LOUD AND STRONG



 

LOUD AND STRONG (White Rabbit, 2cd - 1995)

Tracklist:

Disco Uno

Monterey, California, 27 maggio 1995 - Laguna Seca Daze:

Crash On The Levee (Down in the flood)
It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry
All Along The Watchtower
Simple Twist Of Fate
Silvio (autori: Bob Dylan & Robert Hunter)
Tombstone Blues
Mr. Tambourine Man
Masters Of War
To Ramona
Seeing The Real You At Last
Every Grain Of Sand

Disco Due

Monterey, California, 27 maggio 1995 - Laguna Seca Daze:

Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
Knockin' On Heaven's Door

R&R Hall Of Fame, Cleveland, Ohio, 2 Settembre 1995:

All Along The Watchtower
Just Like A Woman
Seeing The Real You At Last
Highway 61 Revisited
Forever Young

Berkeley Community Theater, Berkeley, California, 25 Maggio 1995:

Pledging My Time

Warfield Theater, San Francisco, California, 22 Maggio 1995:

Obviously Five Believers

Warfield Theater, San Francisco, California, 23 Maggio 1995:

Queen Jane Approximately

Riverfront Park, Spokane, Washington, 7 Giugno 1995:

Just Like Tom Thumb's Blues

UN COMMENTO:
Il cd si apre con il grandissimo concerto di Monterey, California, del 27 maggio 1995 al Laguna Seca Daze.
Eccellente la qualità del suono, da 10 stelle come si suol dire...
Bob Dylan alla voce e chitarra è accompagnato da Bucky Baxter alla pedal steel e alla slide, John Jackson alla chitarra, Tony Garnier al basso ed il grande Winston Watson alla batteria.
Si parte con una tiratissima Crash on the leeve (Down in the flood), tipica canzone di apertura del periodo... Un bel bluesaccio con la voce di Bob sporca e graffiante quel tanto che basta per farne una bella performance...
Segue una lenta e fumosa It takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry per questo incipit di concerto che più blues non si può... Belli gli intrecci di chitarra di Jackson e soci che si allungano a dismisura nel finale per una eccellente jam strumentale. Tra un brano e l'altro Bob si limita al solito e di prammatica "Thank youuu!" tipico della sua laconicità in questo periodo.
Dopo le prime due canzoni di riscaldamento parte l'immortale riff di All along the watchtower cantata da Bob con una notevole decisione. Splendida è la chitarra solista vagamente "spagnoleggiante" che la fa da padrona nelle parti strumentali tra una strofa e l'altra.
Si prosegue con Simple Twist Of Fate che riporta la calma dopo le ustionanti schitarrate di AATW e la potenza dei blues iniziali. La dolcezza delle note di apertura ci porta subito nell'atmosfera giusta e la voce di Bob sussurrata e sognante ci dà la giusta dimensione di una canzone che arriva al cuore. Bella versione davvero (anche se, forse per dimenticanza, il "freight train" diventa "freight" e basta... e dubito che il verso abbia un qualche senso così).
E' poi la volta di altri due blues d.o.c., la Silvio spesso presente nelle scalette di questo periodo (il titolo di questo boot proviene da un verso di questa canzone), ed una splendida Tombstone Blues.
Mr. Tambourine Man è una delle perle di questo disco, lenta, meditabonda, suggestiva, intensamente evocativa, cantata da Bob con voce sognante ed eterea e che talvolta scompare letteralmente tra gli "anelli di fumo della mente", ed è seguita da un altro capolavoro, Masters of war con un cantato da brividi e dei solo di armonica assolutamente splendidi.
Come splendido è anche il valzer spagnoleggiante di To Ramona.
Poi è ancora grande blues con Seeing the real you at last grande brano di Empire Burlesque (checchè se ne dica :o) ) alle cui caustiche liriche la voce roca di Bob conferisce grande spessore. Anche in questo caso ancora grandi chitarre in evidenza con ustionanti assoli.
Il primo cd si chiude con l'ennesima perla: Every grain of sand con la voce di Dylan dolce come non mai e profondamente evocativa nelle parti sussurrate.
Volete sapere la differenza tra uno che ama Dylan (e lo capisce) ed uno che non lo capirà mai (e per questo non lo ama)? Ho fatto ascoltare questa versione ad una persona che ha dichiarato: "Non ho mai sentito uno cantare così male! Ma che voce ha questo qui? Chi diavolo è?". Inutile dire che non ho risposto... Col tempo ho concluso che non vale la pena tentare di far vedere la luce a chi è cieco e mi sono ricordato della mamma di Bruce Springsteen :o)
Il secondo cd si apre con la conclusione del concerto di Monterey con una potente, allegra e trascinante Stuck inside of Mobile... ed una classica, lunghissima e bella Knockin'...
Il boot prosegue con le cinque canzoni eseguite alla Rock 'n' Roll Hall Of Fame nel 1995, una eccellente performance in cui spiccano una rovente AATW, sorta di monumento alla chitarra elettrica, un'altra potente Seeing the real you... ed una splendida Forever Young cantata a due voci con il Boss Bruce Springsteen. Storica.
Il cd si chiude con quattro tracce provenienti da vari concerti, in un ripescaggio da H61 e Blonde on blonde nello spirito del revival degli anni sessanta. Molto belle le rare Pledging my time (tutto sommato molto rispettosa dell'originale) e Obviously five believers dall'eccellente performance vocale di Bob (rispettivamente da Berkeley 25 maggio 95 e San Francisco 22 maggio 95). Ma va segnalata anche la splendida Queen Jane Approximately dal Warfield di San Francisco del 23 maggio 1995. L'arrangiamento è strepitoso e la performance vocale di Dylan è da brividi, un "must have"!
Chiude Just Like Tom Thumb's Blues da Spokane 95.
In conclusione: un boot assolutamente consigliato per avere alcune delle cose migliori di un eccellente anno quale fu il 1995.
Michele Murino


MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------