LIVE COMPILATIONS





ACETATES ON THE TRACKS VOL. 1/4 - Clicca qui



 
 

Titolo:
AT THE GLOBE ARENA

Tipo di bootleg:
Live

Periodo:
Never Ending Tour 90 (’96-’99)

Anno di pubblicazione:
1998

Casa discografica:
Crystal Cat CC 464-66

Nr. CD:
3

Modalità di registrazione:
In continuo

Sorgente:
Soundboard (?)

Valutazione:
Qualità audio: Ottima

Tracklist CD 1:
All Along The Watchtower
Tonight I'll Be Staying Here With You
Cold Irons Bound
Every Grain Of Sand
Silvio
Desolation Row
One Too Many Mornings
Tangled Up In Blue
Make You Feel My Love
This Wheel's On Fire
Highway 61 Revisited

Tracklist CD 2:
Forever Young
Love Sick
Rainy Day Women 12 & 35
Blowin' In The Wind
(1) Pretty Peggy-O
     Positively Fourth Street
     Roving Gambler
(2) Simple Twist Of Fate
     Mr. Tambourine Man
(3) To Be Alone With You
     Times They Are A-Changin'
     It's All Over Now Baby Blue

Tracklist CD 3:
She Belongs To Me
(4) Shooting Star
     To Ramona, Masters Of War
     Love Minus Zero
     Blind WIllie McTell
     Don't Think Twice
(5) Gotta Serve Somebody
     If Not For You
     You Ain't Goin' Nowhere
     It Ain't Me Babe
     Ballad of A Thin Man
     I Shall Be Released

Informazioni

Globe Arena, Stockholm, Sweden, June 9, 1998
Plus:
(1) Sibbarb Beach, Malmo, Sweden, June 6, 1998
(2) Frognerbadet, Oslo, Norway, June 7, 1998
(3) Scandanavium, Goteborg, Sweden, June 10, 1998
(4) Forum, Copenhagen, Denmark June 11, 1998
(5) Roskilde Festival, Roskilde, Denmark, June 26, '98

Band:

Bob Dylan (guitar)
Bucky Baxter (pedal-steel guitar/mandolin)
Larry Campbell (guitar/violin)
Tony Garnier (bass)
David Kemper (drums)

Di questo boot si dice...
Nessuna altra compilation da "(bathed in a stream of) PURE HEAT" è riuscita a raccogliere tante sublimi esecuzioni di Dylan. La qualità è straordinaria; Sound chiarissimo e sempre in primo piano. Forse, ad oggi, una delle migliori compilation live.

Un nostro commento
Grande fotografia del tour 98 con una grande quantità di grandi esecuzioni ed un'ottima tracklist! Vivamente consigliato!

Un consiglio per lo scambio: Notevole

Leonardo Mazzei



 
 
 

Titolo:
BATHED IN A STREAM OF PURE HEAT

Tipo di bootleg:
Live

Periodo:
Never Ending Tour 90 (’96-’99)

Anno di pubblicazione:
1997 & 2001

Casa discografica:
QRecords

Nr. CD:
2

Modalità di registrazione:
In continuo

Sorgente:
Soundboard

Valutazione:
Qualità audio: Ottima

Tracklist CD 1:
Not Fade Away (1)
Pretty Peggy-O (2)
You Ain't Goin' Nowhere (3)
Every Grain Of Sand (4)
Pledging My Time (5)
O Babe It Ain't No Lie (6)
Friend of the Devil (7)
John Brown (8)
Viola Lee Blues (9)
Roving Gambler (1)
Desolation Row (10)

Tracklist CD 2:
Stone Walls And Steel Bars (11)
Love Minus Zero (4)
Wicked Messenger
Shooting Star (5)
Long Black Veil (12)
Born In Time (13)
You're A Big Girl Now (7)
This Wheel's On Fire (14)
Hard Rain's A-Gonna Fall (15)
My Back Pages (16)

Informazioni
Tutte le tracce sono da concerti della primavera del 1997.

1  Hartford, CT, 4/19
2  Albany, NY, 4/18
3  Huntsville, AL, 5/3
4  Bangor, ME, 4/9
5  Indiana, PA, 4/22
6  Durham, NH, 4/11
7  Providence, RI, 4/17
8  Northampton, MA, 4/15
9  Sapporo, Japan, 2/24
10 Monton, NJ, 4/5
11 Beverly Hills, CA, 5/21
12 Wheeling, WV, 4/28
13 Wayne, NJ, 4/13
14 West Long Branch, NJ, 4/20
15 Portland, ME, 4/10
16 Utica, NY, 4/24

Band:
Bob Dylan (guitar/harmonica)
Bucky Baxter (pedal-steel guitar)
Larry Campbell (guitar/violin)
Tony Garnier (bass)
David Kemper (drums)

Di questo boot si dice...
Pensa ad uno show da sogno senza le solite canzoni, poi pensa alle migliori performance delle song suonate più raramente. Aggiungi un’altissima qualità dalla prima all’ultima traccia. Poi, mettile insieme come in uno show da sogno così che scorrano insieme perfettamente. Quello che ottieni è una cosa che è come un vero testamento del genio di Bob Dylan come artista e performer, e che definisce l’attuale band come la migliore e più versatile di tutte quelle con le quali abbia lavorato. La magia di queste performance dalla primavera 1997 è incredibile, dalla voce, ai pezzi di armonica, la strumentazione, tutto. L’ultima traccia, “My Back Pages”, con Larry Campbell al violino, è uno stupefacente e bellissimo punto culminante di un set da Sacro Graal. Fai ascoltare questo set ai tuoi amici che non sono fan di Dylan e non sorprenderti se lo diventeranno.

Un nostro commento
Uno dei migliori bootleg di Dylan in assoluto. Non può mancare in nessuna collezione ! Una stupefacente raccolta di incredibili performance !

Si segnalano, oltre, naturalmente, alla mistica "My Back Pages", "Pretty Peggy-O", "You Ain't Goin' Nowhere" ed i traditional acustici, ma ci sono tantissime perle!

Un consiglio per lo scambio: Indispensabile
Leonardo Mazzei

Un commento ad un brano di questo boot:
Io ancora riesco ad emozionarmi anche ascoltando le vecchie canzoni (quelle forse maggiormente "usurate")... Ad esempio ricordo ancora qualche tempo fa la grandissima emozione che mi diede ascoltare la versione di My back pages di Utica, New York del 24 aprile 1997 sul bootleg "Bathed in a stream of pure heat".
Stavo lavorando al computer ed ascoltavo il cd... Quando attaccò My back pages con quel violino che ti prende alla bocca dello stomaco seguito dal primo verso in cui Dylan ti fa letteralmente sollevare da terra e ti fa volare tra fiamme cremisi non riuscii, dopo qualche minuto, a continuare quello che stavo facendo, e mi ritrovai a bocca aperta trasportato da quell'autentico capolavoro mentre mi beavo di quel violino, di quella armonica e di quella voce incredibile e mi chiedevo, come se già non ne fossi sicuro: "Ma allora Dylan è un GENIO irraggiungibile se riesce a fare una cosa simile su quello che già è sublime...". Al primo "Oh but I was so much older then, I'm younger then that now" gli occhi iniziavano già ad inumidirsi. E quel violino implacabile strofa dopo strofa... tu vorresti magari una pausa in quell'ondata di sensazioni ed invece quel "maledetto" violino ti continua a far oscillare come un guscio di noce in una tempesta... La voce di Dylan sembra quasi "piangere" e tu capisci che quell'uomo, quando vuole, quando canta una cosa non per "routine" è assolutamente ineguagliabile... A 6 minuti e 33 della canzone dopo un'altro pezzo implacabile di violino entra lui con l'armonica che si intreccia con il violino per diversi minuti e tu hai già capito che quella è la migliore versione di My back pages che mai sentirai in dieci vite... "In a soldier stance I aimed my hand..." e sei ormai completamente staccato dalla realtà circostante e ti ritrovi con gli altri davanti al palco di Utica... "My existence led by confusion boats/Mutiny from stern to bow"... Il guscio di noce è ora una barca di ammutinati ma la tempesta continua...
I brividi ormai hanno coperto ogni centimetro della tua epidermide e se prima gli occhi erano inumiditi... beh... l'armonica misericordiosamente chiude finalmente il pezzo dopo 8 minuti e 47 ed un assolo di quelli che ti scavano dentro, la folla esplode e tu pensi: "Cosa non avrei dato per essere ad Utica quel giorno". Poi spengo il computer e rimetto il cd ma stavolta inizio dall'ultima canzone del secondo disco e capisco che chi ha compilato quel boot doveva conoscere bene il latino "dulcis in fundo"...
Quella è secondo me in assoluto la versione migliore di questa canzone (seguita a ruota, per altri motivi nostalgici, da quella con gli amici del Madison Square Garden, Petty, Mc Guinn etc...).
Michele Murino



 

CRITIC’S CHOICE VOL. 3  (Wanted Man, 1 cd)

(1) Mountain View, Shoreline Amphitheater, 11 Giugno 1988
(2) Park City, Park West ,13 Giugno 1988
(3) Denver, Fiddler's Green, 15 Giugno 1988
(4) St. Louis, The Muny 16 Giugno 1988

Tracklist:
(1) My Back Pages, Man Of Constant Sorrow, I Dreamed I Saw St. Augustine
(2) Barbara Allen, Gates Of Eden, License To Kill
(3) One More Cup Of Coffee, It's All Over Now Baby Blue, Mama You Been On My Mind, Eileen Aroon, Just Like A Woman
(4) John Brown

NOTE:
Compilation di brani da 4 concerti della prima dell’88. La scelta dei brani e il periodo da cui sono tratti sono di per sé una garanzia.
Alessandro Cavazzuti



 
 
 

 

CRITIC’S CHOICE VOL. 7  (Wanted Man, 1 cd)

(1) Hollywood, Greek Theater, 2 Agosto 1988
(2) Hollywood, Greek Theater, 4 Agosto 1988
(3) Carlsbad, Sammis Pavilion, 6 Agosto 1988
(4) Santa Barbara, County Bowl, 7 Agosto 1988
(5) Hollywood, Greek Theater, 2 Agosto 1988
(6) Hollywood, Greek Theater, 3 Agosto 1988
(7) Manchester, Riverfront Park, 3 Settembre, 1988

Tracklist:
(1) She Belongs To Me
(2) Hallelujah, Driftin' Too Far From Shore, I'll Be Around
(3) Don't Think Twice, Knockin' On Heaven's Door
(4) Leopard-Skin Pill Box Hat, Shelter From The Storm, Big River, We Three
(5) Trail Of The Buffalo
(6) I'm In The Mood For Love
(7) Visions Of Johanna

NOTE:
Interessante compilation per la scelta dei brani. Si tratta di performance relative rare (a parte alcuni casi) eseguite nel corso del 1988. Anche la qualità è notevole.
Alessandro Cavazzuti



 
 
 

INSIDE THE RAIN

Tipo di bootleg:
Live

Periodo:
Early Never Ending tour (’88-’95)

Anno di pubblicazione:
2001

Casa discografica:
Don't Ya Tell Henry /  CDr

Nr. CD: 1

Modalità di registrazione:
In continuo

Sorgente:
Audience

Valutazione:
Qualità audio: Buona

Tracklist:

Jokerman
Just Like A Woman
All Along The Watchtower
I Don't Believe You
Tangled Up In Blue
Shelter From The Storm
Love Minus Zero/No Limit
Masters Of War
The Times They Are A Changin’
Andrzej Marzec’s Announcement
Heartland
Message for Van Morrison
Tomorrow Night
I Want You
Mr Alice Doesn't Live Here Anymore

Informazioni
(1-10) Cracovia Football Stadium (Krakow, Poland); July 17, 1994
(11) "A Country Music Celebration" (Nashville, TN); January 13, 1993
(12) "The Brit Awards" (BBC-TV); broadcast February 15, 1994
(13) Universal Amphitheater (Los Angeles, CA); March 23, 1994
(14) David Letterman TV (New York, NY); October 20, 1994
(15) KCRW radio broadcast (Santa Monica, CA); July 4, 1993 [Was/Not Was]

Band:

Bob Dylan (guitar & harmonica)
Bucky Baxter (pedal steel guitar & electric slide guitar)
John Jackson (guitar)
Tony Garnier (bass)
Winston Watson (drums & percussion)

Di questo boot si dice...
Questa è una magnifica registrazione audience. La registrazione è stata spostata dal pubblico e presa direttamente dalle casse. Il mix è tenero e caldo con la voce ben in rilievo. Una tempesta si presenta a questo concerto all’aperto, e la pioggia può essere sentita da “I Don’t Believe You” in poi. Il rumore della pioggia non disturba, comunque, aggiunge invece qualcosa di romantico. Potete chiudere gli occhi ed essere catapultati sotto una enorme e protettiva quercia in una dolce tempesta, mentre ascoltate il miglior concerto di Dylan che abbiate mai sentito. Questo è il primo concerto in assoluto di Dylan in Polonia, e Bob sembra ricompensare il pubblico di trent’anni d’attesa con una grandissima performance. C’è un’incredibile vibrato nella sua voce che guida le parole verso inesplorati territori. Le canzoni acustiche sono tra le più potenti che potrete mai ascoltare. Nel verso “You that build the big bomb” di “Masters Of War”, una bomba esplode puntualizzando il verso e lasciando il pubblico senza fiato. Lo show si conclude prematuramente per via della pioggia. Il promoter del concerto Andrzej Marzec da la cattiva notizia in polacco. Dopo lo show, Dylan gli disse, “Questo era il miglior show della mia vita … e per il miglior pubblico”.

Un nostro commento
Un ottimo concerto conclusosi, purtroppo, prematuramente a causa del tempo inclemente. Particolare l'episodio del botto su "Masters Of War". Questo bootleg è consigliato dal sito www.bobsboots.com
Un consiglio per lo scambio: Interessante
Leonardo Mazzei



 
 

I'VE GOT A SONG TO SING
Sottotitolo: A Compilation Of Rare Performances In 1996

Tracklist:
1.Shake Sugaree - Berlino, 17 giugno
2.This Wheel's On Fire - Madison (WI), USA, 13 aprile
3.Friend Of The Devil - Lewinsburg, USA, 3 maggio
4.Seven Days - Francoforte, 19 giugno
5.Visions Of Johanna - Differdange, Lussemburgo, 24 Giugno
6.Disease Of Conceit - Buffalo (NY), USA, 11 maggio
7.Hattie Carroll - Orono (FL), USA, 23 aprile
8.New Minglewood Blues - Differdange, Lussemburgo, 24 Giugno
9.Pretty Peggy-O - Mannheim, Germania, 2 luglio
10.Blowin' In The Wind - Cottbus, Germania, 14 luglio
11.Like a Rolling Stone - Montpellier, 27 luglio '95 (guest appearance al Rolling Stones Voodo Lounge Tour)
 

NOTE:
Splendida collezione di performances eccezionali; molti collezionisti storcono la bocca di fronte a bootleg simili piuttosto che a registrazioni di interi concerti, ma a me sembra che a volte queste collezioni siano degli efficaci documenti per chi non punta alla completezza e, se ben confezionati, possano colmare parte delle lacune discografiche della Sony; trovo che questa raccolta presenti degli assoluti capolavori e delle versioni addirittura superiori a quelle incluse nella più celebre raccolta di simile ispirazione "Bathed in a stream of PURE HEAT" del '97 (Pretty Peggy-o e This Wheel's On Fire). La versione di Blowin' In The Wind è straordinariamente intensa e contiene uno degli assoli di armonica più lunghi di Dylan (2 minuti e mezzo). L' ultima traccia, inclusa come bonus (è del '95) è in pessima qualità e ha valore solo in funzione della curiosità per l' evento. Pur essendo le registrazioni da cui è tratta la compilation di buona qualità, il suono del cd è penalizzato da un editing troppo "digitale" e forse un intervento troppo pesante sulla correzione del rumore; altro difetto dell' editing è che le tracce non sono normalizzate correttamente ed il volume è quasi ovunque troppo basso.
Carlo Pig

Forse il predecessore, in termini di progetto, del capolavoro "Bathed In A Stream Of Pure Heat" dell'anno seguente. Grande tracklist e grandi performance di Dylan. Il titolo "I've got a song to sing" è una frase da "Shake Sugaree"
Leonardo Lion



 

MORE SUNRISES

Red Sky 1015 Raccolta tratta dal Mid-West Tour Ottobre-Novembre 1990

Tracks:  1 I'll Remember You 2 Simple Twist Of Fate 2 Desolation Row 3 Boots Of Spanish Leather 3 What Was It You Wanted 3 Hard Rain 4 You're A Big Girl Now 5 What Good Am I 6 Girl Of The North Country 6 Ballad Of Hollis Brown 6 Man In The Long Black Coat 6 Positively Fourth Street 7 Queen Jane Approximately 8 Just Like A Woman 9 It's Alright Ma (I'm Only Bleeding)

Concerti da cui sono stati tratti I brani
1 Chick Evans Fieldhouse, NIU, De Kalb, Illinois Nov.6, 1990  2 Carver Hawkeye Arena, Iowa City, Iowa Nov.8, 1990 3 Ovens Auditorium, Charlotte, NC   Oct.31, 1990 4 Fox Theater, St Louis, MO  Nov.4, 1990 5 Southern Illinois U. Arena, Carbondale, Illinois Nov 3, 1990 6 Memorial Coliseum, Lexington, Kentucky, Nov. 2,  1990 7 Tard Smith Coliseum, Oxford, Mississippi, Oct. 25, 1990 8 University Of Dayton, Dayton, Ohio  Nov.13, 1990  9 Beacon Theater, New York City, New York, Oct.19, 1990
Produttore / Numero di Catalogo. Red Sky      / CD 1015 [T-002]
Pubblicato nel :    1995

NOTE:
Molte live compilation sono di composizione approssimativa e frammentaria, tuttavia esistono delle eccezioni. More Sunrise è una delle poche live compilation di eccellente qualità, già la track list estremamente interessante ci dice che ascolteremo qualcosa di speciale.  E’ un boot speciale questo, il periodo preso in esame è fine ottobre e inizio novembre 1990, un momento di transizione sia per Bob sia per la sua band; il 19 Ottobre al Beacon di New York, l’immenso G.E. Smith aveva lasciato la band, sulle note di Highway 61, il suo posto fu rilevato da Cesar Diaz, tecnico del suono di Dylan. Questo cambiamento è testimoniato dalla presenza di It’s All Right Ma I’m Only Bleeding tratta appunto dall’ultimo concerto di G.E.Smith con la band di Bob, quasi a segnare nell’ambito dello stesso boot una linea di confronto. La mancanza di un chitarrista di alto livello come G.E. Smith si fa un po’ sentire nelle canzoni acustiche, in quelle elettriche molto meno data la profonda energia con cui sono suonate.  Una strepitosa versione di I’ll Remember You apre il boot, libera dai melensi arrangiamenti di Empire Burlesque qui diventa un rock potente, la voce di Bob è tutta roca più che mai, ma estremamente espressiva. Meravigliosa è Simple Twist Of Fate, riveduta e corretta in testi, arrangiamenti e fraseggio, dominata da una batteria in levare. Bellissima è anche Desolation Row, una delle migliori versioni che ho mai sentito, suonata insieme alla band, infatti dal 1990 in poi le canzoni acustiche verranno suonate sempre con la band. Altra perla da ricordare è Hard Rain, eseguita in modo molto nervoso ma estremamente sentita, dominata dall’incedere della voce sempre molto roca ma potente da toccare l’anima. Notevolissime sono poi anche What Good Am I, Man In The Long Black Coat e una strepitosa versione di It’s All Right Ma I’m Only Bleeding, che vede G.E. Smith alla chitarra. Questo boot, contiene il meglio del tour autunnale, ottime sono tutte le versioni scelte, il package è soddisfacente, con una cover molto curiosa,  con un Bob in felpa in una posa estremamente rilassata durante un soundchek. Curioso è anche il fatto che il sound complessivo è estremamente amalgamato, cosa rarissima per una compilation live di Bob.
Salvatore "Eagle"



 
 

PATHWAY TO THE STARS

Tipo di bootleg: Live

Periodo: New Millenium Never Ending Tour

Anno di pubblicazione: 2001

Casa discografica: Rattlesnake

Nr. CD: 2

Modalità di registrazione: In continuo

Sorgente: Unknown

Valutazione: Qualità audio: Buona

Tracklist CD 1:

Oh, Baby It Ain't No Lie - Towson Nov 19 2000
Mr Tambourine Man - Towson Nov 19 2000
The Times They Are A-Changin - Bethlehem Nov 8 2000
My Back Pages - Princeton Nov 17 2000
Desolation Row - Bethlehem Nov 8 2000
Fourth Time Around - Bethlehem Nov 8 2000
The Lonesome Death Of Hattie Carroll - Lowell Nov 11 2000
One Too Many Mornings - Towson Nov 19 2000
Frankie Lee & Judas Priest - Princeton Nov 17 2000
Chimes Of Freedom - Oxford Nov 4 2000
Shelter From The Storm - Bethlehem Nov 8 2000
Positively Fourth Street - Madison Oct 29 2000
10,000 Men - Kingston Nov 12 2000
God Knows - Lowell Nov 11 2000

Tracklist CD 2:

I Threw It All Away - Bloomington Nov 1 2000
Standing In The Doorway - Boston Nov 10 2000
The Man In Me - Atlantic City early Nov 18 2000
Blind Willie McTell - Towson Nov 19 2000
Tell Me That It Isn't True - Kingston Nov 12 2000
Just Like Tom Thumb's Blues - Atlantic City early Nov 18 2000
Seeing The Real You At Last - Towson Nov 19 2000
Trying To Get To Heaven - Atlantic City late Nov 18 2000
Wicked Messenger - Bethlehem Nov 8 2000
This Wheel's On Fire - Kingston Nov 12 2000
Cat's In The Well - Towson Nov 19 2000
If Dogs Run Free - Boston Nov 10 2000
Blue Bonnet Girl - Bloomington Nov 1 2000
I Shall Be Released - Boston Nov 10 2000

Informazioni
Fall 2000 Compilation

Band:

Bob Dylan (guitar)
Larry Campbell (guitar)
Tony Garnier (bass)
David Kemper (drums)
Charlie Sexton (guitar)

Di questo boot si dice...
Una prima della classe, pazzesca compilation che avrà sicuramente grandissimo riscontro. La qualità del suono è assolutamente terrificante. Destinata a diventare legendaria come il predecessore ed ispiratore "(bathed in a stream of) Pure Heat". La canzoni straordinariamente scelte si susseguono che se fosse un vero concerto, con un ottimo mix di canzoni raramente suonate e sublimi performance degli standard.

Un nostro commento
Non possiamo che inchinarci davanti a questa magnifica compilation! Già la presenza di "Chimes Of Freedom" e "The Ballad Of Frankie Lee & Judas Priest" dovrebbe convincervi subito a prenderla. Ma scoprireste molto altro! Dalla ormai "mitica" versione di Towson di "Mr. Tambourine Man" con un fraseggio completamente reinventato alla splendida "The Times They Are A-Changin'" fino ad una delle più ispirate "Just Like Tom Thumb's Blues" mai ascoltate... Crediamo che questo basti...

Un consiglio per lo scambio: Notevole
Leonardo Mazzei



 

RADIO RADIO (Massive Attack, 2 cd)

(1) New York City, Radio City Music Hall, 17 Ottobre 1988
(2) New York City, Radio City Music Hall, 18 Ottobre 1988

Tracklist:
(1)Subterranean Homesick Blues, I'll Remember You, Memphis Blues Again, Ballad Of A Thin Man, You're A Big Girl Now, Bob Dylan's 115th Dream, Highway 61 Revisited, Gates Of Eden, One Too Many Mornings, Silvio, In The Garden, Like A Rolling Stone, Knockin' On Heaven's Door, I Shall Be Released
(2) Subterranean Homesick Blues, Just Like A Woman, Masters Of War, Shelter From The Storm, Bob Dylan's 115th Dream, Memphis Blues Again, Gates Of Eden, With God On Our Side, I Shall Be Released, Silvio, Like A Rolling Stone, Waggoner's Lad, To Ramona, Knockin' On Heaven's Door

NOTE:
Questo bootleg è una selezione di 2 grandi concerti, riportati in qualità molto buona anche se in versione incompleta. L’unico neo è costituito dalla presenza di 7 canzoni in duplice versione.
Alessandro Cavazzuti


SINGING WITH THE CROW - Special Duets

Clicca qui


TOMORROW IS HARD ENOUGH Vol. 1-2 (2000)

Grandissima compilation con OGNI canzone suonata durante il tour autunnale 2000, eccetto quelle suonate (quasi) ogni sera (vedi Tangled Up In Blue ..., Blowin' in the wind ..., Like A Rolling Stone..., ecc.). Comprende, ad esempio, "The Ballad Of Frankie Lee And Judas Priest" ...
Durante "Gotta Serve Somebody" Dylan canta "They might call you Bono, they might call you Sting, ..." e in "Highlands", "I'm listening to Annie Lennox ..." al posto di Neil Young. Le perle comunque si sprecano. Cito a memoria: Delia, Man Of Peace, Gotta Serve Somebody, She Belongs To Me, If Not For You, I'll Be Your Baby Tonight, To Be Alone With You e Under The Red Sky. Imperdibile!
Leonardo Mazzei
 
 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------