BOB DYLAN HA VINTO IL POLAR PRIZE 2000

IL "PREMIO NOBEL" PER LA MUSICA

Bob Dylan, in una foto di qualche anno fa, premiato dal Presidente Bill Clinton al Kennedy Center Honors



Riportiamo di seguito la traduzione di un comunicato stampa rilasciato poche settimane fa in occasione della notizia del conferimento del POLAR MUSIC PRIZE 2000 a Bob Dylan.
Si tratta di un prestigioso premio, definito, per la sua importanza, il "NOBEL PER LA MUSICA".

BOB DYLAN E ISAAC STERN  RICEVONO IL "POLAR MUSIC PRIZE"

Il prestigioso premio POLAR MUSIC PRIZE per il 2000 del fondo Stig Anderson Music Prize dell'Accademia Reale Svedese di Musica è stato assegnato al violinista russo-americano ISAAC STERN ed al compositore e cantante americano BOB DYLAN.
Il premio, 1.000.000 di corone svedesi per ognuno dei due premiati, è uno dei più importanti e prestigiosi premi del mondo in campo musicale.
La cerimonia della consegna del premio avrà luogo il 15 maggio prossimo a Stoccolma.
Sua Maestà il Re di Svezia presenzierà alla consegna dei premi ai due vincitori.
I vincitori sono stati scelti senza limiti di nazionalità, per la loro opera nella musica, o nell'attività musicale, o per un'opera considerata di enorme importanza nel campo musicale.
Tutti i settori nell'ambito o vicini alla musica sono eleggibili.

LA CITAZIONE DELLA "COMMISSIONE PER IL PREMIO" PER BOB DYLAN

L'influenza di BOB DYLAN quale compositore, autore ed interprete nello sviluppo della musica del Ventesimo secolo è indiscutibile.
Le sue opere abbracciano quasi quattro decadi di esempi di creatività costantemente mutevoli, sempre innovativi, sempre basati sulle tradizioni e le radici della musica americana.
Dopo gli esordi nell'ambito della musica folk e dopo aver raggiunto l'apice della fama sia per quanto riguarda la critica che il pubblico, egli ruppe gli schemi comparendo non più da solo con la sua chitarra acustica, ma in compagnia di una rock and roll band.
Fu un'evoluzione che richiese integrità e determinazione, una mossa che cementò il suo ruolo come uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.
La capacità di BOB DYLAN di unire poesia, armonia e melodia in un contesto ricco di significati, spesso provocatorio, ha affascinato milioni di persone di ogni età e di tutte le culture e società.
Grazie al suo persuasivo approccio musicale, egli ha dimostrato una imponente capacità a mettere in dubbio le più determinate forze politiche, a combattere ogni forma di pregiudizio, ad offrire un lodevole sostegno per i meno fortunati.
Persino coloro i quali potrebbero non aver condiviso le sue idee troverebbero impossibile mettere in discussione lo splendore della musica e della poesia di BOB DYLAN.
THE PRIZE COMMITTEE


Per un ampio servizio ricco di foto
sulla serata del Polar Prize clicca qui


 

Ed ecco, a proposito di prestigiosi premi, una raccolta di scritti relativi all'altra importantissima candidatura relativa a BOB DYLAN, il quale è stato candidato al PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA nel 1997, 1998, 1999 e lo sarà anche per quello del 2000 (e chissà che sia la volta buona).

CANDIDATURA DI BOB DYLAN PER IL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA

Bob Dylan è stato ufficialmente nominato per il PREMIO NOBEL per la LETTERATURA per la prima volta nel 1997 e successivamente nel 1998 e 1999.

Ci sono stati molti degni candidati la cui candidatura è stata rinnovata anno dopo anno e lo stesso dovrebbe succedere per Mr. Dylan. Quindi sarà necessario continuare la campagna per il conferimento del PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA a BOB DYLAN fino a che gli venga accordato il riconoscimento che egli così grandemente merita.

LA LETTERA DEL PROFESSOR GORDON BALL, professore di Inglese e di Belle Arti dell'ISTITUTO MILITARE DELLA VIRGINIA

23 Gennaio 1999

Spett.le Comitato per il Nobel

Per conto del Comitato per la Campagna di Mr. Gunnar Lunde e Mr. Reidar Indrebo (Angedalsvn, 37, 6800 Forde, Norway), voglio nominare ancora una volta Mr. BOB DYLAN degli Stati Uniti d'America per il prossimo PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA.
Ecco di seguito alcune motivazioni:

1. C'è un considerevole precedente perchè egli riceva il premio. Nel 1997 esso è stato conferito ad un altro autore, la cui arte drammatica, come nel caso della musica e della poetica di Bob Dylan, necessita dell'esibizione per la sua piena realizzazione. Oltre mezza dozzina di drammaturghi hanno ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura.
La sua commistione di poesia e coscienza sociale con la musica è totalmente appropriata per il riconoscimento del NOBEL. Le sue canzoni a partire dai primi anni sessanta fino ad oggi hanno trattato con passione di diritti civili, pace nel mondo, difesa dell'ambiente ed altre cruciali cause mondiali. Egli è stato acclamato da presidenti, poeti, professori, e - in numero pressochè incalcolabile - da "gente comune". Il fatto che i suoi testi pertinenti e profondi si abbinino al suo valore in veste di compositore deve essere considerato appropriato, e non inusuale, per il conferimento del Premio Nobel per la Letteratura.
Con riferimento a William Butler Yeats, il Presidente del Comitato per il Nobel, Per Hallstrom, disse consegnandogli il Premio nel 1923: "Esiste un grandissimo elemento musicale che è usuale nella Moderna Poesia Inglese." Lo stesso Yeats affermò in merito ad un precedente vincitore del Premio, Rabindranath Tagore, che "Egli è un grande musicista e poeta". E profetizzò parlando dei versi di Tagore, "...i viaggiatori li canteranno sulla strada e gli uomini vogheranno sui fiumi. Gli amanti... li sussurreranno." Infatti le memorabili liriche di Dylan sono citate in forma di apprezzamento nel mondo intero.

2. Per quasi quarant'anni la sua opera ha avuto, e continua ad avere, un enorme e positivo impatto sul mondo: esso lo ha cambiato in meglio. Le sue parole e la sua musica hanno contribuito a stabilire un vitale e rispettabile legame tra poesia e musica, ed hanno a tal punto permeato il mondo da cambiare la sua storia. Quando il primo lavoro di Dylan apparve per la prima volta negli Stati Uniti, da solo convalidò l'immaginazione e l'indipendenza di pensiero in quella che era stata un'era di conformismo e di rifiuto: esso rese possibile un vasto cambiamento generazionale. Che le sue liriche sono di considerevole valore letterario è confermato non solo dalla recente conferenza presso la Stanford University ma dalla loro inclusione in numerosi libri di consultazione e di testo.

3. Appena lo scorso anno, Mr. Dylan ha ricevuto numerose onorificenze. Egli ha pubblicato un nuovo importante album, Time out of mind, ricco di ispirate e potenti liriche, alcune delle quali tracciano un grafico dei cambiamenti che avvengono con l'età e lo scorrere del tempo: essi sono evocativi, percettivi, rivelatori. Egli si è esibito di fronte al Papa, il quale ha citato alcuni dei suoi versi. Ha ricevuto uno delle più alte onorificenze d'America dal Kennedy Center, e la sua opera è stata soggetto lo scorso anno di una conferenza accademica presso uno dei nostri più prestigiosi istituti di insegnamento, la Stanford University.

Personalmente continuo ad ascoltare le ispirate parole, la voce unica, e la straordinaria musica di Bob Dylan, fluire dalle stanze dei cadetti nei quartieri della scuola militare presso la quale insegno.
Sarò grato per la vostra considerazione di Mr.Dylan quale assegnatario del prossimo PREMIO NOBEL per la LETTERATURA.

Sinceramente
Gordon Ball
Professor of English and Fine Arts



 

ECCO GLI INDIRIZZI DEL "CAMPAIGN COMMITTEE"

Press Secretary

Reidar Indrebø
Angedalsveien 37
N-6800 FØRDE, Norway

Tel.: +47 57 82 23 62
Tel.: +47 57 82 22 52 (1800-2200 CET)
Fax: +47 57 82 27 00
E-mail: reidari@sf.telia.no

A QUESTI INDIRIZZI SI DEVE FARE RIFERIMENTO PER SOSTENERE LA CANDIDATURA DI BOB DYLAN AL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA


ECCO DI SEGUITO UN COMUNICATO STAMPA RELATIVO ALLA PRIMA CANDIDATURA DI DYLAN

PRESS RELEASE

Bob Dylan - ufficialmente candidato per il Premio Nobel per la Letteratura del 1997.

Dopo anni di voci, Bob Dylan è stato ora ufficialmente candidato per il Premio Nobel per la Letteratura.

Secondo gli statuti del Nobel Commitee dell'Accademia di Svezia, le sottostanti personalità sono qualificate ad assegnare candidature:

1. Membri della Accademia di Svezia e di altre accademie, istituzioni ed associazioni similari
2. Professori di storia della letteratura o del linguaggio presso università o college
3. Nobel laureati in Letteratura
4. Presidenti di organizzazioni di autori che siano rappresentativi delle attività letterarie delle loro rispettive nazioni.

Fin dal Gennaio 1996 un comitato con base in Norvegia, in stretta collaborazione con lo scrittore John Bauldie del Regno Unito e con lo scrittore Allen Ginsberg degli Stati Uniti d'America, hanno organizzato la proposta ufficiale del candidato.

Mr. Allen Ginsberg, membro dell'Accademia Americana di Arti & Lettere, scrive:

- Dylan è il maggiore Bardo & menestrello Americano del XX Secolo, le cui parole hanno influenzato molte generazioni in tutto il mondo. Egli merita il Premio Nobel in riconoscimento della sua imponente ed universale opera.

La candidatura viene ufficializzata il 30 Agosto quando il Professor Gordon Ball del Dipartimento di Inglese e Belle Arti di Lexington, West Virginia, USA, per conto del Comitato per la Campagna ha nominato ufficialmente Bob Dylan per il Premio Nobel per la Letteratura. Il Professor Ball scrive:

- Sin dai primi anni 60 Mr. Dylan ha creato in musica e parole un pressochè illimitato universo di arte che ha permeato il globo e di fatto ha cambiato la storia del mondo.
Sebbene egli sia naturalmente ed universalmente conosciuto come musicista, sarebbe un enorme errore non riconoscere la sua straordinaria importanza nel campo letterario. Infatti, musica e poesia sono strettamente legate, e l'opera di Mr. Dylan ha contribuito in maniera enormemente significativa a rinnovare tale vitale connessione.
L'arte della poesia è antica probabilmente quindicimila anni, ed è sopravvissuta principalmente grazie alla sua forza orale. Nella nostra era moderna Bob Dylan ha restituito la poesia alla sua primordiale trasmissione dal corpo e dal respiro dell'uomo, nel suo verso musicale egli ha fatto rinascere le tradizioni del bardo, del menestrello, e del trovatore. La sua opera è largamente tradotta ed eseguita in tutto il mondo, ma essa supera di gran lunga i limiti dell'arte "popolare" (l'inclusione delle sue liriche in numerosi testi accademici di letteratura è semplicemente uno degli esempi di tale valore).

Il simbolismo straordinariamente inventivo di gran parte della sua opera merita di essere accostato a poeti universalmente celebrati quali Arthur Rimbaud e William Butler Yeats, che hanno catalizzato l'attenzione di intere generazioni di giovani, la sua opera ha mostrato più di ogni altro poeta di questo secolo.

I versi di Bob Dylan sono influenzati da Baudelaire, Salmon e Rimbaud. In conformità a ciò, il Ministro della Cultura Francese, Mr. Jack Lang, ha personalmente conferito a Bob Dylan l'altissimo premio di Commandeur Des Arts Et des Lettres, nel Gennaio 1990.

E' dunque naturale per il Comitato, nel suo lavoro futuro, cercare di guadagnare il sostegno tra professori/presidenti delle organizzazioni degli Autori nell'Europa del Sud, che ha dato i natali a così tanti grandi autori, come l'italiano Eugenio Montale e lo spagnolo Camilo Jose Cela.

Il Comitato è anche in comunicazione con numerose Università in Europa e negli Stati Uniti, quali Cambridge e l'Università di New Orleans.

Nel Luglio del 1985 Bob Dylan è stato invitato ad esibirsi per i membri del Soviet Writers Union alla presenza del poeta Yevgeny Yevtushenko. Il nativo americano Bob Dylan ha le sue origini da emigranti russi e le sue liriche mostrano espressioni dell'antico retaggio Russo degli scrittori storici, quali Leo Tolstoij. Il Comitato è ovviamente in contatto con il Sindacato degli Scrittori Russi di San Pietroburgo per ottenere il sostegno della candidatura di Bob Dylan.

Come scrive il Professor Gordon Ball, "L'arte della poesia è sopravvissuta principalmente grazie alla tradizione orale". Il Comitato vi ricorda le ragioni dell'Accademia per il Nobel nel consegnare il premio a Sir Winston Churchill nel 1953, "Per la sua maestria nella descrizione storico-biografica come per la brillante oratoria in difesa dei più alti valori umani."

Bob Dylan è stato informato del lavoro del Comitato dopo il suo concerto allo Spektrum di Oslo del 18 Luglio scorso.

Førde, Novegia, 01.10.96


COMITATO PER SOSTENERE LA CANDIDATURA DI BOB DYLAN AL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA

 

Un gruppo di appassionati bellunesi ha ufficialmente costituito un comitato locale per sostenere la candidatura al premio Nobel per la letteratura 1997 al poeta e cantante americano Bob Dylan.
Coordinatore del comitato di Belluno è Michele Talo, assessore alla cultura del Comune di
Limana, coadiuvato da Maurizio Reolon, cultore di letteratura e musica contemporanea. Gli
scopi del comitato si rifanno a quelli del Comitato Internazionale che ha sede a Forde in Norvegia, ma in particolare si propone la sensibilizzazione di esponenti di organizzazioni culturali del proprio ambito territoriale, oltre che interloquire, tramite la rete telematica Internet, con la segreteria Generale del Comitato, circa la pubblicazione di articoli italiani che si riferiscono all’iniziativa e che appoggiano la candidatura.
I lavori di preparazione alla candidatura ufficiale sono stati coordinati dall’autore inglese John Bauldie e dal poeta americano Allen Ginsberg, poeta ed esponente principale della Beat Generation assieme a Jack Kerouac.
Ma la candidatura ufficiale si deve al Professor Gordon Ball, autorità che può esprimere candidature ufficiali nella sua veste di Presidente del Dipartimento di inglese e delle arti in Virginia.
Pur essendo sostanzialmente conosciuto come cantante la poesia di Dylan non è nuova a
riconoscimenti importanti e preziosi, allo stesso cantante già nel 1970 è stata conferita la laurea Honoris Causa dall’università di Princeton per i suoi meriti letterari.
Un sondaggio tra gli studenti americani dell’epoca lo riconosceva come il poeta americano più importante.
Nel 1985 è stato invitato in Russia, fatto insolito per un americano, dall’Unione degli scrittori sovietici. Episodio che si deve anche all’influenza della letteratura Russa (ad esempio Tolstoij) presente presso l’autore le cui origini ebree provengono comunque da abitanti della Russia.
E’ opinione di alcuni studiosi che la scrittura di Dylan risenta anche della metrica tipica del Talmud tipico della antica religione ebraica. La Francia gli ha riconosciuto la massima onorificenza in materia conferendogli nel 1990 il titolo di "Commandeur des Arts ed des Lettres" e anche questo non appare casuale vista l’evidente e mai negata influenza simbolista di Baudelaire e Rimbaud nei suoi versi.
Non mancano neppure i riferimenti anglosassoni quali William Butler Yeats e Dylan Thomas, al quale, pare, si debba il nome attuale di Bob Dylan (un tempo di chiamava infatti Robert Zimmerman).
Tuttavia, sottolineano i coordinatori del Comitato bellunese, rimane difficile staccare la poesia di Dylan dal contesto interpretativo, una recente tesi di laurea in Svezia è appunto basata sull’esprimere tale impossibilità, lo stesso Ball nel sottoscrivere la candidatura sottolinea come il merito letterario di Dylan sia proprio quello di aver nuovamente conferito, nei suoi aspetti moderni, dignità alla tradizione orale della poesia, prerogativa di questa forma artistica dei secoli scorsi.
Il merito di Dylan va infatti principalmente ricercato nell’influenza e nell’importanza che nel mondo moderno, tramite l’utilizzo di forme espressive di massa, i suoi testi hanno rappresentato, per un più consapevole e proficuo legame tra le varie forme artistiche, quali in questo caso la poesia e la musica, con un progressivo e consapevole interscambio, che trova ad esempio in Leonard Cohen (autore e poeta canadese trasformatosi in cantante) un altro esponente di spicco.
Un Nobel letterario per meriti orali non sarebbe neppure un episodio nuovo, qualora Bob Dylan venisse premiato, ci si rifarebbe infatti all’assegnazione del premio a Winston Churchill nel 1953, per la sua brillante oratoria in difesa dei valori umani.
Il comitato sta in questi giorni prendendo contatti con la Press Secretary di Forde in Norvegia al fine di coordinare l’attività futura. Ogni adesione o informazione circa i futuri sviluppi può essere chiesta al:

"Bob Dylan Nobel Comitato - sezione di Belluno -" Riva us. 7 - 32020 LIMANA (BL).



 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

-------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
-------------------