Cammino lungo una strada tortuosa

laura parla di Dio onnipotente un drago sull'avenue B ??? con i pantaloni lunghi

abbaia al mite venditore di dolcetti alla crema il quale domanda: "posso aiutarti?"

acido le scorre sui denti

dice di spalare ???

lego le mani dietro le spalle al giocatore di football nazi

lo uccido al tramonto in stile hollywood bowl.

invito anche sua madre.

laura pondera su documenti storici,

memorizza chi fa la risata più grande.

invita amici

per discutere di vari argomenti, dice loro di non rispondere al telefono non importa cosa,

poi esce va in una cabina telefonica e telefona a se stessa.

si dedica a tempo pieno ad uccidere i malvagi.

schiaccia col piede gli scarafaggi come un gigante laurence d'arabia piombando giù da pace amore bellezza

sfiorando il cielo ed appende un ritratto di john henry sul letto ogni notte.

io siedo con la testa bendata due piani più su.

parlo con il linguaggio dei segni con harpo marx, cerco di non confrontare gente con gente

e mi chiedo solo chi sarà il prossimo a nascere.

"siamo tutti sulla stessa barca fratello" risuona dal bong bong di crepe del muro.

un tintinnio e piccoli topini bianchi si sparpagliano cercando di restare fuori dalle navi l'uno dell'altro.

io urlo "comandante comandante ok sono qui, sono qui sul suo vascello ora dove andiamo?

che sta succedendo? hey hey" un migliaio di violoncelli vibrano da buchi sonori

di rang tang dobro

io sento un tuono da sinistra a destra in mezzo dappertutto

"seguimi seguimi" io mi giro, mi asciugo gli occhi e laura cade oltre la finestra precipitando verso il basso.

"cosa succede?" io urlo "cosa succede ed in ogni caso chi sei tu uh huh?"

laura tocca terra ed una voce stridula risuona

"quassù. quassù"

io guardo in alto ma tutto quello che riesco a vedere è una lampadina spenta.

il buco della serratura cade dalla porta mentre un'ambulanza urla dietro il sole che tramonta.

il volume della radio è sempre più alto ed io capisco che è barbara streisand che sta cantando.

sta cantando una canzone che parla della gente.

io mi tolgo la polvere di dosso,

mi scrivo "niente ha importanza, caro texas" sulla fronte e sono pronto per viaggiare verso ovest...

Bob Dylan

(da: Sing Out! - Gennaio 1965)


traduzione di Michele Murino
 

Walk Down Crooked Highway

laura speaks of God almighty dragon up avenue B cut throat lyer in long pants.

barks at cream puffish meek salesman who asks: "can I help you?"

acid runs off her teeth.

says t shovel level headed doom freak down toilet.

string up nazi football player by hands backwards.

kill him at sundown hollywood bowl style.

invite his mother too.

laura ponders on historical documents,

memorizes who gets biggest laugh.

invites friends

over t discuss matters, tells them not t answer phone no matter what,

then goes out t phone booth an calls herself.

devotes full time t killing evil.

stomps on cockroaches like giant force laurence of arabia swooping down from peace love beauty

sweeping sky an hangs a picture of john henry over bed each nite.

i sit with bandaged head two floors up.

make sign language t harpo marx, try not t compare people with people

an wonder just who's gonna be born next.

"we're all in the same boat brother" rings from bong bong wall cracks.

clink an little white mice scatter tryin' to stay out of each other's ships.

i shout "commander commander ok i'm here, i'm here in your vessel now where do we go?

what's happening? hey hey" a thousand celloes vibrate from sound holes

of rang tang dobro

i hear thunder from left right middleplace everyplace

"follow me follow me" i turn, wipe eyes an laura falls past window going downward.

"what's at?" i yell "what's at you said an who are you anyway uh huh?"

laura hits bottom and screeching voice booms out

"up up up here. up here"

i look high but all i can see is shut off light bulb.

keyhole falls off door as ambulance screams from behind setting sun.

radio gets louder an louder and i realize it'd barbara streisand singing.

she's singing some song about people.

i dust myself off,

write "nothing matters, dear texas" across forehead an get ready t travel west...

Bob Dylan



 



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION