DOPO CINQUE ANNI

Bob Dylan esce con un nuovo album dopo cinque anni. Modern Times arriverà nei negozi ed online il 29 Agosto
NEW YORK, 12 Giugno /PRNewswire/ -- Il primo nuovo album di  Bob Dylan da cinque anni a questa parte, Modern Times, arriverà nei negozi ed online il 29 agosto. Il 44mo album include dieci nuove canzoni di Bob Dylan registrate quest'inverno con Dylan alle tastiere, chitarre, armonica e voce, accompagnato dalla sua band regolare che lo accompagna in tour.
Ecco alcuni titoli delle canzoni di Modern Times:
"Thunder On The Mountain," "Spirit On The Water," "Workingman's Blues," e "When The Deal Goes Down."
Il presidente della Columbia Records Steve Barnett ha dichiarato, "Un nuovo album di Bob Dylan è un evento. Bob è quel raro artista la cui musica sfida tutte le mode e risuona a tutti i livelli della nostra cultura. "Modern Times" è il terzo album di una straordinaria trilogia, insieme a Time Out Of Mind e "'Love and Theft".
Bob Dylan è uno dei più famosi ed acclamati songwriter, musicisti e performer, e ha venduto quasi 100 milioni di album e si è esibito letteralmente in migliaia di show in tutto il mondo nel corso di una carriera che copre cinque decenni. I suoi album più recenti, Time Out Of Mind e "Love & Theft"sono stati tra i suoi più grandi successi commerciali e tra i più lodati dalla critica (...)

---

Abbiamo avuto un'anticipazione del nuovo album di Bob Dylan, Modern Times, in uscita il 29 Agosto. Un album che Dylan ha prodotto da solo mescolando elementi del suo album del 2001, "Love and Theft" - variazioni blues (pensate a “Cry A While”) e stravaganti ballate (pensate a “Floater”) – con lo stile dei classici Time Out of Mind ed Oh Mercy. Nell'album suonano i musicisti dell'attuale band di Dylan. Nelle nostre orecchie risuona un brano che fa gelare le ossa “Ain’t Talkin’”, probabilmente il più epico e potente brano di chiusura per un album di Dylan. Altri titoli sono “Thunder On the Mountain,” “Spirit on the Water,” “Workingman’s Blues,” “When the Deal Goes Down” e “Neddy Moore.” -- Austin Scaggs


Michele Murino

2.7.06

ALICIA YOU BEEN ON MY MIND
Caspar Llewellyn Smith anticipa sul "The Observer" del 2 luglio alcuni versi del nuovo album di Bob Dylan, "Modern Times".
Il verso iniziale della prima canzone dell'album, scrive Smith, recita:
'Thunder on the mountain, fires on the moon, there's a ruckus in the alley and the sun will be here soon'.
La canzone prosegue poi con: 'I was thinking about Alicia Keys, couldn't help from crying / When she was born in Hell's Kitchen, I was living down the line / I'm wondering where in the world Alicia Keys could be / I been looking for her even clean through Tennessee.'
("Tuoni sulla montagna, fuochi sulla luna, c'è confusione nel vicolo ed il sole presto arriverà" - "Stavo pensando ad Alicia Keys, e non ho potuto fare a meno di piangere / Quando lei è nata ad Hell's Kitchen, io vivevo a sud / Mi chiedo dove potrebbe essere ora Alicia Keys / L'ho cercata persino in tutto il Tennessee").
Smith indica come "Modern Times" il titolo della canzone anche se stando al verso iniziale è più probabile che si riferisca a "Thunder on the mountain" (sempre che i titoli finora trapelati siano giusti).
Alicia Keys ha commentato così la notizia: 'Ho sentito in via non ufficiale che Dylan aveva menzionato il mio nome in una delle sue nuove canzoni. All'inizio pensavo che qualcuno stesse prendendosi gioco di me! Come poteva una tale leggenda conoscermi? E, soprattutto, decidere di scrivere di me? Non ho ancora sentito la canzone - è top secret. Ma sono follemente eccitata al pensiero e sono onorata che Dylan abbia pensato a me".
Smith dice poi che nella title-track dell'album (dunque è presumibile che vi sia comunque davvero una canzone intitolata "Modern Times") Dylan parla, o meglio canta, di 'all the ladies in Washington scrambling to get out of town' ("tutte le signore a Washington arrancavano per uscire dalla città"). Smith collega questo verso con la tragedia dell'11 settembre.
In un altro verso Dylan canta: "Ho un nuovo abito ed una nuova moglie".
Smith cita altre due canzoni con i titoli di 'Netty Moore' e 'Ain't Talkin', Just Walkin'' mentre finora erano state presentate come "Neddy Moore" e "Ain't Talkin'", non è chiaro dunque se i titoli siano stati riportati erroneamente dal giornalista.
Michele Murino


6.7.06

LA TRACKLIST

La tracklist:

1. Thunder on the Mountain (5:57)
2. Spirit on the Water (7:44)
3. Rollin' and Tumblin' (6:03)
4. When the Deal Goes Down (5:06)
5. Someday Baby (4:57)
6. Workingman's Blues #2 (6:09)
7. Beyond the Horizon (5:38)
8. Nettie Moore (6:54)
9. The Levee's Gonna Break (5:45)
10. Ain't Talkin'' (8:48)


7.7.06

Anticipazione di Modern Times da Uncut di luglio

"Un nuovo Classico di Dylan"

A proposito del sound dell'album e dell'interpretazione di Dylan
"Pensate a 'Love and Theft' ed anche ai Basement Tapes, ed al modo in cui le canzoni su questi album sembrano essere state messe insieme da migliaia di vecchie frasi di vecchi blues, o vecchie canzoni folk, da vecchie storie e frammenti di leggenda"

"Blues in stile Chicago e jazz degli anni '30 in stile 'Love and Theft'"

"Dylan sembra aver passato parecchie ore in studio perfezionando le parti vocali. Il risultato è una performance in stile Sinatra dal punto di vista del fraseggio e del sentimento, una delle sue migliori prove vocali"

A proposito dei temi
"Un LP sull'amore con un tono caldo ed accogliente, un umorismo auto-ironico e maliziosi riferimenti al sesso. Dylan in Modern Times sembra rinvigorito, persino indomabile".

"C'è qualcosa in questo nuovo album che può stare a fianco dei lavori più immortali di Dylan? Inequivocabilmente sì. Ci sono diversi candidati ma tenete d'occhio soprattutto una canzone che combina la musica country con la coraggiosa politica di Infidels, il brano in difesa dei lavoratori americani "Union Sundown" ed il discorso in favore dei contadini americani al Live Aid.
E poi c'è una canzone d'amore ed una con un accenno, dopo così tanti anni, della turbinante maestà di Like a Rolling Stone"


Michele Murino

9.7.06

Nuovi commenti ed anticipazioni su "Modern Times" da "Uncut":

A quei fans di Dylan che cercano indizi a proposito dell'identità musicale del suo nuovo album, Modern Times, in canzoni come "'Cross the Green Mountain", l'epico brano di nove minuti tratto dalla colonna sonora del film "Gods and Generals" del 2003, l'unica sua recente dichiarazione musicale di un certo peso, possiamo dire che Modern Times ha poco da spartire con quel tipo di canzoni.
E, allo stesso modo, anche paragoni con il senso di mortalità e di mancanza di speranze per il futuro che così tanto aveva dominato il creativo ritorno di Bob Dylan nel 1997 con l'album Time Out of Mind sono fuori bersaglio.

Dylan ha prodotto e arrangiato da solo Modern Times e vi ha suonato guidando la sua band. Ha trattato ogni singolo aspetto di Modern Times con cura ed attenzione. Senza rivelare troppo, Modern Times potrebbe anche essere descritto, innanzi tutto, come un disco che parla di amore. Precedenti ideali per questo nuovo disco sono gli album della trilogia della metà degli anni '70, ovvero Planet Waves, Blood on the Tracks e Desire, con il loro misto di rabbia e di devozione che viene qui rimpiazzato da un umorismo auto-ironico e da allusioni maliziose al sesso.

Per quanto riguarda invece la domanda se quello che un tempo era stato il portavoce di una generazione abbia o meno risposto alla condizione disperata del suo Paese dai tempi di "Love and Theft", che venne pubblicato con una sinistra coincidenza proprio l'11 Settembre del 2001, il giorno che ha cambiato l'America per sempre, la risposta è, come sempre, "in un certo senso sì".
Non è che ci siano menzioni di aeroplani che si schiantano contro il World Trade Center, o di guerra nel Medio Oriente, o riferimenti a George Bush. Ma le tradizioni del blues e del folk, nelle quali Dylan ha radicato se stesso sin dall'album "Good As I Been To You" del 1992, gli consentono di alludere a tali argomenti con riferimenti senza tempo. Proprio come "High Water", una delle tracce che più risaltarono in "Love and Theft", sembrò paurosamente anticipare una catastrofe naturale come l'Uragano Katrina, allo stesso modo immagini di furia degli elementi, di flagelli divini e di povertà soffiano in tutto l'album Modern Times.

La politica di Dylan viene qui indirettamente espressa, ma altrettanto profondamente radicata come in tutte le sue classiche canzoni di protesta.
Nel tentativo di spiegare "Mississippi", un'altra splendida canzone di "Love and Theft", Dylan parlò di "liriche taglienti come un coltello che cercavano di trasmettere maestà ed eroismo... qualcosa che aveva a che fare con la Dichiarazione di Indipendenza, con la Costituzione, con il Bill of Rights."
Tutto questo è ugualmente parte dello spirito di Modern Times, un album che vede un Dylan che condanna giustamente l'avidità, la ricchezza ed il potere. In questo modo l'album si erge contro l'idea che Bush ha dell'America così come "Masters of War" si erse contro le agenzie politiche che avevano voluto una impopolare guerra nel Vietnam. 


Michele Murino

13.7.06

IL MINUTAGGIO DELLE CANZONI DI MODERN TIMES

1. Thunder on the Mountain (5:57) 2. Spirit on the Water (7:44) 3. Rollin' and Tumblin' (6:03) 4. When the Deal Goes Down (5:06) 5. Someday Baby (4:57) 6. Workingman's Blues (6:09) 7. Beyond the Horizon (5:38) 8. Nettie Moore (6:54) 9. The Levee's Gonna Break (5:45) 10. Ain't Talkin' (8:48).


15.7.06

A PROPOSITO DELLA COPERTINA DI "MODERN TIMES"
Caro Michele, ti invio un articolo sull'autore della foto di copertina di "Modern Times". Quando Ted Croner e' morto nel 2005 avevano scelto proprio quella foto, che e' una delle sue piu' famose, per commemorarlo. Non c'e' bisogno che ti dica che sono d'accordo con te e trovo la copertina di "Modern Times" bellissima.
Alessandro Carrera

Ted Croner, fotografo di New York, muore all'età di 82 anni

18 Agosto, 2005
di Daryl Lang
Il fotografo Ted Croner, che ha catturato sensazionali immagini in bianco e nero di New York City negli anni '40 e '50, è morto Lunedì per cause naturali all'età di 82 anni.

Dopo aver studiato con il leggendario art director Alexey Brodovitch, Croner ha lavorato nel campo della fotografia di moda ma, come i suoi contemporanei Richard Avedon, Robert Frank, Diane Arbus e William Klein, è stato attirato dalla fotografia di strada. Croner è diventato molto famoso grazie alla sua opera personale, realizzata vagabondando nella città durante il tempo libero. Croner è stato rappresentato dalla Howard Greenberg Gallery, che ha annunciato la sua morte.

"New York era una città molto importante per lui," dice Margit Erb, direttore delle vendite alla Howard Greenberg Gallery. Erb dice che Croner si divertiva a raccontare storie del suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale e del suo lavoro come fotografo di moda.

"Credo che probabilmente era più felice quando aveva un circolo di persone intorno a sè e raccontava storie," dice Erb.

Nato a Baltimore nel 1922, Croner era cresciuto nel North Carolina e cominciò a fare il fotografo freelance al liceo. Frequentò poi la University of North Carolina.

Nel 1941, all'inizio della Seconda Guerra Mondiale, Croner si arruolò nell'esercito Americano come pilota cadetto e venne addestrato alla Photography and Aerial Mapping School in Colorado.

Di stanza a Guam, Croner scattò fotografie dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki, secondo un articolo del 2003 della rivista Black & White Magazine.

Dopo la guerra, all'età di 23 anni, Croner seguì il consiglio dell'amico e mentore Fernand Fonssagrives, un fotografo di moda, e si trasferì a New York per aprire uno studio fotografico. Mise in un fondo comune il denaro che aveva guadagnato come militare insieme all'amico fotografo Bill Helburn e i due aprirono un negozio su West 58th Street.

Sempre su consiglio di Fonsagrives, Croner prese lezioni da Brodovich alla New School e iniziò a fare fotografie della città nel suo tempo libero.

Alcune delle sue più famose immagini catturarono New York di notte. Per "Central Park South," datata 1947-48, Croner fotografò il panorama con strisce di luce che formavano i contorni degli edifici.  Un'altra fotografia, "Taxi, New York Night," datata ancora 1947/1948, mostra un'automobile in movimento, ripresa da un angolo basso, una macchia di cromo e di luci.

I lavori di Croner sono stati esposti al Metropolitan Museum of Modern Art ed i suoi clienti nel campo della moda includono Vogue, Bazaar, Glamour, and Brides. 


traduzione di Michele Murino
 

18.7.06

Il disco DVD allegato a "Modern Times" conterrà i seguenti video:
1. Blood In My Eyes - 2. Love Sick - 3. Things Have Changed  - 4. Cold Irons Bound


19.07.06

MODERN TIMES
I versi tratti dai sampler di sonymusicstore

Traduzioni di Michele Murino

Thunder on the mountain
...down the line. I'm wondering where in the world Alicia Keys could be... I been looking for her even clear through Tennessee... Feel like my soul is beginning to expand... Look into my heart and you will sort of understand... You brought me here, now you're trying to run me away... The writing on the wall come read it, come see what it say...

Tuono sulla montagna
...a sud. Mi chiedo in quale posto del mondo potrebbe essere ora Alicia Keys... L'ho cercata persino in tutto quanto il Tennessee... Mi sento come se la mia anima stesse cominciando ad espandersi... Se guardi nel mio cuore forse capirai... Prima mi hai portato fin qui e ora stai cercando di farmi scappar via... Vieni a leggere la scritta sul muro, vieni a vedere cosa dice...

Spirit on the water
...I can't trust anyway... I'd forgotten 'bout you and you turned up again... I always knew we were meant to be more than friends... When you're near it's just as plain as it can be...

Spirito sull'acqua
...comunque non posso fidarmi... Mi ero dimenticato di te ma mi sei apparsa di nuovo... L'ho sempre saputo che eravamo destinati ad essere più che semplici amici... Quando mi sei vicina tutto è semplice e chiaro come non mai...

Rollin' and tumblin'
I got trouble so hard I just can't stand the strain... Some young lady's love has charmed away my brains... The landscape is glowing gleaming in the glowing light of day...

Rotolando e ruzzolando
Ho problemi così grandi che proprio non riesco a sopportare la tensione... L'amore di una giovane signora ha gettato un incantesimo sulla mia mente... Il paesaggio risplende scintillando nella splendente luce del giorno...

When the Deal Goes Down
...The world keeps turning around, we live and we die, we know not why, but I'll be with you when the deal goes down... We eat and we drink, we feel and we think...

Quando verrà il turno
...Il mondo continua a girare, viviamo e moriamo senza sapere perchè, ma io sarò con te quando verrà il turno... Mangiamo e beviamo, sentiamo e pensiamo...

Someday baby
When I was young, drivin' was my cravin', you drive me so hard almost to the grave... Someday baby you ain't gonna worry for me anymore...

Un giorno baby
Quando ero giovane, il mio desiderio era quello di guidare, tu mi hai guidato così duramente che mi hai quasi portato alla tomba... Un giorno baby non dovrai più preoccuparti per me...

Workingman's blues
Come sit down on my knees, you are dearer to me than myself as you yourself can see... While I'm listening to the steel rails that hum got both eyes tight shut, just sitting here trying to keep the hunger from creeping its way into my gut... ???

Il blues dell'operaio
Vieni a sederti sulle mie ginocchia, tu mi sei più cara di me stesso e lo puoi capire da sola... Mentre sento le rotaie d'acciaio che vibrano ho gli occhi chiusi serrati e me ne sto semplicemente qui, seduto, cercando di impedire che la fame mi si insinui nelle budella... ???

Beyond the Horizon
...Through flame and through fire I'll build my world around you, beyond the horizon, in the springtime or fall...  Love waits forever for one and for all... beyond the horizon...

Oltre l'orizzonte
...Tra il fuoco e le fiamme costruirò il mio mondo intorno a te, oltre l'orizzonte, in primavera o in autunno... L'amore aspetta per sempre, per uno e per tutti... oltre l'orizzonte...

Nettie Moore
...see you. All I ever do is struggle and strife. If I don't do anybody any harm I might make it back home alive. I'm the oldest son of a crazy man... I'm in a cowboy (?) band... Got a pile of sins to pay for and I ain't got time to hide...

Nettie Moore
...vederti. Tutto quel che faccio è lottare e combattere. Se non faccio del male a nessuno, potrei farcela a tornare a casa vivo... Sono il figlio più vecchio di un uomo pazzo... Sono in una banda di cowboys (?) Ho un mucchio di peccati da pagare e non ho tempo da nascondere...

The Levee's Gonna Break
I've paid my time and now I'm as good as new... I've paid my time and now I'm as good as new... They can't take me back unless I want 'em to... If it keep on rainin' levee's gonna break... If it keep on rainin' the levee's gonna break... Some of these people gonna strip you of all of your...

La diga cederà
Ho pagato i miei debiti e ora sono come nuovo... Ho pagato i miei debiti e ora sono come nuovo... Non potranno riportarmi indietro a meno che io non glielo permetta... Se continua a piovere la diga cederà... Se continua a piovere la diga cederà... Questa gente ti strapperà tutti i tuoi...

Ain't talkin', Just Walkin
...me from behind... Ain't talkin', just walkin', through this weary world of woe... I'm burning, still yearning, know what on earth ??? They say prayer has the power to heal, so praise the Lord (?)...

Non sto parlando, sto solo camminando
...mi da dietro... Non sto parlando, sto solo camminando, in questo stanco mondo di dolore... Sto bruciando, e ancora mi struggo, so quel che sulla terra ??? Dicono che la preghiera ha il potere di guarire, perciò loda il Signore (?)... 


Michele Murino

29.07.06

"MOJO" SU MODERN TIMES

Ecco alcune notizie a proposito di Modern Times tratte dalla rivista inglese "Mojo", come riportate sul Dylan Pool. Nell'articolo di Mojo, a firma Robert Hilburn, il giornalista si riferisce con le seguenti parole al nuovo album di Bob Dylan, Modern Times: "Epico", "Straziante", "Dinamico", "Apocalittico". In riferimento al brano Thunder on the mountain, Hilburn sottolinea come Dylan addirittura citi Alicia Keys mentre promette di cercare del divertimento (è una delle cose di Modern Times che evidentemente ha più colpito finora, stando a quante volte abbiamo letto i vari articolisti sottolineare il riferimento di Dylan alla cantante newyorkese). Oggi è il giorno, - riporta Hilburn, citando i versi di Dylan - prenderò il mio trombone e suonerò / Beh, c'è della bella roba qui e ce n'è dovunque io vada (Today's the day, gonna grab my trombone and blow / Well, there's hot stuff here and it's everywhere I go). A proposito di Spirit on the Water, Hilburn utilizza la parola "vintage" ad indicare che esso sembra un brano "d'epoca"; un pop carezzevole, scrive Hilburn, il quale poi aggiunge: "Immaginatevi Bing Crosby mentre canta questo brano, diversi decenni fa". Hilburn cita alcuni versi: "Sometimes I wonder why you don't treat me right / You do good all day and then you do wrong all night." (A volte mi domando perchè non ti comporti bene con me / Di giorno sei buona ma di notte sei ingiusta). Rollin' and Tumblin', prosegue Hilburn, è uno stupefacente ed infuocato brano rock: "I'm flat out spent, this woman she been drivin me to tears / This woman's so crazy. I swear I ain't gonna touch another one for years" (Sono depresso, questa donna mi spinge fino alle lacrime / E' talmente pazza. Giuro che non ne toccherò più un'altra per anni). When the deal goes down viene definita come una ballata, una sorta di dichiarazione di devozione romantica che però nasconde riferimenti spirituali. "Un altro brano di spicco", scrive Hilburn. Someday Baby viene descritta come uno dei country-blues tanto amati da Dylan mentre Workingman's Blues # 2 viene definita uno dei momenti più caratterizzanti del disco, una "canzone epica". Beyond the Horizon, scrive il giornalista, ha lo stesso mood di Moonlight (dall'album "Love And Theft"): "Al di là dell'orizzonte alla fine dei giochi / Ogni passo che tu fai è lo stesso che faccio io" (Beyond the horizon at the end of the game / Every step that you take. I'm walkin' the same). A proposito di Nettie Moore si parla di quello "stile di vita inquieto, indipendente e bramoso di avventura" che ha da sempre affascinato Dylan. The Levee's gonna break, scrive Hilburn, parla delle diseguaglianze razziali ed economiche documentate dalla tragedia della devastazione di New Orleans (con riferimento al recente uragano). Ain't Talkin' - scrive il giornalista - è forse la più toccante canzone dell'album con un Dylan "in parte filosofo, in parte troubadour, in parte provocatore, in parte critico della società, in parte santo patrono". (Un giorno camminavo nel mistico giardino / Un caldo giorno d'estate, su un caldo prato estivo / Mi scusi signora, le chiedo perdono / Non c'è nessuno qui, il giardiniere se n'è andato (As I walked out in the mystic garden / On a hot summer day, a hot summer lawn / Excuse me m'am I beg your pardon / There's no one here, the gardener is gone). La voce di Dylan - è riportato - è così chiara in tutto il disco che non c'è bisogno di leggere i testi per capire i versi.


Michele Murino

da
http://pool.dylantree.com/phorum5/read.php?1,600670


02.08.06

Modern Times
UNCUT DA' CINQUE STELLE AL NUOVO DISCO DI BOB DYLAN
Sul nuovo numero della rivista inglese Uncut, Nick Hasted parla del nuovo disco di Bob Dylan, Modern Times.
Il giudizio che la rivista dà all'album è estremamente lusinghiero, con il massimo dei voti (cinque stelle).
Hasted dà come chiaro ed evidente il riferimento del titolo all'omonimo film di Charlie Chaplin del 1936 in cui il Piccolo Vagabondo si confronta con l'automazione e la Grande Depressione. Hasted sostiene che il Chaplin di Tempi Moderni è certamente un modello per il Dylan di oggi. Entrambi vagano per un'America spirtualmente morta, un paese distrutto dalla miseria economica. Ed entrambi combattono con un indomito spirito anarchico.
Hasted sottolinea che il senso di morte e di mortalità che dominava Time out of mind è del tutto assente in Modern Times, che - scrive il giornalista - è il più divertente album che Dylan abbia mai realizzato.
Modern Times è secondo Hasted il diretto ed audace seguito di "Love And Theft".
Il giornalista loda l'auto-produzione del disco da parte di Dylan e la prova della band e dice che le due cose danno qualità assicurata al prodotto (i musicisti coinvolti sono i chitarristi Stu Kimball e Denny Freeman, il bassista Tony Garnier, il multi-stumentista Donnie Herron ed il batterista George Recile, ovvero la band regolare che accompagna Dylan in tour).
Come "Love And Theft", prosegue Hasted, Modern Times mescola swingtime jazz e blues.
Nel disco c'è una "risorgente fiducia", scrive Hasted, da parte di Dylan. Dimenticatevi Blind Willie McTell, qui abbiamo Bob Dylan nei panni di Big Joe Turner, mentre cammina impettito verso un bordello.
Hasted riesce a leggere anche una presa di posizione anti-Bush in brani come Thunder on the Mountain e Ain't Talkin' Just Walkin', con un Dylan vendicativo che non fa nomi, dice il giornalista, ma che fa chiaramente capire a chi si riferisce. Non è esclusa una certa forzatura del giornalista di Uncut dal momento che dai versi che cita non si capisce come possa etichettare quello che Bob canta come anti-Bush.
Modern Times è anche un album d'amore - conclude Hasted - ipotizzando l'esistenza di una nuova donna entrata nella vita di Dylan e che potrebbe avergli ispirato alcune delle canzoni di Modern Times.
Hasted pone l'accento - come già altri hanno fatto -  sulla grande performance vocale di Dylan, ancora una volta qui accostato a Sinatra (!), e sottolinea come la migliore canzone del disco sia Workingman's Blues e la più debole Beyond the Horizon che - scrive il giornalista - sembra un tè danzante al Ritz.
Complessivamente il giudizio è estremamente positivo, corroborato ovviamente dalle cinque stelle del voto.
Modern Times è definito "un altro classico" di Bob Dylan.


Michele Murino


02.08.06

La foto di copertina di Modern Times era stata già utilizzata dal gruppo dei Luna per un loro ep del 1995, "23 Minutes in Brussels" (grazie a Paolo Bassotti per la segnalazione)


09.08.06

Una nuova strofa da "Workingman's Blues" sulla base della clip mandata in onda dalla BBC.

There's an evening haze settling over town
Starlight by the edge of the creek
The buying power of the proletariat's gone down
Money's getting shallow and weak
Well the place I love best is a sweet memory
It's a new path that we trod
They say low wages are a reality
If we want to compete abroad

C'è la nebbia della sera che si abbassa sulla città
La luce stellare si riverbera sullo specchio del fiume
Il potere di acquisto del proletariato è andato a fondo
Il denaro sta diventando sempre più debole e leggero
Il luogo che amo è ormai un dolce ricordo
E' un nuovo sentiero quello che abbiamo percorso
Dicono che i salari bassi sono una realtà
Se vogliamo competere con l'estero


traduzione di Michele Murino

30.08.06

Bob Dylan - Modern Times
THE FIRE GONE OUT BUT THE LIGHT IS NEVER DYIN'
di Michele Murino

Dylan è tornato, ed è più potente di prima.
Quando nel '97 si parlò di una sua rinascita con Time out of mind, in molti azzardarono che fosse anche il canto del cigno del più grande autore di canzoni del secolo.
Solo 4 anni dopo, con "Love and theft", Dylan dimostrò di poter fare ancor meglio, con un album che era un vero caleidoscopio di stili e di liriche che rinverdivano letteralmente i fasti dei suoi capolavori degli anni '60.
Con Modern Times, Dylan prosegue esattamente sulla linea di "Love and theft" tanto che da più parti il disco viene definito una sorta di "Secondo capitolo" dello stesso libro, e lo stesso Dylan - smentendo la sua casa discografica che presenta il nuovo album come il terzo di una trilogia - lo descrive invece come il secondo di una trilogia che si completerebbe solo se e quando egli deciderà di ritornare in studio per un nuovo lavoro.
Pensavamo fosse molto difficile che, a distanza di un solo album, Dylan potesse fare meglio di "Love and theft".
Modern times invece dimostra ancora una volta che la capacità di Dylan di scrivere grandi canzoni e di realizzare dischi eccellenti è intatta e la pioggia di elogi che le riviste inglesi e americane (ma non solo) stanno riversando sul nuovo lavoro "rischia" di oscurare quella torrenziale che investì "Love and theft" nel 2001.
La parola "masterpiece" comincia a leggersi in gran copia, il termine "genius" spunta sulle pagine delle riviste più autorevoli, le cinque stelle si sprecano e non è difficile indovinare che qualche Grammy potrebbe essere già in arrivo.
L'album appare molto compatto già fin dal primo ascolto, un po' meno blues e r'n'r-oriented rispetto al precedente e con una dominanza un po' superiore delle ballads e delle crooner songs, o più in generale delle canzoni d'atmosfera.
Tuttavia, come per "Love and theft", Dylan - che ha ancora una volta magistralmente prodotto il disco da solo, utilizzando il solito nom-de-plume di "Jack Frost" - bilancia in maniera abbastanza equilibrata i ritmi veloci e quelli lenti, alternando con sapienza le canzoni trascinanti alle melodie dolci e soffuse, le atmosfere "calde" a quelle più soft.
Thunder on the mountain apre il disco, ed è un'apertura irresistibile, forse uno dei brani più "radiofonici" del Dylan recente, di più facile ascolto e di maggior presa. Il fraseggio qui è magistrale e ricorda i fasti dei brani degli anni '60 e '70, soprattutto in versi come "Gonna raise me an army, some tough sons of bitches / I'll recruit my army from the orphanages" oppure "Shame on your greed, shame on your wicked schemes...", o ancora "I was thinkin' 'bout Alicia Keys, couldn't keep from crying / When she was born in Hell's Kitchen, I was living down the line".
Musicalmente è una bella riscrittura dei vecchi classici come Johnny B Goode (ricorda molto anche la dylaniana On the road again), ma la voce di Dylan è capace di trasformarlo in un brano "nuovo". Le liriche sono molto interessanti, e talvolta piacevolmente ironiche: "Tuono sulla montagna, rotola fino al suolo / Mi alzerò domani mattina per percorrere quella difficile strada / Un bel giorno sarò a fianco del mio Re / Non tradirei mai il tuo amore nè nessun'altra cosa / Mi procurerò un esercito, un bel po' di robusti figli di puttana / Recluterò i miei soldati negli orfanotrofi / Sono andato alla chiesa di St. Herman e ho pronunciato i miei voti religiosi / Ho succhiato il latte di migliaia di mucche..."
Non potevano mancare naturalmente neanche in Modern Times i riferimenti biblici. Il titolo del brano ed il verso del "trombone" fanno infatti riferimento ad Esodo, 19:16. Inutile poi sottolineare "the writing on the wall" che compare in molte canzoni di Dylan con rimandi biblici. "The art of love" è invece un probabile riferimento all'Ars Amatoria di Ovidio.
Dopo un brano veloce, Dylan bilancia subito con il primo pezzo da crooner del disco, uno di quelli che hanno fatto sì che più di un recensore parlasse di mood e di vocalismi alla Sinatra. Spirit on the water, questo il titolo, è forse il brano più piacevole del disco dal punto di vista dell'ascolto, un ritmo d'altri tempi ed una melodia irresistibilmente sussurrata (il verso che recita "I'm as pale as a ghost / Holding a blossom on a stem / You ever seen a ghost? No / But you have heard of them" ne è un esempio magistrale). Il passaggio finale di armonica è altrettanto irresistibile ed è un peccato che Dylan lo abbia stoppato quasi subito. Avrebbe potuto costituire una straordinaria coda musicale, se tenuto più lungo (cosa che probabilmente avverrà puntualmente nelle esecuzioni dal vivo).
Anche qui ci sono riferimenti biblici. La prima strofa ed in particolare la frase "Darkness on the face of the deep" viene da Genesi 1:1-2
Già da queste due canzoni appare chiaro che Dylan ha curato in maniera particolare le parti vocali, soprattutto nei brani lenti, con sfumature e toni a volte finanche inusitati per il suo tipo di voce. Qui ed in brani come Nettie Moore, Ain't Talkin' e Workingman's Blues #2 la coloritura vocale è davvero bella, nettamente superiore a quella di Time out of mind e perfino a "Love and theft". L'ennesima risposta - se ancora ce ne fosse bisogno - a chi continua a sostenere che Dylan "non sa cantare".
In perfetta alternanza arriva un nuovo tiratissimo brano, Rollin' and tumblin', che sa un po' troppo di deja vu ed ha un testo un po' scontato, però Dylan lo canta davvero bene ed il piede non smette di muoversi per tutto il brano, sferragliante come un treno, fino allo splendido finale rallentato. Non è difficile ipotizzare che diventerà uno dei brani nuovi che Bob proporrà in maniera più frequente dal vivo (magari con l'inserimento di qualche assolo di armonica che ci sarebbe stato alla perfezione).
Il brano ha chiare ascendenze da Muddy Waters, autore di una canzone dallo stesso titolo e che presenta alcuni versi molto simili se non del tutto identici.
Si torna al crooning con uno dei brani più belli del disco dal punto di vista melodico, When the deal goes down, un "old style tune" che fa esplodere in maniera clamorosa tutto il potenziale del Dylan "cantante confidenziale", quello di brani come "Born in time" o "Where teardrops fall". La canzone è struggentemente malinconica ed il testo molto bello, delicato e poetico: "Nel silenzio notturno, nell'antico lucore del mondo / dove la saggezza diventa conflitto / invano rintocca il mio sbalorditivo cervello / attraverso l'oscurità dei sentieri dell'esistere / Ogni invisibile supplica è come nube nell'aria / Domani continua a venire / Viviamo e moriamo, il perchè non sappiamo... Mangiamo e beviamo, sentiamo e pensiamo / lungo la strada, lontano, smarriti vaghiamo / Io piango ed io rido perseguitato / da cose che dire non ho mai inteso, nè desiderato / La pioggia notturna insegue il treno / Portiamo tutti la stessa corona di spine... ma io sarò con te quando verrà il turno."
E arriva puntuale il terzo brano veloce del disco, Someday baby, dal classico andamento blueseggiante, anche questo ben cantato. La prova della band, qui come in quasi tutto il disco, è decisamente superiore a quanto normalmente fa vedere dal vivo. Poche impennate nel testo con riferimenti a Muddy Waters (Trouble No More) e a Kansas Joe McCoy (Pile Drivin' Blues).
E' poi la volta del primo grande capolavoro dell'album (Modern Times ne contiene almeno tre), Workingman's Blues # 2, un brano di struggente bellezza con una prova vocale straordinaria, una melodia irresistibile ed un testo tra i migliori di Dylan. Un nuovo classico del songbook dylaniano. "Sto navigando indietro, pronto per la lunga raccolta / Sballottato dai venti e dai mari / Li trascinerò tutti quanti all'inferno e tutti li metterò al muro / Li venderò ai loro nemici e cercherò di nutrire la mia anima col pensiero / Dormirò per tutto il resto del giorno / Ci son volte che nessuno vuole quel che ha / Ma ci son volte che quel che hai non puoi darlo via ", Dylan canta ogni singola parola con estrema convinzione... "Ora il luogo è accerchiato da innumeri nemici / Forse alcuni di loro son sordomuti / Non c'è uomo nè donna che conosca l'ora in cui il dolore verrà / Nell'oscurità sento il richiamo dell'uccello notturno, sento il sospiro degli amanti / dormo in cucina coi piedi all'ingresso / di un sonno che è una morte temporanea..."
Il fraseggio è furiosamente glorioso quantunque spesso sussurrato, ed in particolare il verso "Now they worry and they hurry and they fuss and they fret / They waste your night and days..." è scandito da Dylan in maniera assolutamente irresistibile; peccato anche qui per la coda strumentale finale tronca che invece il violino lasciava presagire lunga e bellissima.
Beyond the horizon ha un testo delicatamente poetico ed estremamente suggestivo ma musicalmente è il meno convincente tra i brani da crooner di Modern times, pur poggiando su una solida melodia vecchio stile che non avrebbe sfigurato in un musical con Judy Garland: "Oltre l'orizzonte, al di là del sole / alla fine dell'arcobaleno dove la vita è solo all'inizio / Nelle lunghe ore del crepuscolo, più in basso della polvere stellare / Oltre l'orizzonte è facile amare... Corre e corre il mio cuore infelice / sento il bacio dell'angelo / mentre le mie memorie annegano nella beatitudine dei mortali / Oltre l'orizzonte, sotto cremisi cieli / nella luce soffusa dell'alba ti seguirò con lo sguardo / tra regni e contee e tra templi di pietra / oltre l'orizzonte fino alla fine..."
Nettie Moore è il secondo "masterpiece" del disco. Qui la voce di Dylan è davvero straordinaria soprattutto nella strofa, un po' meno nel ritornello (ripreso tra l'altro da una vecchia canzone del 1857, The Little White Cottage, o Gentle Nettie Moore, sia pur riadattato e modificato).
Brano di grande atmosfera e melodicamente molto bello. Eventuali rese live non potranno che costituire l'apice dello show. Il brano è disseminato di citazioni di vecchi bluesmen, da Blind Lemon Jefferson a Robert Johnson, a traditionals come Frankie and Albert e Moonshiner (incisi dallo stesso Dylan).
The leeve's gonna break è l'ultimo brano rockeggiante del disco, ancora una volta ben cantato da Dylan e decisamente piacevole anche se ricorda un po' troppo brani come 10.000 men e Summer days. Anche il testo sembra un puzzle di frasi standard già sentite anche se ha qualche sprazzo notevole: "C'è gente per la strada che si porta dietro tutto quel che possiede, ce n'è altra che ha appena la pelle sufficiente a coprirsi le ossa... Mi son svegliato stamane con burro ed uova nel letto, non avevo spazio nemmeno per alzare la testa... " La canzone è debitrice nei confronti di When the Levee Breaks di Memphis Minnie che presenta alcuni versi identici.
L'album si chiude con il terzo capolavoro, forse il migliore dei tre, Ain't talkin', un brano straordinario, dalla prima all'ultima nota. Una lunghissima e suggestiva canzone d'atmosfera, che pesca ancora qua e là dalla Bibbia, costruita musicalmente nella strofa sulla melodia rallentata di Slow train e con un ritornello splendidamente ossessivo che ricorda certe atmosfere di Time out of mind e Oh Mercy. L'attacco ricorda vagamente (e forse volutamente) quello celebre di Ballad of a thin man ed il testo è forse il migliore del disco: "Non sto parlando, sto solo camminando / in questo stanco mondo di dolore / Brucia il cuore, e ancora si strugge / Nessuno sulla terra mai saprà... / Nel cuore degli uomini può dimorare uno spirito malvagio / Provo ad amare il mio prossimo e far del bene agli altri / Ma, oh madre, le cose non vanno bene... Un giorno camminavo nel mistico giardino / un caldo giorno d'estate, su un caldo prato estivo / Mi scusi signora, le chiedo perdono / Non c'è nessuno qui, il giardiniere se n'è andato / Non sto parlando, sto solo camminando / su per la strada, dietro la curva / Brucia il cuore, ancora si strugge / Nell'ultima retrovia alla fine del mondo".
Dylan è tornato, ed è più potente di prima.
Ci vediamo ai Grammy, mr. Dylan!


Michele Murino
 

Bob Dylan
MODERN TIMES
Columbia/Sony

1. Thunder On The Mountain
2. Spirit On The Water
3. Rollin' and Tumblin'
4. When The Deal Goes Down
5. Someday Baby
6. Workingman's Blues #2
7. Beyond The Horizon
8. Nettie Moore
9. The Levee's Gonna Break
10. Ain't Talkin'

L'edizione "Deluxe" contiene un DVD con i seguenti quattro video:

1. Blood In My Eyes
2. Love Sick
3. Things Have Changed
4. Cold Irons Bound

Musicisti:

Bob Dylan - piano, chitarra, armonica, voce
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - pedal steel, violino
 

Thunder on the mountain - Il testo

TUONO SULLA MONTAGNA
parole e musica Bob Dylan

Tuono sulla montagna, fuochi sulla luna,
c'è confusione nel vicolo ed il sole presto arriverà
Oggi è il giorno, prenderò il mio trombone e suonerò
Beh, c'è della bella roba qui e ce n'è dovunque io vada

Stavo pensando ad Alicia Keys, e non ho potuto fare a meno di piangere
Quando lei è nata ad Hell's Kitchen, io vivevo a sud
Mi chiedo dove diavolo potrebbe essere ora Alicia Keys
L'ho cercata persino in tutto il Tennessee

Mi sento come se la mia anima stesse cominciando ad espandersi
Se guardi nel mio cuore forse capirai
Prima mi hai portato fin qui e ora stai cercando di farmi scappar via
Vieni a leggere la scritta sul muro, vieni a vedere cosa dice

Tuono sulla montagna, romba come un tamburo
Dormirò lassù, è da lì che viene la musica
Non ho bisogno di guide, la strada la conosco già
Ricordati che io sono il tuo servitore sia di notte che di giorno

Le pistole sparano ed è mancata l'elettricità
Vorrei provare qualcosa ma sono così lontano dalla città
Il sole continua a splendere ed il Vento del Nord continua a prendere velocità
Mi dimenticherò di me stesso per un po', andrò fuori a vedere di che hanno bisogno gli altri

Me ne son stato seduto a studiare l'arte dell'amore
penso che mi calzerà come un guanto
Voglio una qualche donna vera per fare quel che dico
Tutti quanti a domandarsi che cosa non va in questo crudele mondo d'oggi

Tuono sulla montagna, rotola fino al suolo
Mi alzerò domani mattina per percorrere quella difficile strada
Un bel giorno sarò a fianco del mio re
Non tradirei mai il tuo amore nè nessun'altra cosa

Mi procurerò un esercito, un bel po' di robusti figli di puttana
Recluterò i miei soldati negli orfanotrofi
Sono andato alla chiesa di St. Herman e ho pronunciato i miei voti religiosi
Ho succhiato il latte di migliaia di mucche

Io ho le braciole e lei ha la torta
Lei non è un angelo e nemmeno io
Vergognati della tua avidità, vergognati per i tuoi piani malvagi
Sai che ti dico, non me ne frega niente dei tuoi sogni

Tuono sulla montagna, forte come non mai
Un malvagio tornado sta piombando su di me
Tutte le signore di Washington si arrampicano per uscire dalla città
Sembra che stia per accadere qualcosa di brutto, meglio che fai atterrare il tuo aereoplano

Tutti se ne vanno e anch'io me ne voglio andare
Non voglio rischiare la sorte con qualcuno nuovo
Ho fatto tutto quel che potevo e l'ho fatto subito bene
Ho già confessato, non c'è bisogno che confessi ancora

Farò un sacco di soldi, me ne andrò a Nord
Seminerò e raccoglierò quel che la terra offrirà
Il martello è sulla tavola, il forcone sulla mensola
Per l'amore di Dio, dovresti aver pietà di te


traduzione di Michele Murino

THUNDER ON THE MOUNTAIN
words and music Bob Dylan

Thunder on the mountain, fires on the moon
There's a ruckus in the alley and the sun will be here soon
Today's the day, gonna grab my trombone and blow
Well, there's hot stuff here and it's everywhere I go

I was thinkin' 'bout Alicia Keys, couldn't keep from crying
When she was born in Hell's Kitchen, I was living down the line
I'm wondering where in the world Alicia Keys could be
I been looking for her even clear through Tennessee

Feel like my soul is beginning to expand
Look into my heart and you will sort of understand
You brought me here, now you're trying to run me away
The writing's on the wall, come read it, come see what it say

Thunder on the mountain, rolling like a drum
Gonna sleep over there, that's where the music coming from
I don't need any guide, I already know the way
Remember this, I'm your servant both night and day

The pistols are poppin' and the power is down
I'd like to try somethin' but I'm so far from town
The sun keeps shinin' and the North Wind keeps picking up speed
Gonna forget about myself for a while, gonna go out and see what others need

I've been sitting down studying the art of love
I think it will fit me like a glove
I want some real good woman to do just what I say
Everybody got to wonder what's the matter with this cruel world today

Thunder on the mountain rolling to the ground
Gonna get up in the morning walk the hard road down
Some sweet day I'll stand beside my king
I wouldn't betray your love or any other thing

Gonna raise me an army, some tough sons of bitches
I'll recruit my army from the orphanages
I been to St. Herman's church and I've said my religious vows
I've sucked the milk out of a thousand cows

I got the porkchops, she got the pie
She ain't no angel and neither am I
Shame on your greed, shame on your wicked schemes
I'll say this, I don't give a damn about your dreams

Thunder on the mountain heavy as can be
Mean old twister bearing down on me
All the ladies of Washington scrambling to get out of town
Looks like something bad gonna happen, better roll your airplane down

Everybody's going and I want to go too
Don't wanna take a chance with somebody new
I did all I could and I did it right there and then
I've already confessed - no need to confess again

Gonna make a lot of money, gonna go up north
I'll plant and I'll harvest what the earth brings forth
The hammer's on the table, the pitchfork's on the shelf
For the love of God, you ought to take pity on yourself 


Workingman's Blues #2 - Il testo

IL BLUES DEL LAVORATORE #2
parole e musica Bob Dylan

C'è la nebbia della sera che cala sulla città
mentre la luce stellare si riverbera sullo specchio del fiume
Il potere d'acquisto del proletariato è andato a fondo
Il denaro sta diventando sempre più debole ed inconsistente
I luoghi che amavo sono ormai un dolce ricordo
E' nuovo il sentiero che abbiam percorso
Dicono che i salari bassi sono una realtà
se vogliamo competere con l'estero

Le mie armi crudeli sono sulla mensola
Vieni a sederti sulle mie ginocchia
mi sei più cara di me stesso
e da te lo puoi capire
Mentre sento le rotaie d'acciaio vibrare
ho chiusi gli occhi e serrati
e me ne sto qui, seduto, cercando di impedire che la fame
mi si insinui nelle budella

Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e anche le scarpe
Puoi o esitare o combattere al meglio che puoi sulla linea del fronte
cantando un po' di questi blues del lavoratore

Sto navigando indietro, pronto per la lunga raccolta
Sballottato dai venti e dai mari
Li trascinerò tutti quanti all'inferno e tutti li metterò al muro
Li venderò ai loro nemici
e cercherò di nutrire la mia anima col pensiero
Dormirò per tutto il resto del giorno
Ci son volte che nessuno vuole quel che ha
Ma ci son volte che quel che hai non puoi darlo via

Ora il luogo è accerchiato da innumeri nemici
Forse alcuni di loro son sordomuti
Non c'è uomo nè donna che conosca
l'ora in cui il dolore verrà
Nell'oscurità sento il richiamo dell'uccello notturno
sento il sospiro degli amanti
dormo in cucina coi piedi all'ingresso
di un sonno che è una morte temporanea

Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e anche le scarpe
Puoi o esitare o combattere al meglio che puoi sulla linea del fronte
cantando un po' di questi blues del lavoratore

Mi han bruciato il granaio, si son presi il cavallo
non un centesimo mi resta
Devo stare attento, non voglio esser costretto
a una vita di crimine perpetuo
Come vorrei tu fossi qui a vedere
E ora dimmi, forse che mi sbaglio a pensare
che mi hai dimenticato?

E ora s'angosciano e s'affrettano e s'affaccendano e s'affliggono
ti sprecano le notti e i giorni
Loro li ho dimenticati
ma, te, ti ricorderò sempre
Antiche memorie di te mi si sono attaccate strette
Tu che mi hai ferito con le tue parole
dovrai parlare con lingua dritta
Tutto è vero, quel che hai sentito. Ogni cosa.

Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e anche le scarpe
Puoi o esitare o combattere al meglio che puoi sulla linea del fronte
cantando un po' di questi blues del lavoratore

E in te, amico, biasimo non ne trovo
Guardami negli occhi, fallo ti prego
Nessuno potrà mai reclamare
che ho iniziato le ostilità contro di te
Loro ti abbatteranno
da un capo all'altro dei sacri pacifici campi
e spezzeranno i tuoi corni e ti batteranno con sferzate d'acciaio
Ho dato io l'ordine e perciò è così che dovrà avvenire

Ora la fortuna mi ha voltato le spalle, sono pieno di lividi
ma ti darò un'altra occasione
Son qui tutto solo e sto aspettando te
perchè mi conduca in un'allegra danza
Ho un nuovo abito e una nuova moglie
e posso continuare a vivere di riso e fagioli
C'è gente che non ha mai lavorato un giorno in vita sua
e lavorare nemmeno lo sa cosa significhi

Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e anche le scarpe
Puoi o esitare o combattere al meglio che puoi sulla linea del fronte
cantando un po' di questi blues del lavoratore


traduzione di Michele Murino

WORKINGMAN'S BLUES #2
words and music Bob Dylan

There’s an evenin’ haze settlin’ over town
Starlight by the edge of the creek
The buyin’ power of the proletariat’s gone down
Money’s gettin’ shallow and weak
Well, the place I love best is a sweet memory
It’s a new path that we trod
They say low wages are a reality
If we want to compete abroad

My cruel weapons have been put on the shelf
Come sit down on my knees
You are dearer to me than myself
As you yourself can see
Well I’m listening into the steel rails hum
Got both eyes tight shut
Just sitting here trying to keep the hunger from
Creeping it’s way into my gut

Meet me at the bottom, don’t lag behind
Bring me my boots and shoes
You can hang back or fight your best on the frontline
Sing a little bit of these workingman’s blues

Well, I’m sailin’ on back, ready for the long haul
Tossed by the winds and the seas
I’ll drag ‘em all down to hell and I’ll stand ‘em at the wall
I’ll sell ‘em to their enemies
I’m tryin’ to feed my soul with thought
Gonna sleep off the rest of the day
Sometimes no one wants what we got
Sometimes you can’t give it away

Now the place is ringed with countless foes
Some of them may be deaf and dumb
No man, no woman knows
The hour that sorrow will come
In the dark I hear the night birds call
I can feel a lover’s breath
I sleep in the kitchen with my feet in the hall
Sleep is like a temporary death

Meet me at the bottom, don’t lag behind
Bring me my boots and shoes
You can hang back or fight your best on the frontline
Sing a little bit of these workingman’s blues

Well, they burned my barn, they stole my horse
I can’t save a dime
I got to be careful, I don’t want to be forced
Into a life of continual crime
I can see for myself that the sun is sinking
How I wish you were here to see
Tell me now, am I wrong in thinking
That you have forgotten me?

Now they worry and they hurry and they fuss and they fret
They waste your nights and days
Them i once forget
But you I’ll remember always
Old memories of you to me have clung
You’ve wounded me with your words
Gonna have to straighten out your tongue
It’s all true, everything you have heard

Meet me at the bottom, don’t lag behind
Bring me my boots and shoes
You can hang back or fight your best on the frontline
Sing a little bit of these workingman’s blues

In you, my friend, I find no blame
Wanna look in my eyes, please do
No one can ever claim
That I took up arms against you
All across the peaceful sacred fields
They will lay you low
They’ll break your horns and slash you with steel
I say it so it must be so

Now I’m down on my luck and I’m black and blue
Gonna give you another chance
I’m all alone I’m expecting you
To lead me off in a cheerful dance
Got a brand new suit and a brand new wife
I can live on rice and beans
Some people never worked a day in their life
Don’t know what work even means

Well, meet me at the bottom, don’t lag behind
Bring me my boots and shoes
You can hang back or fight your best on the frontline
Sing a little bit of these workingman’s blues


When the deal goes down - Il testo

QUANDO VERRA' IL TURNO
parole e musica Bob Dylan

Nel silenzio notturno, nell'antico lucore del mondo
dove la saggezza diventa conflitto
invano rintocca il mio sbalorditivo cervello
attraverso l'oscurità dei sentieri dell'esistere
Ogni invisibile supplica è come nube nell'aria
Domani continua a venire
Viviamo e moriamo, il perchè non sappiamo
ma io sarò con te quando verrà il turno

Mangiamo e beviamo, sentiamo e pensiamo
lungo la strada, lontano, smarriti vaghiamo
Io piango ed io rido perseguitato
da cose che dire non ho mai inteso, nè desiderato
La pioggia notturna insegue il treno
Portiamo tutti la stessa corona di spine
Da anima ad anima avvolgono le nostre ombre
ed io sarò con te quando verrà il turno

La luna dà luci e bagliori notturni
a mala pena ne colgo la luce
Impariamo a vivere e poi a perdonare
lungo la strada su cui siam destinati ad andare
Più fragili di un fiore, preziose queste ore
che così strette ci tengono avvinti
Sei giunta ai miei occhi come celeste visione
ed io sarò con te quando verrà il turno

Ho colto la rosa e l'ho messa tra i miei vestiti
Ho seguito la tortuosa corrente
Ho sentito il rumore assordante, ho provato le fuggevoli gioie
e so che non sono quel che sembrano
In questo terreno dominio, di dolore e delusione pieno
mai mi vedrai ostile
Ti debbo il mio cuore, ed è una verità sincera
ed io sarò con te quando verrà il turno 


traduzione di Michele Murino

WHEN THE DEAL GOES DOWN
words and music Bob Dylan

In the still of the night, in the world's ancient light
Where wisdom grows up in strife
My bewildering brain, tolls in vain
Through the darkness on the pathways of life
Each invisible prayer is like a cloud in the air
Tomorrow keeps turning around
We live and we die, we know not why
But I'll be with you when the deal goes down

We eat and we drink, we feel and we think
Far down the street we stray
I laugh and I cry and I'm haunted by
Things I never meant nor wished to say
The midnight rain follows the train
We all wear the same thorny crown
Soul to soul, our shadows roll
And I'll be with you when the deal goes down

The moon gives light and shines by night
I scarcely feel the glow
We learn to live and then we forgive
O'r the road we're bound to go
More frailer than the flowers, these precious hours
That keep us so tightly bound
You come to my eyes like a vision from the skies
And I'll be with you when the deal goes down

I picked up a rose and it poked through my clothes
I followed the winding stream
I heard the deafening noise, I felt transient joys
I know they're not what they seem
In this earthly domain, full of disappointment and pain
You'll never see me frown
I owe my heart to you, and that's sayin' it true
And I'll be with you when the deal goes down 


Beyond the horizon - Il testo

OLTRE L'ORIZZONTE
parole e musica Bob Dylan

Oltre l'orizzonte, al di là del sole
alla fine dell'arcobaleno dove la vita è solo all'inizio
Nelle lunghe ore del crepuscolo, più in basso della polvere stellare
Oltre l'orizzonte è facile amare

Corre e corre il mio cuore infelice
sento il bacio dell'angelo
mentre le mie memorie annegano
nella beatitudine dei mortali

Oltre l'orizzonte, nei Verdi anni o nell'Autunno della vita
amore sempre aspetta, per uno e per ognuno

Oltre l'orizzonte, al di là della barriera
quasi a notte fonda, dalla stessa parte saremo
Giù nella vallata dove fresche scorrono le acque
Oltre l'orizzonte qualcuno prega per la tua anima

Mi assale il desiderio
Cos'è che non farei?
Nel fuoco e nelle fiamme
costruirò il mio mondo intorno a te

Oltre l'orizzonte, alla fine dei giochi
Ogni passo che tu fai è lo stesso che faccio io

Oltre l'orizzonte, soffia il vento della notte
il tema di un canto di tante lune fa
Le campane di St. Mary, quanta dolcezza in quei rintocchi
Oltre l'orizzonte al tempo giusto ti trovai

Nell'oscurità e nella tristezza
la mia supplica è vana
stanco e ferito
è il mio pentimento

Oltre l'orizzonte sull'infido mare
ancora non credo che hai cancellato il tuo amore per me

Oltre l'orizzonte, sotto cremisi cieli
nella luce soffusa dell'alba ti seguirò con lo sguardo
tra regni e contee e tra templi di pietra
oltre l'orizzonte fino alla fine

Tarda è la stagione
e a qualcuno è importato
quale che sia la ragione
una vita è stata risparmiata

Oltre l'orizzonte azzurri son i cieli
e io ho più del tempo di una vita per amarti 


traduzione di Michele Murino

BEYOND THE HORIZON
words and music Bob Dylan

Beyond the horizon, behind the sun
At the end of the rainbow life has only begun
In the long hours of twilight ‘neath the stardust above
Beyond the horizon it is easy to love

My wretched heart’s pounding
I felt an angel’s kiss
My memories are drowning
In mortal bliss

Beyond the horizon, in the Springtime or Fall
Love waits forever for one and for all

Beyond the horizon, across the divide
‘Round about midnight, we’ll be on the same side
Down in the valley the waters run cold
Beyond the horizon someone prayed for your soul

I’m touched with desire
What don’t I do?
Through flame and through fire
I’ll build my world around you

Beyond the horizon, at the end of the game
Every step that you take, I’m walking the same

Beyond the horizon, the night winds blow
The theme of a melody from many moons ago
The bells of St. Mary, how sweetly they chime
Beyond the horizon I found you just in time

It’s dark and it’s dreary
I’m pleading in vain
I’m wounded, I’m weary
My repentance is plain

Beyond the horizon o’r the treacherous sea
I still can’t believe that you’ve set aside your love for me

Beyond the horizon, ‘neath crimson skies
In the soft light of morning I’ll follow you with my eyes
Through countries and kingdoms and temples of stone
Beyond the horizon right down to the bone

It’s late in the season
Somebody there cared
Whatever the reason
Someone’s life has been spared

Beyond the horizon, the sky is so blue
I’ve got more than a lifetime to live lovin’ you 


Someday Baby - Il testo

UN GIORNO BABY
parole e musica Bob Dylan

Non mi importa quel che fai, non mi importa quel che dici
non mi importa dove vai o quanto a lungo resterai
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Ti prendi il mio denaro e lo spendi tutto
Mi riempi di niente se non di dubbi
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Quando ero giovane, il mio desiderio era quello di guidare
tu mi hai guidato così duramente che mi hai quasi portato alla tomba
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Sono schiacciato così forte che la mia mente è legata coi nodi
Continuo a riciclare gli stessi vecchi pensieri
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Così tante cose nella vita che ho trascurato
Non so che fare ora, mi tieni all'amo
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Beh, non voglio vantarmi ma ti metterò un anello al collo (1)
Quando tutto il resto viene meno ne faccio una questione di dignità
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Puoi prendere i tuoi vestiti e metterli in un sacco
Vattene per strada, baby, e non tornare
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Ho cercato di essere gentile, ho provato ad essere carino
Ora ti scaccio via di casa, come son stato scacciato io dalla mia
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me

Vivere a questo modo non è una cosa normale
Perchè sono nato per amarti?
Un giorno baby non ti preoccuperai più di me 


traduzione di Michele Murino

(1) to ring è "accerchiare", "circondare", "mettere un anello".

SOMEDAY BABY
words and music Bob Dylan

I don't care what you do, I don't care what you say
I don't care where you go or how long you stay
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

Well you take my money and you turn it out
You fill me up with nothin' but self doubt
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

When I was young, driving was my crave
You drive me so hard, almost to my grave
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

I'm so hard pressed, my mind tied up in knots
I keep recycling the same old thoughts
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

So many good things in life that I overlooked
I don't know what to do now, you got me so hooked
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

Well, I don't want to brag, but I'm gonna ring your neck
When all else fails I'll make it a matter of self respect
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

You can take your clothes put 'm in a sack
You goin' down the road, baby and you can't come back
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

I tried to be friendly, I tried to be kind
Now I'm gonna drive you from your home, just like I was driven frome mine
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more

Living this way ain't a natural thing to do
Why was I born to love you?
Someday baby, you ain't gonna worry po' me any more 


Ain't talkin' - Il testo

NON PARLO
parole e musica Bob Dylan

Nel mistico giardino stanotte son uscito
Fiori dal rampicante pendenti, feriti
Passai oltre la fresca fonte di cristallo, lassù in cima
Quando da dietro qualcuno mi urtò

Non parlo, soltanto cammino
Attraverso questo stanco mondo di dolore
Brucia il cuore, ancora si strugge
Sulla terra, nessuno saprà mai

La preghiera, dicono, ha il potere di guarire
Perciò prega per me, madre
Nel cuore degli umani un malvagio spirito può albergare
Ci provo ad amare il mio prossimo e a far del bene
Ma oh, madre, non così bene van le cose

Non parlo, soltanto cammino
Quel ponte brucerò prima che tu possa passare
Brucia il cuore, ancora si strugge
Una volta perduto, non clemenza per te ci sarà

Mi consuma il pianto
Pieni ho gli occhi di lacrime, secche le labbra
Se dormienti colgo i miei nemici
Nel sonno li massacrerò

Non parlo, soltanto cammino
Attraverso il vago mondo e misterioso
Brucia il cuore, ancora si strugge
Mentre passo tra la pestilenza delle città

L'intero mondo è colmo di speculazione
Quel vasto mondo che dicono tondo
Strapperanno via la tua mente dalla contemplazione
Danzeranno sulle tue disgrazie quando a terra sarai

Non parlo, soltanto cammino
Mangio grasso di maiale in una città di maiali
Brucia il cuore, ancora si strugge
Un giorno sarai felice di avermi intorno

Ti schiacceranno con la ricchezza ed il potere
Ad ogni istante di veglia potresti crollare
Ma io sfrutterò l'ultima ora che mi resta
La morte di mio padre vendicherò, e poi indietreggerò

Non parlo, soltanto cammino
Passami il mio bastone da passeggio
Brucia il cuore, ancora si strugge
Devo allontanarti dai miei tristi pensieri

Tutti i miei leali e beneamati compagni
mi dan la loro approvazione e condividono il mio codice
Professo una fede da tempo abbandonata
e non ci sono altari su questa lunga e solitaria strada

Non parlo, soltanto cammino
Stanco è il mio asino, cieco il cavallo
Brucia il cuore, ancora si strugge
al pensiero della ragazza che ho lasciato

Luminosi son i cieli, veloci corrono le ruote
Fama ed onori mai sembran svanire
Il fuoco è scomparso ma la luce non muore
Chi lo dice che non otterrò l'aiuto divino?

Non parlo, soltanto cammino
Porto lo scudo di un morto
Brucia il cuore, ancora si strugge
Mentre cammino con un mal di denti nel tallone

Eterno è il soffrire
Porta lacrime ogni cantuccio ed ogni fessura
Non sto scherzando, non sto fingendo
Non sto nutrendo timori superflui

Non parlo, soltanto cammino
E' dall'altra notte che son fuori
Brucia il cuore, ancora si strugge
Mentre cammino fino a sparire alla vista

Son uscito nel mistico giardino
Un caldo giorno d'estate, su un caldo prato estivo
Mi scusi, madam, le chiedo perdono
Non c'è nessuno qui, il giardiniere se n'è andato

Non parlo, soltanto cammino
Su per la strada, dietro la curva
Brucia il cuore, ancora si strugge
Nell'ultima retrovia alla fine del mondo


traduzione di Michele Murino
 

AIN'T TALKIN'
words and music Bob Dylan

As I walked out tonight in the mystic garden
The wounded flowers were dangling from the vine
I was passing by yon cool crystal fountain
Someone hit me from behind

Ain't talkin', just walkin'
Through this weary world of woe
Heart burnin', still yearnin'
No one on earth would ever know

They say prayer has the power to heal
So pray for me, mother
In the human heart an evil spirit can dwell
I am a-tryin' to love my neighbor and do good unto others
But oh, mother, things ain't going well

Ain't talkin', just walkin'
I'll burn that bridge before you can cross
Heart burnin', still yearnin'
There'll be no mercy for you once you've lost

Now I'm all worn down by weeping
My eyes are filled with tears, my lips are dry
If I catch my opponents ever sleeping
I'll just slaughter 'em where they lie

Ain't talkin', just walkin'
Through the world mysterious and vague
Heart burnin', still yearnin'
Walkin' through the cities of the plague.

Well, the whole world is filled with speculation
The whole wide world which people say is round
They will tear your mind away from contemplation
They will jump on your misfortune when you're down

Ain't talkin', just walkin'
Eatin' hog eyed grease in a hog eyed town.
Heart burnin', still yearnin'
Some day you'll be glad to have me around.

They will crush you with wealth and power
Every waking moment you could crack
I'll make the most of one last extra hour
I'll revenge my father's death then I'll step back

Ain't talkin', just walkin'
Hand me down my walkin' cane.
Heart burnin', still yearnin'
Got to get you out of my miserable brain.

All my loyal and my much-loved companions
They approve of me and share my code
I practice a faith that's been long abandoned
Ain't no altars on this long and lonesome road

Ain't talkin', just walkin'
My mule is sick, my horse is blind.
Heart burnin', still yearnin'
Thinkin' 'bout that gal I left behind.

Well, it's bright in the heavens and the wheels are flyin'
Fame and honor never seem to fade
The fire gone out but the light is never dyin'
Who says I can't get heavenly aid?

Ain't talkin', just walkin'
Carryin' a dead man's shield
Heart burnin', still yearnin'
Walkin' with a toothache in my heel

The sufferin' is unending
Every nook and cranny has its tears
I'm not playing, I'm not pretending
I'm not nursin' any superfluous fears

Ain't talkin', just walkin'
Walkin' ever since the other night.
Heart burnin', still yearnin'
Walkin' 'til I'm clean out of sight.

As I walked out in the mystic garden
On a hot summer day, a hot summer lawn
Excuse me, ma'am, I beg your pardon
There's no one here, the gardener is gone

Ain't talkin', just walkin'
Up the road, around the bend.
Heart burnin', still yearnin'
In the last outback at the world's end


Rollin' and tumblin' - Il testo

ROTOLANDO E CADENDO
parole e musica Bob Dylan

Ho rotolato e sono caduto, ho pianto per tutta la notte
Ho rotolato e sono caduto, ho pianto per tutta la notte
Mi sono svegliato stamattina, devo avere scommesso male il mio denaro

Sono in guai seri, non posso sopportare la tensione
Sono in guai seri, non posso sopportare la tensione
Una giovane pigra sgualdrina ha incantato la mia mente

Il panorama brilla, scintillando nella dorata luce del giorno
Il panorama brilla, scintillando nella dorata luce del giorno
Non sto trattenendo niente ora, non sto intralciando nessuno

Ho fatto tutto quello che ho potuto per tenerti lontana dalla mia testa
Ho fatto tutto quello che ho potuto per tenerti lontana dalla mia testa
Ho pagato e pagato ma il mio cuore sofferente è sempre desto

Mi sono alzato nell'aurora e me ne vado giù e mi stendo nell'ombra
Mi sono alzato nell'aurora e me ne vado giù e mi stendo nell'ombra
Non sono il cameriere di nessuno, non sono la sguattera ammaestrata di
nessuno

Sono completamente stremato, questa donna mi sta portando alle lacrime
Sono completamente stremato, questa donna mi sta portando alle lacrime
È così pazza, giuro non ne toccherò un'altra per anni

La stagione calda sta arrivando e cresce la vigna
La stagione calda sta arrivando e cresce la vigna
Non c'è niente di così deprimente come cercare di soddisfare questa mia
donna

Mi sono svegliato ed ho visto il sol levante ritornare
Mi sono svegliato ed ho visto il sol levante ritornare
Prima o poi anche tu brucerai

Le notti sono piene di ombre, gli anni pieni di destini prematuri
Le notti sono piene di ombre, gli anni pieni di destini prematuri
Ho evocato tutte queste anime morte da tempo dalle loro tombe sgretolate

Perdoniamoci a vicenda tesoro, andiamocene nel boschetto fronzuto
Perdoniamoci a vicenda tesoro, andiamocene nel boschetto fronzuto
Andiamo in accordo, facciamola finita con i vecchi problemi

Ho rotolato e sono caduto, ho pianto per tutta la notte
Ho rotolato e sono caduto, ho pianto per tutta la notte
Mi sono svegliato stamattina ma devo aver fatto il viaggio sbagliato


traduzione e note di Leonardo Mazzei

Note:
Rollin' and Tumblin' è un classico di Muddy Waters:

Well, I rolled and I tumbled, cried the whole night long.
Well, I rolled and I tumbled, cried the whole night long.
Well, I woke up this mornin', didn't know right from wrong.

Muddy Waters, a sua volta, si era probabilmente ispirato, per la musica, al pezzo di Robert Johnson, If I Had Possession Over Judgment Day

Il riferimento ai "Greenwood Glen" potrebbe riferirsi a Robin Hood, sesto capitolo.


ROLLIN' AND TUMBLIN'
words and music Bob Dylan

I rolled and I tumbled, I cried the whole night long
I rolled and I tumbled, I cried the whole night long
Woke up this mornin', I must have bet my money wrong

I got troubles so hard, I can't stand the strain
I got troubles so hard, I can't stand the strain
Some young lazy slut has charmed away my brains

The landscape is glowin', gleamin' in the golden light of day
The landscape is glowin', gleamin' in the golden light of day
I ain't holdin' nothin' back now, I ain't standin' in anybody's way

Well, I did all I know just to keep you off my mind
Well, I did all I know just to keep you off my mind
Well, I paid and I paid and my sufferin' heart is always on the line

Well, I get up in the dawn and I go down and lay in the shade
I get up in the dawn and I go down and lay in the shade
I ain't nobody's house boy, I ain't nobody's well trained maid

I'm flat out spent, this woman been drivin' me to tears
I'm flat out spent, this woman she been drivin' me to tears
This woman so crazy, I swear I ain't gonna touch another one for years

Well, the warm weather's comin' and the buds are on the vine
The warm weather's comin', the buds are on the vine
Ain't nothing so depressing as trying to satisfy this woman of mine

I got up this mornin', saw the rising sun return
Well, I got up this mornin', see the rising sun return
Sooner or later, you too shall burn

The night's filled with shadows, the years are filled with early doom
The night is filled with shadows, the years are filled with early doom
I've been conjuring up all these long dead souls from their crumblin' tombs

Let's forgive each other darlin', let's go down to the greenwood glen
Let's forgive each other darlin', let's go down to the greenwood glen
Let's put our heads together now, let's put all old matters to an end

Well, I rolled and I tumbled and I cried the whole night long
Ah, I rolled and I tumbled and I cried the whole night long
I woke up this morning, I think I must be traveling wrong


The levee's gonna break - Il testo

LA DIGA CEDERA'
parole e musica Bob Dylan

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Tutti dicono che oggi solo Dio sopravvivrà

Ho lavorato alla diga, tesoro, notte e giorno
Ho lavorato alla diga, tesoro, notte e giorno
Sono arrivato al fiume ed ho buttato via i miei vestiti

Ho fatto quello che dovevo ed ora sono come nuovo
Ho fatto quello che dovevo ed ora sono come nuovo
Non possono riportarmi indietro, a meno che non sia io a volerlo

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Alcuni di loro ti strapperanno di dosso quanto più possono

Non posso fermarmi qui, non è ancora il momento di lasciare il carico
Non posso fermarmi qui, non è ancora il momento di lasciare il carico
Ricchezza e salvezza potrebbero attendere dietro la prossima curva

Ti ho preso dalla fogna è questo è il tuo ringraziamento?
Ti ho preso dalla fogna è questo è il tuo ringraziamento?
Mi hai detto che volevi lasciarmi ed io ti ho detto, 'No, non ancora'

Ti guardo negli occhi e non vedo nessun altro che me
Ti guardo negli occhi e non vedo nessun altro che me
Vedo quello che sono e come vorrei essere

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Alcuni di loro non sanno nemmeno che strada prendere

Quando sono con te, mi dimentico di essere mai stato triste
Quando sono con te, mi dimentico di essere mai stato triste
Senza di te tutto quello che faccio non ha senso

Alcuni sono sulla strada che si portano via tutto quello che possiedono
Alcuni sono sulla strada che si portano via tutto quello che possiedono
Alcuni hanno appena abbastanza pelle per coprirsi le ossa

Mettiti i tuoi vestitini maliziosi, mettiti il vestito da sera
Mettiti i tuoi vestitini maliziosi, mettiti il vestito da sera
Ancora pochi anni di duro lavoro e poi ci saranno mille anni di felicità

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Ho provato a farti innamorare, ma non voglio ripetere questo errore

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Continui ancora a raccogliere un sacco di roba scadente

Mi sono svegliato e mi sono ritrovato burro e uova nel mio letto
Mi sono svegliato e mi sono ritrovato burro e uova nel mio letto
Non ho spazio nemmeno per alzare la testa

Ritorna tesoro, dì che non ci divideremo mai più
Ritorna tesoro, dì che non ci divideremo mai più
Non fare la sconosciuta senza cervello o cuore

Se continuerà a piovere, la diga cederà
Se continuerà a piovere, la diga cederà
Alcuni ancora dormono, altri sono più che svegli

Note:
Basata su 'When the Levee Breaks' di Memphis Minnie (1929):

If it keeps on raining levee's going to break
And the water going to come: and we'll have no place to stay

e

I worked on the levee mama both night and day
I ain't got nobody to keep the water away

Il verso 'Put your cat clothes mama' è forse riferito alla canzone di Carl Perkins "Put on Your Cat Clothes on"


traduzione e note di Leonardo Mazzei
 

THE LEVEE'S GONNA BREAK
words and music Bob Dylan

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
Everybody saying this is a day only the Lord could make

Well, I worked on the levee, Mama, both night and day
I worked on the levee, Mama, both night and day
I got to the river and I threw my clothes away

I paid my time and now I'm good as new,
I paid my time and now I'm as good as new.
They can't take me back unless I want 'em to

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
Some of these people gonna strip you of all they can take

I can't stop here I ain't ready to unload
I can't stop here I ain't ready to unload
Riches and salvation can be waiting behind the next bend in the road

I picked you up from the gutter and this is the thanks I get
I picked you up from the gutter and this is the thanks I get
You say you want me to quit ya, I told ya, 'No, not just yet.'

Well, I look in your eyes, I see nobody other than me
I look in your eyes, I see nobody other than me
I see all that I am and all I hope to be

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
Some of these people don't know which road to take

When I'm with you, I forget I was ever blue
When I'm with you, I forget I was ever blue
Without you there's no meaning in anything I do

Some people on the road carryin' everything that they own
Some people on the road carryin' everything they own
Some people got barely enough skin to cover their bones

Put on your cat clothes, mama, put on your evening dress
Put on your cat clothes, mama, put on your evening dress
Few more years of hard work, then there'll be a 1,000 years of happiness

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
I tried to get you to love me, but I won't repeat that mistake

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
Plenty of cheap stuff out there and still around that you take

I woke up this morning, butter and eggs in my bed
I woke up this morning, butter and eggs in my bed
I ain't got enough room to even raise my head.

Come back, baby, say we never more will part
Come back, baby, say we never more will part
Don't be a stranger with no brain or heart

If it keep on rainin', the levee gonna break
If it keep on rainin', the levee gonna break
Some people still sleepin', some people are wide awake 


Spirit on the water - Il testo

SPIRITO SULL'ACQUA
parole e musica Bob Dylan

Spirito sull'acqua
tenebre sul volto dell'abisso
Continuo a pensare a te tesoro,
mi risulta difficile dormire

Attraverso paesi,
viaggio nel crepuscolo del giorno
Sei sempre nei miei pensieri,
non riesco a starti lontano

Ti avevo dimenticata,
poi ti sei fatta rivedere
Ho sempre saputo
che eravamo fatti per essere più che amici

Quando mi sei vicina
è così facile da capire
Sono pazzo di te
e tu ragazza dovresti esserlo di me

Non riesco a spiegare
le fonti di questo dolore nascosto
Ti sei aperta un varco nel mio cuore,
hai le chiavi della mia mente

Mi sono trascinato nel fango,
pregando ai poteri supremi
Sudo sangue
e tu hai un viso che implora amore

La vita senza di te
non significa niente per me
Se non potrò averti
scaglierò il mio amore nel blu del più profondo mare

A volte mi chiedo
perché non mi tratti bene
Ti comporti bene di giorno
e poi sbagli tutto di notte

Quando sei con me
sono mille volte più felice di quanto possa esprimere
Non importa il prezzo
che devo pagare

Tutti vantano il tuo zucchero
se ne vantano per tutta la città
Mettine un po' nella mia scodella
mi sento come stessi svenendo

Sono pallido come un fantasma,
tengo un fiore su uno stelo
Hai mai visto un fantasma? No,
ma ne hai sentito parlare

Ti vedo lì,
sono accecato dai colori che vedo
Mi prendo cura
delle cose che mi appartengono

Sento il tuo nome
risuonare su e giù per il confine
Lo dico chiaramente
questi nodi sono stretti abbastanza da tenere

Ora la tua dolce voce
grida da qualche vecchio tempio familiare
Non ho scelta,
non credo queste cose si cancelleranno mai dalla tua mente

Potrei vivere per sempre
con te perfettamente
Non dovrai mai
agitarti per me

Da Est ad Ovest,
sin da quando è cominciato il mondo
Lo dico davvero,
voglio solo stare con te in ogni modo possibile

Sono stato in una rissa,
ora mi sento al muro
Me ne sto andando tesoro,
non sarò di ritorno prima dell'autunno

Su in cima alla collina
puoi portare tutti i miei pensieri con te
Hai intorpidito la mia volontà,
questo amore mi potrebbe spezzare in due

Vorrei essere con te in paradiso
e sembra così ingiusto
Non posso più tornare in paradiso,
ho ucciso un uomo laggiù

Credi che io non abbia più l'età,
pensi che abbia passato la mia primavera
Fammi vedere che hai,
possiamo spassarcela un po'


Note:

Sul titolo:

Genesi, 1, 1-2

In principio Dio creò il cielo e la terra.
Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.

Da '(My country) Sugar Mama' di Howlin' Wolf:

You know they're braggin' about your good sugar, you know
they're braggin' all over town
You know they're braggin' about your sugar babe, you know
they're braggin' all over town
(Spoken: what they sayin' about you)
They say that's granulated sugar, best ever to come off the farm

Inoltre 'Sugar in My Bowl' è una compilation del 1998 di Nina Simone (Il titolo deriva dalla canzone 'I Want A Little Sugar In My Bowl').

"Life without you" è una canzone di Stevie Ray Vaughan dall?album "Soul to soul" (Questa è probabilmente solo una coincidenza con il riferimento a 'Soul To Soul' in 'When the deal goes down')


traduzione e note di Leonardo Mazzei
 

SPIRIT ON THE WATER
words and music Bob Dylan

Spirit on the water
Darkness on the face of the deep
I keep thinking about you baby
I can't hardly sleep

I'm traveling by land
Traveling through the dawn of day
You're always on my mind
I can't stay away

I'd forgotten about you
Then you turned up again
I always knew
We were meant to be more than friends

When you're near
It's just as plain as it can be
I'm wild about you, gal
You ought to be a fool about me

Can't explain
The sources of this hidden pain
You burned your way into my heart
You got the key to my brain

I've been trampling through mud
Praying to the powers above
I'm sweating blood
You got a face that begs for love

Life without you
Doesn't mean a thing to me
If I can't have you
I'll throw my love into the deep blue sea

Sometimes I wonder
Why you can't treat me right
You do good all day
And then you do wrong all night

When you're with me
I'm a thousand times happier than I could ever say
What does it matter
What price I pay

They brag about your sugar
Brag about it all over town
Put some sugar in my bowl
I feel like laying down

I'm as pale as a ghost
Holding a blossom on a stem
You ever seen a ghost? No
But you have heard of them

I see you there
I'm blinded by the colors I see
I take good care
Of what belongs to me

I hear your name
Ringing up and down the line
I'm saying it plain
These ties are strong enough to bind

Now your sweet voice
Calls out from some old familiar shrine
I got no choice
Can't believe these things would ever fade from your mind

I could live forever
With you perfectly
You don't ever
Have to make a fuss over me

From East to West
Ever since the world began
I only mean it for the best
I want to be with you any way I can

I been in a brawl
Now I'm feeling the wall
I'm going away baby
I won't be back 'til fall

High on the hill
You can carry all my thoughts with you
You've numbed my will
This love could tear me in two

I wanna be with you in paradise
And it seems so unfair
I can't go to paradise no more
I killed a man back there

You think I'm over the hill
You think I'm past my prime
Let me see what you got
We can have a whoppin' good time


Nettie Moore - Il testo

NETTIE MOORE
parole e musica Bob Dylan

Lost John siede su una rotaia
Qualcosa è fuori proporzione
La tristezza stamattina viene giù come grandine
Lascerà una traccia viscida

Girerò per il mondo, ecco cosa farò
E poi tornerò a trovarti.
Tutto quel che faccio è sforzarmi e lottare.
Se non farò del male a nessuno, potrei riuscire a tornare a casa vivo.

Sono il primo figlio di un uomo pazzo,
sono in un gruppo di cowboys
Ho un mucchio di peccati da scontare e non ho tempo per nascondermi
Avrei attraversato le fiamme, tesoro, se solo avessi saputo che eri dall'altra parte

Oh, mi manchi Nettie Moore
E la mia felicità è finita
L'inverno se n'è andato, il fiume sta crescendo
Ti ho amato allora e sempre lo farò
Ma non c'è rimasto nessuno che possa dirlo
Il mondo è diventato nero davanti ai miei occhi

Il mondo della ricerca è uscito di senno
Troppo lavoro a tavolino
Albert è al cimitero, Frankie sta evocando l'inferno
Comincio a credere a quello che dicono le Sacre Scritture

Sono stato dove il Sud si incrocia con il Cane Giallo
Via da tutti questi demagoghi
E queste donne del malaugurio si attaccano come colla
O è l'una o l'altra o nessuna delle due

Lei dice, 'Attento bello, non voglio che ti strappi i pantaloni
questo ballo può distruggerti.'
Dicono che il whisky mi ucciderà, ma non penso lo farà
Cavalco con te verso la cima della collina

Oh, mi manchi Nettie Moore
E la mia felicità è finita
L'inverno se n'è andato, il fiume sta crescendo
Ti ho amato allora e sempre lo farò
Ma non c'è rimasto nessuno che possa dirlo
Il mondo è diventato nero davanti ai miei occhi

Non so perché il mio tesoro non mi è mai sembrata così bella prima
Ma ormai è inutile anche domandarselo
È stata a cucinare tutto il giorno, mi ci vorrà tutta la notte
Dato che non posso mangiare tutta questa roba in un solo boccone

Il giudice sta arrivando, tutti si alzano
Solleva lo sguardo
Puoi fare quello che credi, non hai bisogno del mio parere
Prima di chiamarmi con qualche brutto nomignolo faresti meglio a pensarci due volte

Si sta facendo chiaro fuori, la temperatura è calata
Credo che la pioggia si sia fermata
Ti farò andare a controllare il tuo destino
Quando sarò con te, imparerai a rigare diritto

Oh, mi manchi Nettie Moore
E la mia felicità è finita
L'inverno se n'è andato, il fiume sta crescendo
Ti ho amato allora e sempre lo farò
Ma non c'è rimasto nessuno che possa dirlo
Il mondo è diventato nero davanti ai miei occhi

La lucente scintilla delle luci forti
Mi ha offuscato la vista
Quando sei con me tutte le mie angosce se ne vanno
Un vita con te è come un giorno di paradiso

Tutto quello che ho sempre visto come giusto si è rivelato sbagliato
Andrò alla deriva
La donna che amo domina il mio cuore
Nessun coltello potrebbe mai tagliare in due il nostro amore.

Oggi sarò fiducioso e darò maggior
Voce agli elogi
Il sole è forte, me ne sto nella luce
Speravo in Dio che fosse notte

Oh, mi manchi Nettie Moore
E la mia felicità è finita
L'inverno se n'è andato, il fiume sta crescendo
Ti ho amato allora e sempre lo farò
Ma non c'è rimasto nessuno che possa dirlo
Il mondo è diventato nero davanti ai miei occhi

Note:

La fonte del titolo e del ritornello è: 'The Little White Cottage, or Gentle Nettie Moore' (pubblicato il 16 Settembre 1857).
La struttura del ritornello (ed i primi due versi) sono pressoché identici

O! I miss you Nettie Moore,
And my happiness is o'er,
While a spirit sad around my heart has come;
And the busy days are long,
And the nights are lonely now,
For you've gone from our little cottage home.

Il personaggio di apertura, Lost John, si riferisce alla canzone folk tradizionale "Lost John", resa popolare da Lonnie Donegan che l'ha anche registrata con Van Morrison. La prima strofa recita:

Lost John standin' by the railroad track
Waitin' for the freight train to come back
Freight train come and it didn't stop
Lost John thought he'd have to ride on top
Long long lost John
Long long lost John

Il verso 'Blues this mornin' fallin' down like hail' si riferisce alla conzone di Robert Johnson "Hellhound on My Trail":

I gotta keep movin' / Yeah, keep movin'
Blues fallin' down like hail / Blues fallin' down like hail
An' the days keeps on worrin' me
There's an hellhound on my trail / Hellhound on my trail

I personaggi 'Frankie & Albert' sono già noti ai fan di Dylan. In particolare qui c'è riferimento alla strofa 5 e 6:

Frankie went down to 12th Street.
Lookin' up through the window high.
She saw her Albert there.
Lovein' up Alice Bly.
He was her man but he done her wrong.

Frankie pulled out a pistol.
Pulled out a forty-four.
Gun went off a rootie-toot-toot
And Albert fell on the floor.
He was her man but he done her wrong.

Il verso successivo, 'I'm beginning to believe what the scriptures tell', poi, contiene un riferimento allusivo alla canzone di Blind Lemon Jefferson, "See That My Grave Is Kept Clean":

Well, my heart stopped beating and my hands turned cold
Now I believe what the Bible told.

'Where the Southern Cross the Yellow Dog: On Writers And Writing' è un libro di Louis D. Rubin.

Il verso sul whisky è un riferimento a "Moonshiner":

And if whiskey don't kill me then I don't know what will.


traduzione e note di Leonardo Mazzei

NETTIE MOORE
words and music Bob Dylan

Lost John's sittin' on a railroad track
Something's out of whack
Blues this mornin' fallin' down like hail
Gonna leave a greasy trail

Gonna travel the world is what I'm gonna do
Then come back and see you.
All I ever do is struggle and strive.
If I don't do anybody any harm, I might make it back home alive.

I'm the oldest son of a crazy man,
I'm in a cowboy band
Got a pile of sins to pay for and I ain't got time to hide
I'd walk through a blazing fire, baby, if I knew you was on the other side

Oh, I miss you, Nettie Moore
And my happiness is o'r
Winter's gone, the river's on the rise
I loved you then, and ever shall
But there's no one left here to tell
The world has gone black before my eyes

Well, the world of research has gone berserk
Too much paperwork
Albert's in the graveyard, Frankie's raising hell
I'm beginning to believe what the scriptures tell

I've gone where the Southern crosses The Yellow Dog
Get away from all these demagogues
And these bad luck women stick like glue
It's either one or the other or neither of the two

She says, "Look out, daddy, don't want you to tear your pants
You could get wrecked in this dance."
They say whisky'll kill you, but I don't think it will
I'm ridin' with you to the top of the hill

Oh, I miss you, Nettie Moore
And my happiness is o'r
Winter's gone, the river's on the rise
I loved you then, and ever shall
But there's no one left here to tell
The world has gone black before my eyes

Don't know why my baby never looked so good before
Don't have to wonder no more
She been cooking all day, it gonna take me all night
I can't eat all that stuff in a single bite

The judge's coming in, everybody rise
Lift up your eyes
You can do what you please, you don't need my advice
'Fore you call me any dirty names, you better think twice

Gettin' light outside, the temperature dropped
I think the rain has stopped
I'm gonna make you come to grips with fate
When I'm through with you, you'll learn to keep your business straight

Oh, I miss you, Nettie Moore
And my happiness is o'r
Winter's gone, the river's on the rise
I loved you then, and ever shall
But there's no one left here to tell
The world has gone black before my eyes

The bright spark of the steady lights
Has dimmed my sights
When you're around me all my grief gives 'way
A life time with you is like some heavenly day

Everything I've ever known to be right has been proven wrong
I'll be drifting along
The woman I'm loving she rules my heart
No knife could ever cut our love apart.

Today I'll stand in faith and raise
The voice of praise
The sun is strong, I'm standing in the light
I wish to God that it were night

Oh, I miss you, Nettie Moore
And my happiness is o'r
Winter's gone, the river's on the rise
I loved you then, and ever shall
But there's no one here left to tell
The world has gone black before my eyes